Recensione XGIMI Horizon Pro 4K: una gran bella scoperta! (foto e video)

Nicola Ligas
Nicola Ligas

XGIMI, brand cinese da anni dedito alla produzione di proiettori di vario tipo e dimensione, ha confezionato da poco due modelli di punta: Horizon ed Horizon Pro, che si distinguono sostanzialmente per la sola risoluzione, ma che in comune hanno Android TV, tante funzioni interessanti per la gestione delle immagini (cominciando dall'auto-correzione trapezoidale), ed una luminosità di 2.200 ANSI lumen.

Ecco quindi la nostra prova della versione 4K, che si è confermato uno dei proiettori più interessanti della sua categoria.

PRO

  • Eccellente dettaglio (con la giusta sorgente)
  • Android TV (+Chromecast)
  • Tanti automatismi per regolare la proiezione
  • Audio più che buono

CONTRO

  • Luminosità non del tutto sufficiente di giorno
  • Contrasto non troppo elevato
  • Non certificato Netflix (ma facilmente aggirabile)
  • Alcune opzioni di configurazione un po' macchinose

Confezione

Nulla di particolare nella confezione, che include il proiettore, l'alimentatore (220W) ed il telecomando. Niente cavi extra, niente batterie. Ovviamente presente invece la classica manualistica, anche in italiano. In compenso il proiettore è ben imballato, e protetto da urti e movimenti involontari.

Costruzione

Horizon Pro è un parallelepipedo con gli angoli stondati, abbastanza compatto ed abbastanza leggero (poco sotto i 3 Kg). XGIMI produce molti altri proiettori ben più piccoli e meno pesanti (questo è uno dei più consigliati), ma in ogni caso anche questo, che è al momento il top di gamma, può comunque essere spostato senza troppi problemi.

Un problema in realtà c'è: manca un coprilente. L'azienda proprio non ne realizza alcuno, e non ne conosciamo di terze parti che potrebbero andare bene. Probabilmente XGIMI pensa che sia più facile danneggiare la lente con il continuo leva e metti, piuttosto che lasciandola sempre scoperta. Ricordatevi però di pulirla di quando in quando, perché in questo modo diventa impossibile evitare il deposito di polvere sulla sua superficie.

Il profilo del proiettore è metallico, con il logo "sound by Harman/Kardon" ben in vista. La parte superiore ospita invece 4 pulsanti, che potete vedere anche qui sopra: volume, play/pause e accensione. Onestamente li ho trovati un po' ridondanti, perché il resto della superficie non è touch, e questi 4 pulsanti da soli non bastano certo a sostituire il telecomando, praticamente in nessuna situazione (la riproduzione andrà comunque avviata in altro modo, prima che play/pause serva a qualcosa).

Sul fondo c'è un foro per treppiedi, dato che l'azienda realizza accessori appositi (l'attacco è comunque standard, quindi potrete utilizzarne anche di terze parti).

Telecomando

XGIMI ha realizzato un buon telecomando per Horizon Pro. È solido, quasi tutto in metallo, e i pulsanti offrono un buon feedback, sia tattile che sonoro (sebbene il primo ci sarebbe piaciuto ancor più marcato). È anche abbastanza ben bilanciato, sebbene un po' più pesante nella metà inferiore, dove ci sono le batterie.

Sono presenti tutti i tasti che servono: accensione/spegnimento, impostazioni, Assistant, indietro, menu (l'unico semi-inutile), home, volume su/giù e messa a fuoco. Manca inspiegabilmente il tasto mute, il che rende ancora più vuoto lo spazio tra volume su e volume giù. Presente invece un d-pad con pulsante centrale, immancabile ormai su qualsiasi telecomando. Non ci sono superfici touch, giusto per evitare malintesi.

Il fatto che ci sia il pulsante per Google Assistant allude anche alla presenza di un microfono, che svolge bene il suo compito. Peccato invece per la totale assenza di retroilluminazione.

L'alimentazione avviene tramite due batterie AAA, e dopo oltre un mese di utilizzo siamo ancora al 100%, quindi non rimpiangiamo molto il fatto che non sia prevista una porta di ricarica.

Hardware

All'interno dell'XGIMI Horizon Pro c'è un hardware di tutto rispetto, che lo fa svettare non solo tra i proiettori concorrenti, ma anche nel mondo dei box Android TV.

  • Proiezione: 3.840 x 2.160 (4K) @ 60 Hz, 30''-300'', HDR10, HLG, compatibilità 3D
  • Speaker: Dual 8W Harman/Kardon, DTS-HD, Dolby
  • CPU: MediaTek MT9612 quad-core ARM Cortex-A55 con GPU Mali-G52 2EE MC1
  • RAM: 2 GB
  • Memoria interna: 32 GB
  • Connettività: Wi-Fi n dual band, Bluetooth 5.0
  • Porte: 2x HDMI 2.0, 2x USB 2.0, uscita ottica, ethernet, jack audio
  • OS: Android TV 10
  • Peso: 2,9 Kg

Le specifiche sono riportate nel dettaglio sul sito del produttore, quindi è inutile dilungarsi troppo. Ci teniamo però a sottolineare due aspetti.

Il primo è che come box Android TV ci troviamo di fronte ad un modello di tutto rispetto, con un processore che si è dimostrato capace in tutto (incluso il decoding AV1), e con molto più spazio di archiviazione della media (Chromecast con Google TV, giusto per paragone, ha solo 8 GB di storage, che infatti finiscono troppo in fretta).

Il secondo punto riguarda le specifiche del proiettore, che non solo offre un'immagine in 4K, ma offre una correzione trapezoidale fino a 45°, con in più l'auto-rilevamento degli ostacoli, in modo che nel giro di pochi secondi abbiate un'immagine perfetta, senza alcun intervento dell'utente. Automatismi del genere, e così ben funzionanti, non si trovano su tutti i proiettori di questa fascia.

Esperienza d'uso

XGIMI Horizon Pro ti fa sentire subito a casa; anzi, al cinema. È un paragone banalissimo, talmente tanto che volevo evitarlo, eppure gli calza a pennello. La resa dei colori, la dimensione (con sufficiente spazio potreste arrivare fino a ben 300 pollici - noi non siamo andati oltre i 200 per limiti dimensionali della stanza), ed in parte anche l'audio (ne riparliamo a breve): tutto contribuisce a quella sensazione da "grande schermo", che è un piacere ritrovare tra le mura domestiche, soprattutto in un periodo come questo, dopo una lunga assenza dal cinema.

L'unico vero difetto è la luminosità: 2.200 ANSI Lumen (il prefisso "ansi" è importante, e se voleste paragonarlo con altri proiettori, assicuratevi che l'unità di misura sia questa) sono sufficienti a rendere i contenuti sempre visibili, anche di giorno, ma non sempre godibili. Questo vuol dire che con la piena luce del sole potrete guardare un talk show, un telegiornale o comunque contenuti a basso intervallo dinamico e ben illuminati; al contrario un film alla lunga stanca, perché la luminosità del proiettore non è sufficiente a contrastare quella solare in queste terse giornate estive e dovrete sforzarvi troppo soprattutto nelle scene più buie.

Mettiamola così: di sera l'effetto wow è assicurato, ed il contrasto prodotto dal proiettore è al suo massimo, di giorno avrete bisogno almeno di una bella tenda per oscurare la stanza, se voleste usarlo a lungo. In ogni caso, un buon televisore sarà facilmente più luminoso di questo proiettore, anche se ripeto che in una stanza buia ciò non è minimamente un problema: ve ne potete rendere conto facilmente guardando la video recensione qui sopra. Il problema della luminosità del resto è sempre lo stesso: ne vorresti di più in ogni caso.

A proposito del paragone TV-proiettore: non fatelo. Anche in condizioni ottimali, la loro resa è estremamente diversa, e così deve essere. Il contrasto e la saturazione di un televisore di fascia alta, magari OLED, restano nettamente superiori, ma il punto è proprio questo: l'immagine di un proiettore è diversa per natura, tanto più se la proietterete su una parete e non su un pannello apposito.

Sia chiaro però che, se la sorgente è buona, la definizione c'è eccome. A parità di filmato, confrontando TV 4K e proiettore, quest'ultimo non perdeva niente in termini di dettaglio, anzi riusciva a regalare un'immagine con uno sharpening migliore del televisore, grazie anche alla sua minore saturazione. I pori sul volto degli attori, il ciuffetto di capelli ben definiti uno ad uno: tutti dettagli che Horizon Pro riesce a regalare in modo impeccabile, anche su un'immagine da 200 pollici, o giù di lì.

Per quanto riguarda invece l'intervallo dinamico, se visualizzerete in SDR un contenuto HDR quest'ultimo verrà fuori un po' slavato (ovviamente) ma molto ben visibile in ogni sua parte, mentre abilitando l'HDR automatico il proiettore in modalità "film" tende a scurire molto le immagini, aumentandone al contempo il contrasto e perdendo qualche dettaglio nelle aree più scure, soprattutto in scene già buie di suo. Potete comunque personalizzare la modalità dell'immagine, andandone anche a variare la gamma (non la luminosità stessa del proiettore, che è un'altra cosa), in modo da schiarire un po' le aree scure, casomai voleste.

Per quanto riguarda invece la luminosità del proiettore stesso, ci sono varie opzioni: standard, luminosa, protezione degli occhi, prestazione, e personalizzato, dove potrete variare non solo il grado di luminosità, ma anche quello dei tre singoli canali RGB. C'è però anche la possibilità di lasciar decidere al proiettore stesso, in base alla luce circostante (adattamento ambientale). Di fatto potete sempre mettere modalità "luminosa" e non pensarci più. In ogni caso il consumo è di poco inferiore ai 200 Watt al massimo.

La messa a fuoco può avvenire automaticamente all'avvio e/o al movimento del proiettore, in modo analogo alla correzione trapezoidale. È molto rapida, nell'ordine dei 5 secondi al massimo, e non ha mai sbagliato un colpo.

Una piccole anomalia relativa al Play Store: le app si aggiornano automaticamente molto lentamente. Spesso mi è capitato di doverle aggiornare a mano, perché da sole non l'avevano fatto. In particolare "Android TV Data Saver" dà errore ogni volta che provo ad aggiornarla (ed è un'app di sistema, non disinstallabile). In ogni caso il risparmio di dati non è una funzione prettamente essenziale in un dispositivo che difficilmente sarà collegato ad una rete a consumo.

Con un aggiornamento arrivato subito dopo aver registrato la video recensione (la legge di Murphy è implacabile), è stato abilitato anche il supporto ai video 3D. Ho dovuto rispolverare il vecchio blu-ray di Avatar per provarlo, e l'effetto è buono, al pari di un televisore 3D, anzi per certi versi è anche più realistico perché la diagonale di proiezione è molto più grande. Ma in ogni caso rimangono tutti i limiti dei video 3D, che il mercato ha già bocciato da diversi anni.

Bene quindi che questa opzione sia stata aggiunta, per carità, ma probabilmente ve ne farete ben poco, considerando anche che contenuti di questo tipo non si trovano sui principali servizi di streaming.

A questo proposito, una precisazione importante: XGIMI Horizon Pro non è certificato Netflix (non mi risulta che nessun proiettore di questa fascia lo sia, smentitemi pure nei commenti). Ciò significa che l'app di Netflix non è preinstallata e non la potrete scaricare dal Play Store.

In realtà è un difetto solo marginale, intanto perché potete castare Netflix dal vostro smartphone (come tutti gli Android TV, anche questo di fatto è un Chromecast), seconda di poi perché potrete comunque installare l'app di Netflix, senza alcuna modifica software, semplicemente scaricando un'app gratuita dal Play Store (Desktop Manager) che andrà ad installare la versione per Android TV di Netflix. A quel punto la avrete in mezzo alle altre app, senza colpo ferire. La sto usando così da oltre un mese, e non ho mai avuto il benché minimo problema, ed i contenuti vengono riprodotti fino in 4K ed anche con audio Dolby Atmos (se disponibile).

Qualche altra nota in ordine sparso, prima di dimenticarmene:

  • I tempi di avvio sono rapidissimi, nell'ordine dei 5 secondi, a patto che abbiate spento il proiettore tramite l'apposita funzione del telecomando (che di fatto lo manda in standby). Se invece aveste staccato l'alimentazione dovrete rifare il boot di Android TV da zero, ed in quel caso ci vorrà circa il triplo del tempo.
  • Regolazione del trapezio, zoom e messa a fuoco sono altrettanto rapidi, nell'ordine dei 5-10 secondi totali, a seconda di quanti ne avrete selezionati. In ogni caso non siete obbligati ad eseguirli ad ogni avvio.
  • L'audio è davvero di qualità. Che sia merito o meno di Harman-Kardon, siamo di fronte ad un sonoro superiore alla media dei televisori, ma non al pari di una buona soundbar. Lo potrete anche usare come speaker Bluetooth comunque, volendo, perché c'è anche la potenza a riempire bene una stanza di grandi dimensioni. Ci sono anche alcuni preset (film, sport e musica, non personalizzabili).
  • L'esperienza Android TV è ottima, senza sbavature, né rallentamenti. Ci sono tutte le app del Play Store (ovvero tutti i principali servizi di streaming ad esclusione di quelli di Sky), ed il sistema è fluido. Abbiamo anche giocato con piacere a Stadia e GeForce Now, senza ritardi o difetti particolari imputabili al proiettore.
  • Ottima anche la riproduzione di contenuti locali, magari da pendrive. Unico problema che abbiamo avuto: i file con DolbyVision, che infatti non è tra i formati HDR supportati nativamente (HDR10, HLG).
  • Non c'è upscaling dei contenuti SDR: a bassa risoluzione sono, e tali resteranno, nel bene e nel male.
  • Il MEMC funziona bene: abilitandolo, anche a livello basso (regolabile su 3 livelli) vedrete la differenza in termini di fluidità. Lo sconsigliamo comunque nella visione di un film, mentre lo abbiamo molto gradito lato ludico. In ogni caso è tutto personalizzabile, in modo che ciascuno possa fare come vuole.
  • Le varie opzioni di configurazione (immagine, suono, trapezio ecc.) sono tutte raggiungibili velocemente, anche se quelle per le immagini in particolare potrebbero essere meno macchinose. Ad esempio, andando a modificare una opzione nella modalità "film" ritrovo quello stesso valore impostato anche nelle altre modalità, mentre avrei preferito che ciascuna fosse separata, in modo da non doverle ri-modificare ogni volta.
  • Tutte le prove sono state fatte con proiezione su parete. In base alla mia esperienza (e non solo), l'utilizzo di un pannello apposito cambia moltissimo la resa, ed è un accessorio da tenere di conto.

Prezzo

Il prezzo di Horizon Pro è di 1.699€. C'è anche una versione full HD, che dovrebbe essere identica in tutto il resto, per 1.099€. Non è una cifra economica, ma prima di giudicarlo male, guardate quanto costa la concorrenza con queste caratteristiche o cosa offre a questo stesso prezzo.

Purtroppo Amazon è pieno di proiettori che con poche centinaia di euro promettono la luna, ed è facile pensare che una cifra simile sia fuori scala, quando invece non lo è affatto se paragonata a chi di dovere (parlando di brand relativamente economici, questo potrebbe essere un concorrente).

Ed a questo proposito, non fate il parallelo con un normale televisore, perché come abbiamo già avuto modo di evidenziare sono due cose diverse.

Foto

Giudizio Finale

XGIMI Horizon Pro

XGIMI Horizon Pro è un buon proiettore 4K, che di notte trasformerà il vostro salotto in un cinema casalingo. Immagini enormi (fino a 300 pollici), ultra definite (sorgente permettendo), audio potente e ricco, supporto per HDR ed anche video 3D. Android TV poi gira benissimo, e vi permette di usare il proiettore con la massima semplicità, senza alcuna sorgente esterna. Peccato che la luminosità massima non sia tale da rendere il proiettore pienamente godibile anche di giorno, altrimenti potevate buttare la vostra TV!

Sommario

Confezione 7

Costruzione 8.5

Telecomando 8

Hardware 8

Esperienza d'uso 8.5

Prezzo 7

Voto finale

XGIMI Horizon Pro

Pro

  • Eccellente dettaglio (con la giusta sorgente)
  • Android TV (+Chromecast)
  • Tanti automatismi per regolare la proiezione
  • Audio più che buono

Contro

  • Luminosità non del tutto sufficiente di giorno
  • Contrasto non troppo elevato
  • Non certificato Netflix (ma facilmente aggirabile)
  • Alcune opzioni di configurazione un po' macchinose

Nicola Ligas
Nicola Ligas Nicola scrive, e parla. Molto. Solitamente non nello stesso momento. Spesso parla di ciò che scrive, e scrive di ciò di cui parlerà. No, Nicola non è un bambino di 6 anni, anche se non gli dispiacerebbe tornare a quell'età.

Commenta