Xiaomi Mijia Mi Sphere 360, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Poteva un'azienda come Xiaomi rimanere fuori dal gioco dei contenuti sferici? Ovviamente no, considerando che non è tenuta fuori dal mondo di mattoncini, dei NAS di rete o delle lampadine.

PRO

  • Robusta e tascabile
  • App semplice da utilizzare
  • Impermeabile
  • Buona autonomia

CONTRO

  • Qualche bug nell'app
  • La qualità è ancora solo nella media
  • Qualche voce in cinese nell'app
  • Il supporto non trova alloggio nella custodia

Confezione

La confezione contiene un cavo USB-microUSB per la ricarica, un supporto/treppiede e la telecamera stessa. Comoda la custodia di cui si viene omaggiati: purtroppo non permette di riporre anche il supporto in dotazione ma è comunque di buona fattura e con una chiusura rigida per impedire che la Mijia Mi Sphere "scappi" fuori.

Costruzione ed Ergonomia

La videocamera Mijia a 360° è realizzata con un form factor unico. È piatta e rettangolare. Molto più comoda di tutte le altre videocamere da portarsi appresso, perché può entrare in tasca o anche nel taschino. Lo svantaggio è che non può essere tenuta in mano senza rovinare la ripresa. Con il supporto/treppiede in dotazione però è possibile tranquillamente sorreggerla e utilizzarla anche a piedi. Decisamente non male questa sua flessibilità. In più il frame è realizzato in metallo rendendola di fatto robusta. Da non tralasciare il fatto che sia resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP67. Potrete quindi utilizzarla anche in spiaggia o nei giorni di pioggia.

Sulla parte superiore troverete i tasti fisici in metallo: accensione, Wi-Fi e tasto di scatto. Semplicissimo. Sul lato troviamo invece l'ingresso microUSB per la ricarica/scambio dati e un ingresso microSD.

Qualità e funzioni

La videocamera Mi Sphere di Xiaomi ha due funzionalità principali: scattare foto e registrare video. Tutte le eventuali (poche) variazioni sul tema vanno gestite tramite software. Il tasto Wi-Fi permette di generare una rete Wi-Fi a cui connettersi da telefono per controllare la videocamera a distanza. La qualità è buona: le foto vengono scattate a 16 megapixel e i video vengono registrati in risoluzione 3.5K. La definizione è all'altezza, il calcolo dell'esposizione è corretto (per come lo si possa considerare in uno scatto sferico) e anche l'audio registrato ha una buona qualità. Non si tratta ovviamente di una qualità così alta tanto da poter essere paragonata con quella di una videocamera non sferica, ma nel parco delle videocamere a 360° si difende bene. Ci teniamo comunque a chiarire che i servizi di upload attuali, come Youtube e Facebook fanno ancora un pessimo lavoro di compressione nei confronti di questi file.

Se non vedete la foto a 360° dovete prima farci click sopra per aprirla in un altro tab.

App

L'applicazione gratuita per controllare la Mijia Mi Sphere 360 è scaricabile gratuitamente su Android e iOS. Per iniziare a utilizzarla vi basterà connettervi alla Wi-Fi generata dalla videocamera, perdendo però così la vostra connessione ad internet. La connessione è stabile a anche a svariati metri di distanza non abbiamo avuto problemi. È possibile guardare in tempo reale l'inquadratura dell'obiettivo, anche quando la Mi Sphere sta registrando un video. Ovviamente potrete modificare risoluzione, esposizione, ISO e altre opzioni minori, oltre che il tempo di scatto, fino a 32 secondi, per scatti notturni.

Da qui è poi possibile rivedere rapidamente gli scatti e le foto realizzate. Queste ultime vengono scaricate direttamente all'apertura, mentre per i video bisogna premere sul tasto dedicato. Una volta scaricate è possibile guardarsi attorno scorrendo con il dito o con l'accelerometro. È poi possibile dividere lo schermo in due per riguardarle in VR con un visore/cardboard. Potrete poi guardarle in forma sferica, creare "mini-mondi" o in modalità panoramica. Per quanto riguarda i video c'è anche un piccolo editor video (solo Andorid) per tagliare i vostri contenuti, aggiungere filtri o musica. Su Android l'esportazione diretta dei video sui social non è possibile e dovrete quindi salvarlo dall'editor e taggarlo correttamente con uno dei vari software gratuiti sul Play Store (o tramite software di editing su PC). Per le foto invece vi basterà condividerle dall'app di Mijia per renderle a 360° su qualsiasi piattaforma compatibile.

Nonostante qualche piccolo bug di gioventù abbiamo però apprezzato molto la semplicità di funzionamento di questo software, rendendo abbastanza intuitivo ciò che solitamente è invece un po' all'opposto per i contenuti a 360°.

Autonomia

La batteria da 1600 mAh garantisce fino a 75 minuti di registrazione video, probabilmente più di quanto riuscireste a far stare in una microSD (si tratta pur sempre di circa 300MB al minuto).

Prezzo

Xiaomi Mijia Mi Sphere 360 è disponibile a 232€ su Gearbest, uno dei prezzi di lancio più bassi che si siano mai visti per un prodotto simile.

Foto

Giudizio Finale

Xiaomi Mijia Mi Sphere 360

Xiaomi ha piazzato un altro buon colpo in un campo in cui non aveva ancora neanche "provato". Mijia Mi Sphere è tascabile, semplicissima da utilizzare e dalla qualità buona (nel parco delle piccole videocamere sferiche).

Sommario

Confezione 7

Costruzione ed Ergonomia 9

Qualità e funzioni 7.5

App 8

Autonomia 8

Prezzo 8.5

Voto finale

Xiaomi Mijia Mi Sphere 360

Pro

  • Robusta e tascabile
  • App semplice da utilizzare
  • Impermeabile
  • Buona autonomia

Contro

  • Qualche bug nell'app
  • La qualità è ancora solo nella media
  • Qualche voce in cinese nell'app
  • Il supporto non trova alloggio nella custodia

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.

Commenta