Xiaomi Mi Notebook Air 13: il fratellone più potente. La recensione (foto e video)

Nicola Ligas
Nicola Ligas

Dopo aver provato il modello da 12,5'', non potevamo esimerci dal testare anche Xiaomi Mi Notebook Air 13, il fratello maggiore più potente, che sembra sia una scelta quasi obbligata se la cifra richiesta rientrasse nel vostro budget. In realtà non è così, perché pur condividendo molti aspetti, i due notebook di Xiaomi sono anche abbastanza diversi in alcuni aspetti chiave. Qui sotto abbiamo volutamente accelerato sui punti comuni, rimandandovi alla recensione del modello da 12''.

PRO

  • Prestazioni solide
  • Portabile e ben costruito
  • Schermo sempre bello (ma lucido)
  • Touchpad pregevole

CONTRO

  • Tastiera sotto tono e non italiana
  • Ancora un po' poche porte
  • Autonomia
  • Prezzo meno irresistibile

Costruzione e portabilità

Nulla da dire: i due Mi Notebook Air sono praticamente identici sotto l'aspetto costruttivo, ed anche passando ad un più grande 13,3'', il peso rimane contenuto in 1,250 Kg, che è un ottimo valore per un portatile con scocca metallica (ma rimane comunque l'impressione che il metallo impiegato da Xiaomi non sia troppo "spesso").

Peccato che sia stata aggiunta una sola porta USB in più rispetto al precedente modello: su entrambi c'è fin troppo spazio sprecato sui fianchi. Strano poi che il jack audio sia stato arretrato fino al centro della fiancata, anziché trovarsi in prossimità della parte frontale come sul portatile più piccolo.

Tastiera

Anche sotto questo fronte non cambia praticamente nulla. Tastiera ad isola, con obbligatorio layout americano, e con tasti un po' molli ai bordi e retroilluminazione sufficiente ma non esaltante. Touchpad invece di maggiore qualità, in vetro, molto scorrevole, preciso, con gesture personalizzabili e clic non troppo duro né eccessivamente morbido.

Hardware

Il modello da 13'' di Mi Notebook Air eleva abbastanza l'asticella delle specifiche, pur senza toccare vette inarrivabili:

  • Schermo: 13,3'' IPS full HD
  • CPU: Intel Core i5-6200U
  • GPU: Intel HD Graphics 520 + NVIDIA GeForce GTX 940MX (1 GB GDDR5)
  • RAM: 8 GB LPDDR4
  • Memoria interna: 256 GB SSD PCIe (+ slot aggiuntivo)
  • Connettività wireless: Wi-Fi dual band, Bluetooth 4.1
  • Porte: 1x HDMI, 2x USB 3.0, 1x USB Type-C (alimentazione), 1x jack audio
  • Webcam: HD
  • Batteria: 40 Wh
  • Peso: 1,25 Kg
  • OS: Windows 10 Pro

Volendo fare un parallelo con Apple, il modello da 12'' è un Air, questo da 13'' è un Pro. Ovvero, processore di classe Core, con architettura Skylake, e GPU dedicata NVIDIA, anche se nessuno dei due è certo uno top di gamma della rispettiva categoria. La RAM di sistema passa ad 8 GB e raddoppia anche lo storage, che diventa anche di tipo PCIe, anche se le sue performance non sempre crescono di conseguenza (vedi benchmark sotto). Trovo antipatico che non sia stato aggiunto anche un slot SD.

Nel complesso quindi una macchina più completa, desinata appunto a chi abbia esigenze di performance maggiori, ma che vi costringerà anche a fare qualche rinuncia.

Prestazioni e software

Indubbiamente quindi, le prestazioni di questo Mi Notebook 13 sono superiori a quelle del fratellino, sotto praticamente ogni punto di vista. Il Core i5 rispetto all'm3 ha senz'altro una marcia in più, e Geekbench lo evidenzia bene, mentre sul fronte grafico la GTX 940MX non è tanto desinata a trasformarlo in un portatile gaming (cosa che non è) quanto a dare maggiore respiro a quei professionisti che lavorino di grafica/video, aiutandoli così ad alleggerire la CPU e velocizzare le operazioni con i vari Premiere, AutoCAD, grafica 3D ecc.

Anche l'SSD, nel passaggio da SATA a PCIe, riesce a triplicare la velocità di lettura, il che è senz'altro encomiabile, peccato che scenda invece quella in scrittura, cosa che magari non noterete di per sé, dato anche l'aumento generale del resto delle specifiche, ma che ci è comunque dispiaciuto constatare dai testi di Crystal Disk (Mi Notebook Air 12 arriva a quasi 500 MB/s in scrittura).

  • PC Mark 8 Home accelerated: 3.150
  • PC Mark 8 Creative accelerated: 3.717
  • PC Mark 8 Work accelerated: 4.307
  • 3D Mark 11 P: 2.600
  • 3D Mark 12: 6.270 (Sky Diver)
  • Geekbench 32-bit: 3.360 single-core / 6.200 multi-core
  • Geekbench GPU: 15.255 (Intel) / 26.750 (NVIDIA)
  • Crystal Disk Mark: 1550 MB/s lettura - 312 MB/s scrittura

Rimane molto buono il contenimento delle temperature sui core, dove non si superano i 70°, ma la realtà dei fatti è che il boost di performance lo noterete davvero solo se avete esigenze lavorative particolari, che tengano impiegate a lungo le risorse del sistema, perché nella semplice navigazione web, magari senza eccedere nel numero di tab aperti, non è che ci sia chissà che distanza tra i due Xiaomi Mi Notebook. Questo anche perché, nel complesso l'impressione che abbiamo avuto è che il modello più piccolo "spremesse" meglio l'hardware (confrontate ad esempio di testi di PC Mark, che non sono poi così distanti tra i due notebook).

Inoltre sia chiaro che l'aggiunta di una GPU dedicata vi permette sì maggiori possibilità di gioco, ma comunque entro certi limiti, e che non potrete certo giocare ad uno dei titoli più moderni senza scendere a pesanti compromessi. Come già detto poco sopra infatti, l'aggiunta di una GPU dedicata è più da intendersi in ambito lavorativo che non ludico, fermo restando che ne beneficia anche quest'ultimo.

Schermo

Nulla di più da dire rispetto al modello da 12''. Un aumento di 0,8'' di diagonale non è sufficiente a far notare eccessivamente la minore definizione, e per il resto lo schermo IPS full HD rimane valido, sebbene un po' prono ai riflessi.

Autonomia

Questo è il più grande punto debole di Mi Notebook Air 13. I nostri test stress si assestano sulle due ore con luminosità al 100% e soprattutto non superano le 7 ore con test di sola lettura e luminosità al 50%; ben lontani dalle oltre 9 ore dichiarate da Xiaomi. Nella pratica siamo arrivati alle 4-5 con uso medio ufficio / video e contenimento della luminosità, ma sinceramente avremmo sperato in qualcosa di più. Vero è che c'è stato un aumento hardware non indifferente, ma siamo ancora di fronte ad un dispositivo molto portatile (anche l'alimentatore è poco più grande di quello del modello da 12''), che quindi avrebbe senz'altro beneficiato da una maggiore autonomia.

Prezzo

Non essendo ufficialmente in vendita in Italia, come del resto tutti i prodotti Xiaomi, dovrete rivolgervi a store di terze parti per l'acquisto di Mi Notebook Air. Noi l'abbiamo preso da Topresellerstore, dov'è disponibile per 999€, e tra l'altro ci è stato consegnato con Windows 10 già in Italiano, togliendovi così una piccola bega in più. Nel complesso comunque il prezzo è buono, anche se siamo già in una fascia di ancor maggiore concorrenza, dove trovare alternative, magari ufficialmente vendute da noi, diventa ancor più facile.

Foto

Giudizio Finale

Xiaomi Mi Notebook Air 13

Xiaomi Mi Notebook Air 13 è la risposta a chi voglia maggior performance rispetto al modello più piccolo, senza rinunciare alla portabilità. Non siamo comunque di fronte ad un "top di gamma", e le prestazioni non solo incidono sensibilmente sull'autonomia, ma si fanno un po' sentire anche nel prezzo. Nel complesso rimane un'ottima alternativa, alla quale però (scusate il gioco di parole) non mancano alternative, e che nel complesso riesce quindi ad essere un po' meno convincente del modello più piccolo; fermo restando che, tra i due, è questo il modello da scegliere se voleste quanto di più potente i portatili di Xiaomi abbiano da offrire.

Sommario

Costruzione e portabilità 8.5

Tastiera 7.5

Hardware 8.5

Prestazioni e software 8.5

Schermo 8

Autonomia 7

Prezzo 7.5

Voto finale

Xiaomi Mi Notebook Air 13

Pro

  • Prestazioni solide
  • Portabile e ben costruito
  • Schermo sempre bello (ma lucido)
  • Touchpad pregevole

Contro

  • Tastiera sotto tono e non italiana
  • Ancora un po' poche porte
  • Autonomia
  • Prezzo meno irresistibile

Nicola Ligas
Nicola Ligas Nicola scrive, e parla. Molto. Solitamente non nello stesso momento. Spesso parla di ciò che scrive, e scrive di ciò di cui parlerà. No, Nicola non è un bambino di 6 anni, anche se non gli dispiacerebbe tornare a quell'età.

Commenta