8.3

Recensione Xiaomi Mi Robot Vacuum Mop P (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Xiaomi Mi Robot Vacuum Mop P

Xiaomi ha per lungo tempo dominato il mercato dei robot aspirapolvere con i suoi due primi modelli economici. L’azienda che ha realizzato questi modelli, Roborock, ha poi deciso di proseguire per la sua strada con vari prodotti a suo brand, salvo poi tornare ora con un nuovo robot Xiaomi, il nuovissimo Mi Robot Vacuum Mop P (dove la P sta per Pro).

LEGGI ANCHE: Migliori robot aspirapolvere

All’interno della compatta confezione in cartone troviamo il robot, il cassetto dello sporco da 550ml già montato al suo interno, due spazzole laterali (di cui una di scorta), il “piatto” da agganciare sotto al robot e a cui agganciare uno dei due panni e un secondo cassetto interno, che diminuisce nettamente lo spazio per lo sporco aspirato, dando però spazio all’acqua per la pulizia con il panno umido dei pavimenti. Non manca ovviamente la base per la ricarica, molto compatta e che potrete posizionare a piacimento, anche sotto ai mobili più alti considerando che il robot non è abbastanza basso.

Il robot si presenta con un design molto semplice e simile ai precedenti robot aspirapolvere di Xiaomi. Abbiamo una torretta che contiene i sensori laser (LDS) per la navigazione nella casa e il coperchio si apre sollevandolo per lasciare l’accesso al cassetto dello sporco e all’accessorio per aiutare nella pulizia della spazzola. Frontalmente abbiamo il classico paraurti ammortizzato mentre inferiormente trova spazio la spazzola di aspirazione principale che alterna parti in gomma a setole, per massimizzare la pulizia. La sua larghezza è nella media e come detto c’è la classica singola spazzola laterale che aiuta a spingere lo sporco proprio sotto il punto di aspirazione. Sempre presenti i sensori anticaduta. Le ruote gommate garantiscono una buona navigazione, permettendo di salire anche sui tappeti più spessi.

Questo robot aspirapolvere è stato più volte attaccato in alcune prove all’estero per un difetto di realizzazione che faceva gocciolare l’acqua della tanica all’interno del robot stesso. Noi abbiamo verificato come effettivamente una volta riempita la vaschetta d’acqua questa tenda a gocciolare leggermente, ma una volta montata al suo posto non ha perso acqua all’interno del robot, ma l’ha distribuita correttamente sul panno.

La prima configurazione si può fare con semplicità tramite l’applicazione Xiaomi Home per smartphone e il robot è pienamente compatibile con i server europei, garantendo quindi tempi di risposta contenuti. Una volta conclusa la configurazione avremo sullo smartphone un completo centro di controllo per il nostro robot e con una pulizia completa avrete a disposizione anche l’intera mappa della casa, grazie al sistema di navigazione LDS. Una volta creata la mappa dal menù delle impostazioni sarà possibile suddividere le stanze per correggere eventuali errori dell’automatismo. Allo stesso modo potrete anche impostare delle zone vietate o dei muri virtuali, ma non specificare separatamente aree in cui non passare il panno bagnato. Nel caso lo doveste installare dovrete avere voi cura di aggiungere delle aree vietate.

Dalla schermata principale potrete avviare la pulizia, scegliendo fra quattro livelli di potenza e, se avete montato il cassetto dell’acqua se avviare solo il lavapavimenti o aspirazione e lavapavimenti. Per quanto riguarda il lavapavimenti, che ricordiamo in realtà è più simile al passare un panno umido che a un vero lavaggio approfondito, potrete scegliere tra 3 flussi d’acqua, fra basso, medio e alto. Con un flusso medio vi servirà comunque un refill a metà pulizia di una casa di circa 100 mq quadri.

Nelle impostazioni troverete anche altre voci, come la possibilità di abilitare la programmazione delle pulizie (anche di singole stanze) o se abilitare, solo per una volta, la pulizia dei bordi o una doppia pulizia. Ci sono poi gli orari di non disturbare e la possibilità di abilitare la voce, regolare il suo volume e la lingua. È presente la lingua italiana con una curioso forte accento, che rende il robot molto umano.

Per quanto riguarda la pulizia è possibile ovviamente pulire una o più stanze specifiche, oppure disegnare un’area specifica in cui eseguire la pulizia. Il software è quindi completo, al pari di molte altre soluzioni anche più costose di Xiaomi e della concorrenza.

In termini di pulizia questo Xiaomi Mi Robot Vacuum Mop P (STYTJ02YM) è nella media dei precedenti modelli Xiaomi, ovvero buona con i suoi 2100 Pa, seppur non più al top di gamma in questo 2020. È comunque ampiamente in media per la sua fascia di prezzo e per livelli di pulizia ancora superiore si dovranno spendere anche svariate centinaia di euro in più. Il sistema di passaggio del panno umido è però interessante perché il robot compie un movimento a Y andando avanti e indietro, riproducendo una sorta di strofinamento del panno sul pavimento.

L’autonomia di questo robot è discreta, ma non entusiasmante. Per una casa di 100 mq la prima pulizia alla cieca (ovvero quella in cui mappa la casa) ha richiesto due passaggi. Il robot è tornato alla base, si è caricato e dopo un paio d’ore è ripartito. Una volta che ha conoscenza della casa i tempi si accorciano: per la suddetta casa di 100 mq impiega circa 80 minuti (in media) lasciando comunque poca batteria residua se utilizzato alla potenza media (ovvero il livello 3 su 4).

Questo Xiaomi Mi Robot Vacuum Mop P è un prodotto che sostituisce egregiamente i precedenti modelli Xiaomi. Non arriva ad essere valido come un Roborock S5 Max o S6, ma costa anche decisamente meno, confermando un giusto posizionamento per il suo prezzo. L’applicazione è completa e il robot si fa valere in tutti i suoi campi più importanti, come pulizia, navigazione, funzioni e silenziosità, rimanendo un po’ indietro solo sull’autonomia.

Xiaomi Mi Robot Vacuum Mop P (STYTJ02YM) è disponibile a 329€ sul sito HomeCleaner, una nuova realtà interamente dedicata al mondo della domotica e della pulizia smart.

5€ di sconto su spese di almeno 80€. CODICE: SMARTWORLD5

Giudizio Finale

Xiaomi Mi Robot Vacuum Mop P

8.3

Xiaomi Mi Robot Vacuum Mop P

Mi Robot Vacuum Mop P di Xiaomi è il successore che ci aspettavamo per la famiglia di robot per la pulizia Xiaomi. Pulisce a dovere, naviga bene all'interno della casa e ha anche un sistema per passare il panno umido in modo più incisivo rispetto al passato. Il prezzo lo pone poi a metà fra gli economici e i prodotti al top, offrendo comunque un'esperienza molto completa sotto svariati aspetti.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Mappa la casa e la divide in zone
  • Buona aspirazione e navigazione
  • App completa
  • App e voci in italiano
Contro
  • Il cassetto dell'acqua gocciola nel tragitto fino al robot
  • Il cassetto dell'acqua potrebbe dover essere riempito durante la pulizia
  • Non si possono escludere zone per il solo lavaggio
  • Luca F.

    Ciao Emanuele, grazie per l’interessante recensione.
    Ho un paio di dubbi: questo robot, puó prima aspirare e poi lavare in automatico? E’ che non ho capito se il contenitore dell’acqua ha anche il filtro per lo sporco o solo é per l’acqua… Per esempio, se voglio che prima aspiri e poi lavi il pavimento, devo aspettare che finisca il ciclo di aspirata, togliere il contenitore dello sporco e inserire il contenitore dell’acqua?
    Un’altra cosa: perché dici che é compatibile con i server italiani? Non deve semplicemente collegarsi al Router e poi al cellulare? Te lo chiedo perché io vivo in Messico e non vorrei che non fosse compatible da queste parti… Tu sapresti darmi qualche informazione a riguardo?
    Grazie per l’attenzione! Ciao. Luca