Recensione Xiaomi Mi Smart Clock: il mini Google Home con display

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Xiaomi Mi Smart Clock

Xiaomi è sicuramente una delle aziende più attive nel mondo della casa smart. Oggi vi parliamo del suo primo prodotto con Google Assistant integrato.

PRO

  • Alcune funzioni pratiche
  • Adatto per il comodino
  • Vari quadranti personalizzabili
  • Prezzo accessibile

CONTRO

  • Non si possono vedere video
  • La base scivola un po'
  • Schermo non di alta qualità
  • Audio solo nella media

Si chiama Xiaomi Mi Smart Clock e come si capisce dal nome (e anche ad una prima occhiata) è un "piccolo" orologio da scrivania o comodino. È ovviamente un prodotto totalmente digitale e alimentato a corrente (niente batteria, consumerebbe troppo).

Lo schermo è da 3,97" ed è di qualità media. Va bene per un ambiente domestico per cui è pensato, ma guadandolo di taglio si capisce subito che si poteva fare qualcosa di più in questo senso. Per fortuna la sua luminosità minima è sufficiente per consideralo un vero prodotto da comodino, come già i suoi fratelli maggiori Nest Hub. È dotato ovviamente di Wi-Fi e una volta configurato tramite l'app Google Home entrerà subito in funzione collegato al vostro account Google.

Ci sono 10 quadranti fra cui scegliere, quasi tutti personalizzabili nei colori e con l'opzione di mostrare anche il meteo corrente. C'è poi anche un quadrante che permette di mettere come sfondo un proprio album di Google Foto. Rispetto ai già citati fratelli maggiori l'interfaccia di Xiaomi Mi Smart Clock invece di levare (come le dimensioni farebbero pensare) aggiunge. Abbiamo infatti un paio di funzioni esclusive come uno spazio in basso che mostra i timer in corso o i promemoria scaduti di recente. In più trascinando dal l'alto verso il basso abbiamo anche alcune scorciatoie. Troviamo per esempio, oltre alle sveglie, anche un timer rapido per un pisolino. C'è anche una luce notturna, che serve ad illuminare per un breve periodo (impostabile) l'ambiente con una luce calda.

Quando la luce ambientale sarà al minimo potrete scegliere se far sì che rimanga il quadrante scelto, ne appaia uno minimale per ridurre la luce emessa oppure lo schermo si spenga del tutto. È possibile ovviamente (come accennato) usarlo come sveglia e ci sono varie suonerie fra cui scegliere. Tra le funzioni a cui potrete accedere c'è quella per fare chiamate vocali con Duo, vedere il flusso delle telecamere di sicurezza (anche se forse solo Xiaomi visto che le nostre non siamo riusciti a vederle) e ascoltare musica. Per questo scopo sappiate che la qualità audio è solo sufficiente. Poco meglio di un Nest Mini. Non si possono vedere invece video. Ok che lo schermo è piccolo ma sarebbe comunque stata una funzione simpatica, magari per vedere un video-podcast o un'intervista mentre si fa altro.

Un'altra piccola critica è alla qualità costruttiva: il design è semplice e divertente e alla fine non ci ha infastidito troppo l'utilizzo di plastiche economiche. Non ci ha convinto però la gomma alla base: non fa abbastanza presa e a volte interagendo con le mani si finisce per muovere il Mi Smart Clock sul comodino. Meglio aggiungere qualche altro materiale per fare più presa.

Uno dei punti forti di Xiaomi Mi Smart Clock è il suo prezzo: 59€, ovvero lo stesso di un Nest Mini (che però non ha un display, limitando di molto le funzionalità). Certo quest'ultimo si trova a prezzi molto inferiori, ma anche Mi Smart Clock ha le sue offerte. Per esempio quella a 49€ su Homecleaner.

Giudizio Finale

Xiaomi Mi Smart Clock

Xiaomi Mi Smart Clock è un prodotto simpatico e anche utile, con un paio di chicche che abbiamo molto apprezzato. Non è sicuramente il prodotto Google Home definitivo, ma al suo prezzo è un ottimo punto di partenza (e anche un ottimo regalo probabilmente).

Voto finale

Xiaomi Mi Smart Clock

Pro

  • Alcune funzioni pratiche
  • Adatto per il comodino
  • Vari quadranti personalizzabili
  • Prezzo accessibile

Contro

  • Non si possono vedere video
  • La base scivola un po'
  • Schermo non di alta qualità
  • Audio solo nella media

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Mostra i commenti