Xiaomi R1D router/NAS da 1TB, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Ormai non sappiamo più quante volte abbiamo detto che Xiaomi è l'azienda da cui potete aspettarvi qualsiasi tipo di dispositivo e la lista delle recensioni Xiaomi del nostro sito lo conferma. Fra i prodotti dell'azienda più apprezzati e che non avevamo ancora avuto modo di provare ci sono sicuramente quelli per il networking. Proviamo oggi Xiaomi R1D, il primo router-NAS dell'azienda.

R1D si presenta in una forma molto compatta (largo appena 6,4 centimetri e alto appena 16,8 centimeri) e un peso anch'esso contenuto (552 grammi) e un design moderno e discreto. È disponibile solo nella versione nera e nella parte alta le fessure servono a far "respirare" il router. Non ci sono tasti di accensione, ma solo un led frontale ad indicare lo stato. Sul retro troviamo la connessione per l'alimentazione (con presa cinese), una porta ethernet per collegarsi al proprio modem e due uscite ethernet per i propri dispositivi: un po' poche ma era prevedibile per la dimensione del prodotto. Abbiamo poi anche una porta USB. Il processore è un Broadcom dual core da 1 GHz e abbiamo 256 MB di RAM. La velocità massima raggiungibile in Wi-Fi (standard AC) è di 1167 Mbps.

Una volta fatto accesso alla rete creata (senza password) dal router avrete la possibilità di configurare rapidamente tutte le opzioni più importanti. L'interfaccia è la più chiara mai vista su di un router, adatta sia agli esperti che ai neofiti, ed è in inglese. Questa è veramente una grande novità per una azienda come Xiaomi che raramente punta al mercato internazionale. Attenzione però a non aggiornare il firmware, o perderete la lingua inglese (che sarà comunque sempre presente nell'app per smartphone). Nel caso doveste fare il nostro stesso errore ecco il firmware 2.6.103 internazionale. Prego. Per i più smanettoni c'è anche DD-WRT.

Ma torniamo a parlare dell'interfaccia web, vera delizia per qualsiasi utente esperto abituato ormai a lavorare su router con interfacce spesso non degne di questo nome. L'interfaccia si aggiorna in tempo reale per mostrare il consumo di banda e di CPU, mostrando anche quali dispositivi sono connessi e quali stanno facendo più traffico. Da questa interfaccia potrete poi gestire le reti Wi-Fi (separate per 2.4 e 5 GHz), compresa la rete per gli ospiti con vari limiti impostabili. C'è poi infine un menù dedicato al disco interno. Sì, perché R1D di Xiaomi è anche un NAS e viene venduto in bundle ad un disco da 1TB. Questo disco potrà essere riempito a vostro piacimento e in caso utilizzato per i contenuti multimediali per guardare in streaming i vostri film sulla vostra TV DLNA compatibile.

Le opzioni che troverete sono quelle giuste e riguardano i permessi dei singoli dispositivi connessi, l'assegnazione degli IP, la potenza del segnale Wi-Fi, la configurazione della VPN e l'aggiornamento firmware (vi abbiamo già detto di non toccarlo, vero?).

PRO

  • Ricco di funzionalità
  • Disco da 1 TB incluso
  • Ottima app per smartphone
  • Download remoto file torrent

CONTRO

  • Aggiornare vuol dire perdere l'inglese nell'interfaccia web
  • La ventola è più rumorosa della concorrenza
  • Due porte ethernet

Un altro punto vincente sono poi le app per smartphone e per desktop (qui la traduzione di quella OSX). Le seconde permettono di abilitare la funzionalità di download remoto di file torrent direttamente sul disco da 1TB. Ma sono quelle per smartphone a sbloccare il maggior numero di funzionalità. Dopo aver associato il router al proprio account Xiaomi potrete gestire anche a distanza i dispositivi connessi, scegliendo se abilitare la lettura del disco interno o ricevendo una notifica ogni qualvolta questo dispositivo si connetta al router Xiaomi. Buona la gestione del QoS che permette di limitare la banda dei dispositivi in automatico, semi-automatico (assegnando delle priorità ai vari dispositivi) o manuale. Possibilità di gestire il firewall, di fare il backup delle foto e dei video del telefono sul disco del router o programmare lo spegnimento del router o della sola Wi-Fi.

Potrete poi utilizzare anche se vorrete la porta USB per fare un backup del contenuto di un altro hard disk o di una chiavetta. Sulla parte superiore è posizionato poi un chip NFC per far connettere rapidamente gli amici alla propria rete domestica. In tutta questa sequela di elogi segnaliamo solo come sia risultato leggermente più rumoroso dell'accoppiata router AVM / NAS Synology che abbiamo provato in concomitanza, questo per colpa della ventola. Il rumore è comunque contenuto, benché più alto dei prodotti appena menzionati.

Concludiamo parlando della potenza della Wi-Fi dual band, superiore a prodotti simili (seppur di poco) e che ci ha garantito una buona stabilità durante tutta la nostra prova.

Potete comprare Xiaomi R1D su Gearbest a 88€ con spedizione dall'Europa.

Giudizio Finale

Xiaomi R1D

Xiaomi Router R1D è un prodotto di alta qualità, sicuramente uno dei migliori della storia di Xiaomi. Al prezzo a cui viene venduto è difficile trovare un router migliore e che integri anche un disco da 1 TB. L'interfaccia poi, considerando essere la prima mai realizzata per un router dall'azienda è una delizia e insegna molto alla concorrenza più blasonata.

Voto finale

Xiaomi R1D

Pro

  • Ricco di funzionalità
  • Disco da 1 TB incluso
  • Ottima app per smartphone
  • Download remoto file torrent

Contro

  • Aggiornare vuol dire perdere l'inglese nell'interfaccia web
  • La ventola è più rumorosa della concorrenza
  • Due porte ethernet

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.

Commenta