Recensione Tineco PURE ONE S15 Pet: se la batte ad armi pari con scope elettriche di marca?

Spoiler: sì. Un vero concentrato di tecnologia, anche se ci sono delle criticità da evidenziare.
Recensione Tineco PURE ONE S15 Pet: se la batte ad armi pari con scope elettriche di marca?
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Scopa elettrica senza fili

Tineco PURE ONE S15 Pet è la scopa elettrica top di gamma di casa Tineco. Sulla carta promette potenza, tanti accessori, compresa la spazzola per la pulizia dei peli degli animali domestici, e alcune funzionalità smart davvero interessanti. Sarà sufficiente per competere con marchi più blasonati? Scopriamolo insieme!

PRO

  • Spazzola no grovigli con testina LED
  • Sensore iLOOP per la modalità Auto
  • Versatile grazie ai tanti accessori

CONTRO

  • Tubo non telescopico
  • Schermo non sempre facile da leggere
  • Serbatoio piccolo

INDICE

Unboxing Tineco PURE ONE S15 Pet

La natura modulare della scopa elettrica di Tineco traspare anche dalla sua confezione "compatta". Al suo interno troviamo il motore, comprensivo del serbatoio (non removibile), due sezioni che vanno a comporre il tubo della scopa elettrica, la spazzola anti-groviglio (vero fiore all'occhiello di questo modello Tineco), la mini-spazzola motorizzata, la spazzola per polvere, lo strumento per fessure, l'alimentatore e la base di ricarica FreeStnd che non necessita di installazione a muro. Ci sono anche una piccola spazzolina per la manutenzione del dispositivo, un pre filtro di ricambio e un manuale che però, essendo privo di illustrazioni, risulta un po' inutile. Non manca nulla, se non forse un braccio ad angolo che può tornare utile in certi contesti.

Accessori e Versatilità

La spazzola classica è il fiore all'occhiello della PURE ONE, ma in confezione, come accennato, ci sono anche altri accessori che possono tornare molto utili.

Ce n'è uno più che altro che rende questo modello "degno" dell'appellativo Pet: la mini spazzola motorizzata. I peli degli animali tendono a depositarsi non solo sui pavimenti, ma anche su divani, letti, poltrone, tappeti e simili. La spazzola motorizzata è pensata proprio per questo genere di arredamenti, e quella di Tineco, anche grazie alla potenza del motore principale, è perfetta per rimuovere anche i peli più ostinati. L'ho usata in modalità di aspirazione Auto (non massima potenza quindi) su una cuccia in tessuto utilizzata da 3 gatti ed è tornata come nuova nell'arco di un minuto. La apprezzerete molto anche se avete uno o più tappeti in casa.

Ovviamente anche gli altri accessori inclusi sanno tornare utili. La spazzola per la polvere presenta delle classiche setole sintetiche utili per quasi tutti i tipi di superfici. Si può collegare direttamente alla sezione principale, facendo quindi a meno del tubo, permettendo di utilizzare la PURE ONE anche per spolverare mobili o superfici simili.

 Lo strumento per fessure torna utile invece per passaggi tra mobili ravvicinati, tra i cuscini dei divani, o anche per raggiungere i punti più lontani del soffitto collocandola alla fine del tubo.

Ottima, come già accennato, la spazzola classica, quella che sfrutta la tecnologia denominata da Tineco ZEROTANGLE. Invece di essere un rullo unico, spesso in tessuto (sintetico), vanta un particolare rullo in plastica rigida con una forma a spirale coadiuvato da linee in spazzola, che sono poi quelle che vanno a toccare le superfici per raccogliere la polvere. La forma e la composizione della spazzola sono pensate appunto per non causare grovigli. Si aspirano quindi capelli e peli di animali senza rischio di blocchi. E soprattutto, la manutenzione della spazzola è notevolmente più facile (ne riparliamo nell'apposita sezione). Il vero game-changer poi è la testina a LED che troviamo però solo sulla spazzola ZEROTANGLE: può sembrare una caratteristica da poco, ma per evidenziare lo sporco ed evitare passaggi inutili torna incredibilmente utile.

Inoltre all'interno c'è quello che Tineco definisce un motore a trasmissione diretta, ovvero una sezione alimentata che imprime il movimento direttamente alla spazzola.

Tineco PURE ONE S15 Pet si adatta quindi a quasi tutte le situazioni, ma c'è a mio avviso un grosso difetto da evidenziare: il tubo fisso. Le due sezioni che lo compongono sono rigide e prive di binari. Di conseguenza dovete farvi andare bene la lunghezza complessiva. E il bello è che si devono usare necessariamente entrambe le sezioni, visto che gli accessori sono compatibili solo con il fondo di uno dei tubi e quel tubo non è inseribile nel motore della scopa elettrica. Oltre a costituire un eventuale ostacolo per la manovrabilità, tale caratteristica rende la PURE ONE un po' meno versatile.

Tecnologia

Alla base della scopa elettrica Tineco c'è la tecnologia PURE CYCLONE, una variazione sul tema del classico Ciclone che troviamo oramai su tutti i più recenti aspirapolvere senza fili.

La potenza di aspirazione non è riportata in modo "ufficiale", ma la stessa Tineco, in risposta agli utenti su Amazon che poneva la questione, ha confermato che è pari a 22 kPa. Un valore ottimo, che ritroviamo però anche su altri modelli di altri produttori. A proposito della tecnologia PURE CYCLONE, è interessante dare un'occhiata alla seguente immagine realizzata da Tineco che ci mostra lo schema esploso del motore e dei suoi filtri.

Grazie ai vari filtri, la scopa elettrica riesce a catturare anche la polvere fine. L'utente ha accesso facilitato a due di questi: il pre filtro, che troviamo nel bel mezzo del serbatoio inserito grazie ad un classico sistema ad incastro, e il filtro HEPA. Quest'ultimo è quello che si occupa di filtrare la polvere finissma (0,3 micron) ed espellere dall'aspirapolvere aria "fresca" e, soprattutto, priva di particelle. Non solo sono facili da rimuovere per pulirli, ma è anche facile comprarne di sostitutivi sempre su Amazon, in modo da rinnovarli ogni qualche mese di utilizzo.

Comunque, come già accennato, un pre filtro di ricambio è già incluso in confezione.

Nel corpo principale c'è anche un'altra tecnologia che ho trovato molto, molto utile: il sensore iLOOP SMART. In soldoni si tratta di un sensore che rileva lo sporco aspirato. Di base sembrerebbe non servire a molto, ma in realtà lavora in congiunzione con la modalità di aspirazione Auto. Sostanzialmente, invece di regolare manualmente la potenza di aspirazione, consumando magari batteria preziosa per punti che poi non sarebbero nemmeno così sporchi, la scopa Tineco usa il sensore per capire se la superficie aspirata è particolarmente sporca o meno, aumentando o diminuendo la potenza di conseguenza. Questo vale anche a seconda della superficie aspirata. E il bello è che l'utente può rendersi conto di questa cosa non solo dal rumore emesso dall'aspirapolvere (a maggior potenza corrisponde ovviamente maggior rumore), ma anche dal display LED integrato nella parte superiore.

Il display posto sulla parte superiore è composto da una parte centrale che mostra autonomia residua (in percentuale) e potenza di aspirazione. La corona circolare colorata di blu è quella da guardare invece per capire il grado di sporco rilevato dal sensore iLOOP. Se è completamente blu la zona interessata è pulita, e continuando a passarci sopra state teoricamente sprecando batteria preziosa. Se inizia a colorarsi di viola o peggio di rosso, significa che la zona necessita di qualche secondo di aspirazione per essere del tutto ripulita. Una soluzione originale che influenza (positivamente) l'esperienza di aspirazione. Sopra al display, quindi più vicino all'utilizzatore, c'è il pulsante fisico per passare da Auto a Max, influenzando quindi la potenza di aspirazione.

Ci sarebbe anche un altro aspetto tecnologico da affrontare. La Tineco PURE ONE S15 Pet integra il Wi-Fi e funzionalità "smart". C'è quindi un'app dedicata a cui collegare la scopa elettrica per accedere a statistiche di utilizzo, progressi della pulizia e consigli di vario genere.

Peccato non sia riuscita a farla funzionare in alcun modo. Ho provato su più smartphone Android senza successo. L'app vede la scopa, la scopa crea una sua Wi-Fi dedicata, ma non c'è modo di collegarsi, neanche provando le procedure alternative indicate dalla stessa App. A quanto pare su Android è un problema comune, vista la media delle recensioni su Google Play. Su ambiente iOS la situazione sembra decisamente migliore. In ogni caso, l'app non aggiunge niente di particolare (o di particolarmente utile) all'esperienza utente di questa scopa. Riparlo di questa questione nella sezione prezzo di questa recensione.

Aspirazione e Manovrabilità

Tutto molto bello, ma come aspira quindi questa Tineco PURE ONE S15 Pet? Molto bene. Anzi, meglio del previsto, anche se ci sono un paio di difetti da evidenziare. La scopa elettrica, anche in modalità Auto con il supporto del sensore iLOOP, non si lascia sfuggire quasi nulla. La spazzola ZEROTANGLE è un po' selettiva, nel senso che magari qualcosa di più grosso come un croccantino per gatti non lo aspira al primo colpo, ma questo da alcuni può essere visto anche come un pregio.

Non ha invece problemi di alcun tipo con polvere, capelli, peli, sporco anche un po' più ostinato, sassi della lettiera e simili. Anzi, se la cava bene anche a ripulire tappeti in vinile (nel mio caso questo) rimuovendo anche sporco causato magari dalla combinazione di bagnato in terra e pantofole che lo calpestano. Se poi decidete di attivare la modalità potenza massima l'aspirazione si fa ancora più forte, a costo però di un rumore ben più elevato.

Quali sono quindi le problematiche da sottolineare? Per cominciare c'è l'ampiezza del serbatoio. Si parla di circa mezzo litro, poco quindi se avete una casa grande e se non passate la scopa elettrica in modo compulsivo più volte al giorno. Poco male, si svuota con facilità, ma è comunque un fattore da tenere in considerazione. Un altro fattore l'ho già evidenziato nei precedenti paragrafi: il tubo fisso. Per me che sono alto 1,83 m non è un grosso problema, ma chi è un po' più basso potrebbe trovarlo molto lungo e di conseguenza molto scomodo.

Già io devo tenere la scopa molto inclinata per permettere alla spazzola ZEROTANGLE di aderire bene al pavimento. Questo porta anche ad un altro problema: la leggibilità del display. Guardare compulsivamente lo schermo per vedere l'autonomia che scende in tempo reale non è che serva a poi molto, soprattutto quando avete intuito quelli che sono i consumi relativi alla vostra casa, ma lo schermo serve anche a vedere se il sensore iLOOP trova altra polvere o sporco da aspirare. E il problema appunto è che non è così comodo da guardare in tempo reale.

E quanto detto finora è un peccato, perché la scopa Tineco si manovra che è un piacere. La spazzola ZEROTANGLE vanta delle grosse ruote che fanno davvero la differenza quando si tratta di spostarsi fluidamente sulle superfici. Altri modelli, anche più blasonati, impiegano ruote piccole che in un contesto come quello delle scope Pet (quindi pensate per la presenza di animali) tendono ad accumulare peli e aggrovigliarsi maggiormente.

Le grandi ruote della spazzola Tineco invece non hanno di questi problemi. Di conseguenza la scopa scorre bene, anche a potenza massima. La spazzola inoltre risulta facilmente orientabile, e potrete tranquillamente fare lo slalom tra i giocattoli dei bambini compiendo curve strette e precise. Buona, e capiente, l'impugnatura, dove troviamo anche il pulsante di accensione e spegnimento in stile grilletto. Forse si tende a premerlo un po' troppo per errore, ma è solo da farci l'abitudine: quando la accendete, dovete spostare la mano più in basso e impugnare la scopa senza che il dito sia sul grilletto.

Un cenno d'obbligo anche al rumore. Tineco PURE ONE S15 Pet non è forse tra le scope elettriche più silenziose in circolazione. A fare molto rumore, più che il motore ciclonico, è la spazzola ZEROTANGLE. Questo perché, a differenza di altre composte unicamente in tessuto, presenta un corpo centrale in plastica rigida che in rotazione emette un rumore distintivo e magari per alcuni anche fastidioso. Vi ripagherà con un'aspirazione di qualità, ma il rumore c'è e c'è poco da farci. In modalità automatica siamo intorno ai 60/63 decibel, mentre a potenza massima si raggiungono i 70/72 decibel, misurazioni fatte ad altezza testa. Considerate comunque che una Samsung Jet 90, considerata silenziosa da scheda tecnica, raggiunge i 60 decibel a potenza minima, 64 a potenza media e oltre 70 a potenza massima.

Autonomia

La batteria integrata (sfilabile) è da 2.500 mAh. L'autonomia non è poi così male, ma dipende come al solito da quelle che sono le vostre esigenze. In modalità di aspirazione Auto, con un passaggio di pulizia veloce si consuma circa un 20% di batteria per fare due stanze, considerando una superficie calpestabile tra i 30 e i 40 metri quadri. Con una pulizia più approfondita e seguendo molto di più le indicazioni del sensore iLOOP si arriva a consumare anche il doppio. Con una sessione di pulizia intensa e profonda, si riesce con una carica completa a pulire le superfici di un appartamento di circa 100 metri quadri. La situazione cambia drasticamente al massimo della potenza di aspirazione. Se già in Auto si vede calare l'autonomia in tempo reale, a potenza massima l'autonomia scende in picchiata rapidamente. Per fare una stanza di venti metri quadri potreste arrivare a consumare anche più del 50%! Valori nella media: non aspettatevi miracoli ma nemmeno performance scarse.

Anzi, è quasi più probabile riempire prima il serbatoio che finire la batteria.

Manutenzione e materiali

Veniamo quindi alla manutenzione. Come già accennato, il pre-filtro e il filtro HEPA possono essere sostituiti senza grossi problemi. Nulla vieta comunque di rimuoverli di tanto in tanto per rimuovere l'eventuale polvere depositata e pulire il loro incavo. E per quanto riguarda il serbatoio? Non è removibile, e di conseguenza dovrete portare tutto il motore al cestino, rimuovendo possibilmente il tubo rigido. Lì per lì premendo il pulsante di apertura si nota come lo sporco non scenda del tutto, per via magari di capelli o altri incastri causati dalla polvere. Nell'impugnatura si nota in realtà una levetta metallica che, se tirata verso il basso, fa scendere una sezione interna che porta lo sporco dall'alto verso il basso. Non sempre funziona alla perfezione, ma comunque è utile per raggiungere appunto i residui che si annidano in cima al serbatoio.

L'unica cosa è che difficilmente riuscirete a lavare il contenitore (ci sono modelli in cui è facile lavare il tutto). La soluzione è quella di pulire il tutto manualmente, magari con panni umidi o altri prodotti, facendo attenzione a non versare liquidi nelle zone sensibili.

La spazzola principale può essere smontata e pulita con una certa facilità. E come accennato prima, il fatto che la spazzola sia dotata di grandi ruote vi assicura imprevisti legati all'accumulo di peli e capelli. Anche la mini spazzola motorizzata vi permette di accedere con facilità al rullo per pulirlo da eventuali residui.

Ottimo poi il fatto che tutta la strumentazione possa essere riposta nella base di ricarica che non richiede fissaggio al muro. Se non fosse per il serbatoio non removibile da un punto di vista di manutenzione la scopa Tineco potrebbe essere promossa a pieni voti.

E a livello di materiali? Le plastiche sono di buona qualità, e la parte che ospita lo schermo, caratterizzata da un colore nero lucido intenso, è gradevole al tatto anche se forse più suscettibile a graffi e usura.

Per il tubo è stato usato anche l'alluminio, quindi la sua rigidità e resistenza è fuori discussione. Non sembrano esserci grossi punti deboli, ma una cosa che ho imparato delle scope elettriche è che non vanno mai appoggiate al muro in posizione eretta. Sempre meglio stenderle a terra, per evitare che si sbilancino rovinando a terra.

Prezzo

499€: è quanto dovete spendere per portarvi a casa la scopa top di gamma di casa Tineco. Piccola parentesi per chi non conoscesse il brand: si tratta di una costola di Ecovacs Robotics, un marchio che trattiamo di frequente sulle pagine di SmartWorld. Se Ecovacs è specializzata in robot aspirapolvere anche più costosi di questo modello di aspirapolvere senza fili, Tineco si occupa appunto di scope elettriche e lavapavimenti.

Quando vi ho parlato della tecnologia che si trova a bordo di questa PURE ONE S15 vi avevo promesso di tornare sull'argomento nel paragrafo prezzi.

C'è un modo per risparmiare 100€: accontentarsi, si fa per dire, del modello Essential, che viene appunto a costare 399€. Ma cosa si perde acquistando la variante Essential?

Si perde intanto la connettività Wi-Fi. Poco male, a mio avviso, anche considerato quanto vi ho detto a riguardo. Si perde purtroppo anche la Mini Spazzola Motorizzata, uno strumento meraviglioso per pulire a fondo tappeti, divani, cuscini, cucce e altre superfici su cui cani e gatti tendono a fare i loro pisolini. Certo è che se non avete animali in casa potete anche farne a meno, ma i tappeti e i divani tendono comunque ad attirare polvere che con la mini spazzola è ben più facile da rimuovere. C'è solo un dubbio a riguardo della Essential. Dando retta a quanto detto ai clienti sulle domande poste su Amazon, pare che il modello più economico abbia la spazzola ZEROTANGLE priva però del motore a trasmissione diretta che si nota nelle foto che vi ho proposto poco fa.

Dalla descrizione del prodotto però non si intuisce questa cosa.

Recensione Tineco PURE ONE S15 Pet - Foto dal vivo

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Tineco PURE ONE S15 Pet

Tineco PURE ONE S15 Pet mi ha sorpreso in positivo. In casa solitamente uso una Jet 90 di Samsung, ma la mia fede nei suoi confronti è vacillata. Se non fosse per alcuni errori di progettazione, come il tubo rigido, lo schermo che di conseguenza si legge un po' male, e il serbatoio non removibile, la PURE ONE se la batterebbe ad armi pari anche con marchi più celebri. E poi una cosa banale come la striscia LED sulla spazzola principale cambia davvero il modo di pulire il pavimento, orientando la scopa dove davvero serve e non casualmente. Questo, in combinazione con il sensore iLOOP e con lo schermo che a colpo d'occhio vi dice quanto sporco rimane, fa sì che si possa portare a termine una sessione di pulizia davvero efficace.

Pro

  • Spazzola no grovigli con testina LED
  • Sensore iLOOP per la modalità Auto
  • Versatile grazie ai tanti accessori

Contro

  • Tubo non telescopico
  • Schermo non sempre facile da leggere
  • Serbatoio piccolo

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", si è avvicinato al mondo dell'informatica alla tenera età di 5 anni. Si occupa principalmente di news e recensioni legate al mondo del gaming (mobile e non) e dei canali Social per il network SmartWorld.
Mostra i commenti