Recensione Trust Gaming THIAN: leggerissime e senza fili

Recensione Trust Gaming THIAN: leggerissime e senza fili
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Trust Gaming GXT 391, per gli amici Thian: si tratta di una delle ultime novità di casa Trust, cuffie a padiglione wireless pensate in ottica gaming (e non solo). Scopriamo insieme di cosa sono capaci.

PRO

  • Sono davvero leggerissime
  • Qualità audio più che buona
  • Occhio di riguardo all'ambiente

CONTRO

  • Microfono non removibile
  • No Bluetooth
  • Dongle grande

Confezione

La confezione delle nuove Trust Gaming THIAN include, oltre alle cuffie e al loro dongle, anche un cavo USB-C / USB-A per la ricarica e un cavo con jack da 3,5 mm ad entrambe le estremità ricoperto in tessuto lungo 1,2 metri. Quest'ultimo permette di utilizzare le cuffie anche in modalità cablata. Da segnalare anche che la confezione è sostenibile, perché completamente realizzata in cartone con fibre di legno riciclate e certificato FSC, senza elementi in plastica o schiuma. E non è solo la confezione ad essere eco-friendly.

Costruzione ed ergonomia

Oltre alla confezione sostenibile, anche le cuffie stesse vantano una caratteristica encomiabile legata proprio alla sostenibilità: sono realizzate con l'85% di plastica riciclata certificata da SCS. Un occhio di riguardo all'ambiente che non guasta assolutamente di questi tempi. Probabilmente si è anche cercato di risparmiare sulla quantità di plastica utilizzata, puntando a realizzare un modello quanto più leggero (e comodo) possibile. E infatti le Trust Gaming THIAN sono leggerissime, appena 200 grammi. La possibilità di usarle senza filo (almeno su alcune piattaforme) e il loro peso contenuto le rendono perfette per sessioni di gaming o di lavoro anche particolarmente lunghe.

Come è facile intuire, le cuffie sono realizzate quasi interamente in plastica, ad eccezione dei copri padiglioni in similpelle, dotati però di uno strato superiore in rete, e dell'imbottitura presente subito sotto l'archetto. Non sappiamo se all'interno le imbottiture siano in memory foam (probabile di no), ma sono comunque morbide e comode. Apprezziamo molto anche l'aver coperto in tessuto a rete la parte del padiglione che si poggia sulle orecchie: la similpelle, specialmente d'estate, tende a far sudare l'orecchio aumentando anche l'eventuale sensazione di oppressione. Il colore nero è interrotto da degli accenti bianchi, presenti sia nei padiglioni che nel rivestimento del cuscinetto dell'archetto. Un dettaglio che le rende meno monotone e comunque non troppo vistose. Non è insomma un design da gaming dotato di linee particolarmente aggressive o colori troppo sgargianti. Si possono confondere bene anche in ufficio, il che non è affatto un male.

I padiglioni sono statici: non ci sono soluzioni insomma che li rendono mobili e quindi in grado di adattarsi alla forma della testa. Comunque la struttura delle cuffie è sufficientemente morbida e flessibile da far sì che il tutto si adatti comunque con facilità. L'archetto si estende abbastanza da garantirne l'uso a più o meno ogni genere di testa. Da completamente chiuso è adatto anche ad utenti particolarmente giovani. Non ci sono però tacche di segnalazione per semplificare la regolazione della lunghezza dell'archetto. Il padiglione sinistro ospita un bel po' di cose. Si nota subito il microfono ad archetto dotato di staffa regolabile di cui però segnaliamo due cose che non ci sono piaciute: l'impossibilità di rimuoverlo e il fatto che non sia flip-to-mute. Forse implementare queste due soluzioni avrebbe richiesto hardware aggiuntivo rendendo le cuffie più pesanti e costose da costruire. In ogni caso per mutare il microfono c'è un apposito pulsante presente sempre sul padiglione sinistro.

Subito sotto il pulsante del microfono troviamo anche quello per l'accensione e lo spegnimento delle cuffie, una rotella per la regolazione del volume, non di sistema purtroppo, e, scendendo ancora più in basso, una porta USB Type-C per la ricarica, il LED di stato e un jack da 3,5 mm per l'utilizzo cablato. Il perché la rotella del volume non regoli il volume di sistema su PC può essere spiegato dal fatto che le cuffie siano pensate anche per funzionare su PS4 e PS5.

Nel complesso, le nuove cuffie gaming di Trust sono comode e leggere, pensate appunto per sessioni prolungate senza affaticare o opprimere l'utilizzatore. I padiglioni contribuiscono discretamente all'isolamento acustico, senza sfruttare soluzioni di cancellazione elettronica del rumore. I comandi sul padiglione sinistro sono sufficientemente comodi, anche se, ribadiamo, avremmo preferito un microfono flip-to-mute invece di un tasto dedicato (che si confonde con gli altri). Se proprio vogliamo criticare un altro aspetto, è un vero peccato che i copri padiglioni non siano sostituibili. In un'ottica ecologica, sostituirli in caso di eccessivo consumo invece di cambiare cuffie avrebbe potuto giovare ulteriormente. C'è anche da dire che la presenza del tessuto intrecciato nel punto in cui poggiano sulle orecchie dovrebbe garantire una maggior durata nel tempo.

Scheda tecnica

  • Peso: 197 grammi
  • Dimensioni: 159 x 80 x 189 mm
  • Dimensioni driver: 40 mm al neodimio
  • Risposta in frequenza: 20 Hz - 20.000 Hz
  • Canali audio: 2.0
  • Distorsione Armonica Totale: 1%
  • Sensibilità: 100 dB
  • Compatibilità:
    • Wi-Fi a 5.8 GHz: PC Windows, macOS, PS4, PS5
    • Cablato: tutti i dispositivi con jack audio da 3,5 mm

Funzionalità e qualità audio

Come già accennato, le THIAN di Trust Gaming vantano due modalità di connessione. La prima si basa sul dongle USB presente in confezione, che permettà una connessione wireless a 5,8 GHz. Il dongle funziona correttamente su Windows, macOS, PS4 e PS5. Una caratteristica, quella di funzionare sulle console Sony, che accomuna molte delle cuffie wireless che si basano su chiavette esterne. Dobbiamo per forza di cose segnalare che la chiavetta non è così compatta. Ci sono modelli della concorrenza che vantano dimensioni ridotte. Non è per forza un problema, ma vale la pena tenerlo in considerazione. Non abbiamo mai avuto problemi di connessione: la chiavetta viene riconosciuta istantaneamente dalle piattaforme su cui è stata testata. Buono il range di 10 metri (piuttosto classico a dire il vero). Diciamo che potete cambiare stanza tranquillamente senza che le cuffie perdano il segnale. L'alternativa è usare la modalità cablata. Il cavo da 1,2 metri potrebbe sembrare corto, ma è pensato per un utilizzo smartphone o collegato a controller. Nel caso non fosse sufficiente basta comunque acquistare un altro cavo.

Non ci sono app o funzionalità "nascoste". L'audio delle THIAN è quello che è, e non avrete modo di metterci le mani se non tramite equalizzatori particolari presenti sul dispositivo su cui le utilizzate. Con questo non vi stiamo anticipando che la qualità audio sia pessima (tutt'altro, in verità), semplicemente che se non vi ci trovate per qualche motivo non ci sarà molto che possiate fare per risolvere la situazione. 

I driver sono da 40 mm al neodimio, con una risposta in frequenza tra 20 e 20.000 Hz. Caratteristiche molto comuni in questo genere di cuffie. La resa audio però ci ha stupito, anche di più di altri modelli della concorrenza. Non sono troppo sbilanciate sui bassi, cosa che invece accomuna tanti modelli indirizzati verso il gaming. Il suono risulta cristallino e affatto sbilanciato. Certo, non saranno cuffie da audiofili, ma nel loro campo, ovvero quello della multimedialità e dell'ascolto "casual" di musica, fanno il loro "sporco" lavoro, suonando addirittura meglio di alcuni modelli cablati sulla stessa fascia di prezzo. Anche il volume è più che buono: usandole al 50% dell'audio di sistema su Windows il suono emesso risulta già sufficientemente alto, quasi fastidioso. E anche al 100% non distorce più di tanto! Da questo punto di vista insomma sono promosse a pieni voti!

Microfono

C'è di peggio, ma c'è anche di meglio. Non torneremo sul discorso del flip-to-mute (e invece sì!), ma si tratta comunque di un microfono fisso con prestazioni abbastanza nella media. Ripetiamo, c'è davvero di peggio, di molto peggio: dai nostri test la voce risulta sufficientemente limpida, non impastata, anche se forse un po' appiattita nei toni. Il volume non è male, anzi, probabilmente leggermente più alto della media. Anche in questo caso non ci sono modifiche a livello software o hardware che potete applicare. Buona l'asta che è sufficientemente regolabile e che può essere riposta in caso di non utilizzo. Trust purtroppo non ha diffuso grandi informazioni a riguardo del suo microfono, come dimensioni della capsula, direzionalità e altri dati più tecnici. Diciamo che per un utilizzo classico, come possono essere riunioni, chat vocali e simili svolge discretamente il suo lavoro. Se cercate qualcosa che si presti bene anche a streaming e simili, o che riesca a catturare tutte le sfumature della voce non facendola sembrare troppo diversa da quella originale, forse dovete rivolgere la vostra attenzione altrove (non necessariamente a microfoni esterni).

Autonomia

L'autonomia è nella media. Al 100% di carica arrivano, sulla carta, a garantire circa 13 ore di gioco continuato. Con un uso medio e non continuativo diciamo che possono resistere due, massimo tre giorni senza essere ricaricate. Un valore nella media: come al solito c'è chi fa meglio (anche nella stessa fascia) e c'è anche chi fa peggio (spendendo di più).

Prezzo

Il prezzo di listino delle Trust GXT 391 THIAN ammonta a 69,99€. Non male, considerate la qualità audio, la leggerezza, l'attenzione all'ambiente e il fatto di poter funzionare senza fili su PC e PlayStation. E il bello è che potrebbero anche calare di prezzo.

Recensione Trust Gaming THIAN

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un'affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato. Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Giudizio Finale

Trust Gaming Thian

La divisione gaming di Trust sforna un paio di cuffie wireless sostenibili, leggere e dotate di una qualità audio davvero buona. Qualche difetto non manca, ma tutto sommato l'investimento necessario ci pare ben equilibrato visto quanto offerto. A dirla tutta non sono nemmeno da collocare per forza nell'ambito gaming: nulla vieta di utilizzarle in ufficio o in altri ambienti, visto le loro linee per niente aggressive e colori sufficientemente eleganti.

Sommario

Confezione 8

Costruzione ed ergonomia 8.5

Microfono 7

Autonomia 7

Prezzo 8

Voto finale

Trust Gaming Thian

Pro

  • Sono davvero leggerissime
  • Qualità audio più che buona
  • Occhio di riguardo all'ambiente

Contro

  • Microfono non removibile
  • No Bluetooth
  • Dongle grande

Lorenzo Delli
Lorenzo Delli Cresciuto a "computer & biberon", si è avvicinato al mondo dell'informatica alla tenera età di 5 anni. Si occupa principalmente di news e recensioni legate al mondo del gaming (mobile e non) e dei canali Social per il network SmartWorld.
Mostra i commenti