7 giorni con Firefox: avrei voluto abbandonare Chrome

Nicola Ligas -

Il browser è uno dei software più importanti per me; forse il più importante. Lo uso ogni giorno, più di qualsiasi altro, su desktop, su mobile, 7 giorni su 7, probabilmente 365 giorni all’anno, anche se in un mondo sempre più orientato al digital wellbeing probabilmente non dovrei dirlo.

Sono utente Chrome da anni, più o meno da quando fu lanciato. Non è stato sempre tutto rose e fiori, e soprattutto all’inizio lo affiancavo spesso a Firefox, preferendogli molte volte quest’ultimo; poi ad un certo punto, non ricordo nemmeno più perché, è diventato il mio browser predefinito, e così è stato fino ad oggi.

Guardando oggi la diffusione dei browser in Italia, i dati raccolti da statcounter (novembre 2019) sanciscono una vittoria più che netta di Chrome, con il 64,4%; segue Safari al 18,1% e poi Firefox al 7,12%. Non essendo io né utente MacBook né iPhone, ho quindi deciso di ri-provare Firefox come mio browser principale, con la seria intenzione di sostituirlo a Chrome, se mi avesse convinto.

Firefox si fa amare molto facilmente fin da subito

E la partenza è stata ottima. Firefox è un browser molto attento alla privacy ed alla sicurezza, due temi che non nasconde nell’ennesimo menu di impostazioni, ma che anzi mette in bella vista, in particolare con Firefox Monitor, un servizio che controlla la vostra email alla ricerca di eventuali violazioni di sicurezza di servizi di terze parti nelle quali sia stata coinvolta, e con Firefox Send, una sorta di WeTransfer con crittografia end-to-end, per la condivisione di file fino a 2,5 GB in modo riservato. Inoltre, sempre in tema di protezione, ho trovato molto interessante la funzione che con un clic elimina cookie e cronologia (degli ultimi 5 minuti, 2 ore o 24 ore), oltre a riaprire un browser “pulito”.

Sempre tra le cose che ho apprezzato ci sono la personalizzazione dell’interfaccia, proprio a livello di dove disporre i vari elementi (pulsanti, barra degli indirizzi/ricerca ecc.), la modalità lettura e la bellissima funzione di cattura schermata, che permette con un clic di catturare tutta la pagina, anche quella porzione che non si vede perché dovreste scorrerla. Ah, e giusto per non scoraggiare chi voglia passare da Chrome a Firefox, importare cronologia, password, ed anche cookie e preferiti è questione di un attimo. E con l’account Firefox, tutti questi dati sono sincronizzati da desktop a mobile.

A proposito di mobile, qui le cose si triplicano, nel senso che a fianco di Firefox ci sono Firefox Focus e Firefox Preview. Focus è una sorta di browser in perenne modalità anonima, che non salva alcun dato tra una sessione e l’altra. Perfetto per vedere il web “così com’è”, liberi da cookie e personalizzazioni; oppure per non tenere traccia di ciò che avete fatto. Firefox Preview è invece il futuro di Firefox. Nuova veste grafica, nuove opzioni (le raccolte sono la novità più interessante, anche se hanno quasi più il sapore di una funzione da desktop che non da mobile) ed anche diverse carenze (al momento).

Firefox ha insomma moltissimo da offrire, ed in un pacchetto anche più snello (come consumo di RAM) rispetto a Chrome. A questo proposito ho però notato una maggiore scorrevolezza di Chrome, forse dovuta anche al suo più intenso uso della memoria: scorrendo le stesse pagina su Chrome ho uno scrolling mediamente più fluido, mentre su Firefox si percepisce di più il caricamento dei contenuti. Ma non voglio addentrarmi troppo in un discorso di questo tipo adesso, perché esula dagli scopi di questa prova, che erano puramente pratici.

Userò Chrome, ma non per questo vi raccomando di farlo

Alla fine rimarrò con Chrome per tante piccole ragioni lavorative, perché su alcune azioni che ripeto ogni giorno (ricerca, traduzioni, scorciatoie da tastiera) mi fa oggettivamente risparmiare del tempo, e visto quanto utilizzo il browser alla fine la differenza non è affatto poca. (Nota: al contrario di quanto affermato nel video, esiste un modo per utilizzare la ricerca interna ad un sito su Firefox. Andate sul sito in questione, cliccate con tasto destro sulla sua barra di ricerca del sito, selezionate “aggiungi una parola chiave per questa ricerca”, scegliete una scorciatoia ed a quel punto scrivendo tale scorciatoia nella barra di ricerca, premendo spazio, e digitando quello che volete cercare, utilizzerete il motore di ricerca del sito, e non quello generico. Intuitivo, vero?)

Inoltre su Chrome utilizzo alcune estensioni che su Firefox non ci sono, e se devo dirvela tutta ci sono altre sottili differenze a livello di lettering e stile che mi fanno preferire il browser di Google, forse anche solo per abitudine. (E poi non ci gira Stadia!) Ma sono appunto tutte cose strettamente molto personali. Riguardo Firefox per Android, ho apprezzato di lui la facilità di condivisione e la presenza delle estensioni (grave mancanza di Chrome per Android), ma soprattutto il tab switcher, molto più ordinato e leggibile di Chrome. Un po’ troppo “leggera” (ed è strano!) la gestione della password salvate, che sono tutte visibili a meno che non impostiate una “master password” per inibirne l’accesso.

Se dovessi raccomandare un browser tra i due, probabilmente sarebbe Firefox, soprattutto per le sue opzioni di privacy/sicurezza, che soprattutto per un utente meno smaliziato possono essere molto più importanti che non per “lo smanettone”. E tutto ciò senza andare a scalfire la miriade di altre soluzioni in circolazione, che sono sicuro siano in grado di regalare ciascuna le sue soddisfazioni. Ma anche questo è un argomento che non posso sviscerare ora in poche parole. Ne riparleremo senz’altro in futuro, intanto buona visione del video; io mi sa che devo andare a studiare come si monta un Robomaster S1!

  • T. P.

    alla fine, io torno sempre a chrome…
    con firefox ci provo ma non ci resisto a lungo! 🙁

  • Paolo

    Ci sono due piccoli refusi nell’articolo:
    Ah, e giusto per non scoraggiare chi voglia passare da Chrome a Firefox, importante (invece di IMPORTARE) cronologia,
    e
    Il secondo è una sorta di browser……
    Il secondo è il futuro di Firefox.

    • Corretto, grazie mille 🙂

      • Filippo Giadrossi

        Io continuo a vederlo, gli errori…almeno sulla versione mobile del sito

        • Probabilmente era solo un fatto di cache, a volte ci mette un po’ ad aggiornarsi

  • sav

    Le estensioni sono “solo 11”!? Cosa!?
    Le estensioni su Firefox Mobile non sono assolutamente solo 11, quelle sono le “CONSIGLIATE”. Basta premere su “Estensioni” per ottenere tutta la lista delle migliaia di estensioni

    • Hai ragione, grazie della segnalazione

  • xlollomanx

    Firefox ha il problema di usare malissimo la GPU. È un bug reportato da anni ma mai fixato. Questo causa un alto uso della batteria e alte temperature. Dall’altro lato Chrome implementera il nuovo manifest v3, che potrebbe portare al blocco di tutto gli adblocker su Chrome. Per ora resto su Edge chromium ma se gli adblocker verranno bloccati passerò su Firefox perché un browser senza adblocker non ha senso di esistere.

    • Massimiliano Caniparoli

      Anche con l’ultimo rinnovato motore?

    • Potrei dissentire dall’ultima affermazione, e comunque sembra che Chrome integrerà un suo adblocker. Certo non sarà “potente” come quelli di terze parti, ma per la maggior parte degli utenti dovrebbe andare bene. Il fatto che si possa bloccare tutta la pubblicità, non significa che si debba farlo.

      • Gianluca

        “Il fatto che si possa bloccare tutta la pubblicità, non significa che si debba farlo.” Si, ma vorrei essere io a decidere se e quando farlo, non vorrei che fosse qualcun’altro a farlo per me.
        Capisco che questo va in conflitto con gli interessi economici degli editori e di chi crea contenuti ma purtroppo siamo rimasti troppo scottati dall’uso molesto (e a volte truffaldino) degli spazi pubblicitari, sopratutto su mobile.

      • Aldo

        C’è un evidente conflitto d’interessi e Google lo utilizzerà per bloccare le pubblicità che fanno fanno parte del circuito Google ADB. In questo modo prendi due piccioni con una fava: blocchi la concorrenza e dissuadi gli utenti ad installare un altro Adblock. Contestualizzanzo ai dati del marketshare (oggi 70% di utenza globale) questa cosa dell’adblock integrato fa abbastanza paura.

        Comunque apprezzo molto questi “7 giorni con” e sono sicuro che più avanti tornerai con Firefox.

    • Jianlucah

      Dalla versione 70, su Mac è migliorato tantissimo ma si, convengo con Nicola: purtroppo (o per fortuna) per necessità lavorative Chrome è ancora “migliore”

    • Andrearocca

      se bloccano tutti gli adblock scappo a gambe levate

  • Massimiliano Caniparoli

    Io invece sono su Firefox dal primo momento e difficilmente verrò via (uso comunque Chrome in determinate circostanze).
    Ma chissà c’entrano Macbook e iPhone? Firefox c’è anche lì! 🙂

    • si si, certo che c’è anche lì, io mi riferivo a Safari. Non ho provato Safari perché non ho né macbook né iphone.

      • Massimiliano Caniparoli

        Aaah ecco! 🙂

  • Vuoshino

    Firefox è da qualche mese che ha implementato un sistema di blocco per alcuni certificati ssl che sta minando non poco la visibilitá dei siti internet. Per esempio enoteca costantini che ho creato e dove lavoro da una schermata di avviso se ci si prova ad entrare… Spero vivamente che vada a morire come browser se comincia a minare in questo il lavoro altrui. Ben venga correggere e migliorare il sito ma bloccare senza soluzione o forzare un inutile cambio di certificato mi reca disturbo

    • Gianluca

      non mi ha dato nessun messaggio.

    • HellCod3

      Minare il lavoro altrui? Faccio lo sviluppatore web da 15 anni e non ho mai, dico mai, riscontrato una sola volta un problema simile. E di certificati SSL ne installo parecchi. Il problema non mi sembra nel browser quanto nella configurazione di Apache/Nginx magari…. E frasi come “spero che vada a morire come browser” non sono proprio leggibili…

    • Luca

      Ho fatto login solo per metterti un voto negativo e per fortuna ora si vedono.

  • Darkseid

    Sarebbe interessante la prova con Brave browser!
    Per quanto riguarda Firefox, è un’ottimo browser, però Chrome presenta delle funzionalità veramente molto comode che su Firefox non ci sono oppure sono mal implementate, nonostante io preferisca Firefox perché è più diretto verso la privacy.
    Brave browser secondo me è un’altra alternativa a Firefox, coniuga il meglio dei due insiemi, anche se il solo limite che presenta è il mancato supporto alla sincronizzazione delle password tra dispositivi (es. smartphone e PC).

    • Io l’ho provato per un mese, ogni giorno… Fondamentalmente è Chrome con un bel adblock integrato, ma ha dei problemi che proprio non sono riuscito a sopportare.
      – Non esiste un profilo: io ho 3 dispositivi e sincronizzarli tutti e tre è stato veramente poco pratico
      – I preferiti sui dispositivi sincronizzati si sono sfalsati più volte durante il mese
      – le restrizioni dell’adblock rendono a volte difficile la fruizione di alcuni siti web.

      Bella l’idea, belle le sue funzionalità, ma le abitudini sono dure a morire e se facilties elementari come la sincronizzazione dei dispositivi e metodi d’accesso pratici vengono a mancare è difficile fare lo swap totale

    • lu_to

      la sincronizzazione arriverá sicuramente

  • Carlo Gamna

    Le estensioni sul mobile fanno la differenza in favore di Firefox: ublock (e/o simili) rende la navigazione estremamente più veloce e piacevole rispetto a Chrome, imho.

    • berserksgangr

      Le estensioni non sono più pesanti che avere un Blokada sempre attivo?

      • Carlo Gamna

        Ottima domanda: non lo so perchè non ho mai provato blockada. Dovrei farlo.

      • Biroger

        io blokada l’ho rimosso, si impiantava troppo spesso. molto meglio usare un dns privato secondo me.

        • berserksgangr

          Qualche consiglio?

  • cosmon560

    Google sta implementando il Manifest V3 che inibirà tutti gli adblock.
    Solo questo è un motivo valido per usare Firefox.

    • berserksgangr

      Se sarà davvero il suo futuro, ne perderà davvero tanti di utenti

      • lu_to

        passate a brave

  • Mrz SVRN

    Se usi quella ciofeca di Chrome fai pena, almeno usa Dragon !!!
    Visto cm 6 messo t sconsiglio vivamente di surfare il Web !!!

    • Tom

      Ma “cm 6 messo t” è ancora legale nel 2019, quasi 2020?

      • Mrz SVRN

        Marrecati ad alienare le terga

      • Marco Missere

        Bentornato 2003.

  • lu_to

    io ti consiglierei un “7 giorni con Brave browser!!!”

    • France

      È diventato il mio browser preferito si Android.

  • TheJedi

    Io uso Firefox da sempre e non sono mai riuscito a farmi piacere Chrome.

  • HellCod3

    Utilizzatore di Firefox dal giorno 1… Ublock, PiHole casalingo, modalità sviluppatore ON tutto il giorno… mai un singolo rallentamento o problema… E puntano sempre più forte sulla privacy… Vero che le abitudini sono dure a morire ma ancora qualche tempo, e quel 7% salirà, ne sono convinto. P.S Firefox Send e Monitor sono una figata 🙂

  • Luca

    Uso Firefox da anni, ho usato spesso Chrome e ancora lo uso ma non riesco ad abbandonare Firefox per mille motivi. Per me è superiore a Chrome quasi in tutto.

  • Simone G

    “Per un utente meno smaliziato”… “Smanettone”… quindi Google Chrome è per i veri Hacker eh? Bravo Nicola, continua così.

    • Lo smanettone sa come tutelare la sua privacy a prescindere dal browser che usa. L’utente meno smaliziato no. Per questo, per quest’ultimo, Firefox può essere un consiglio più saggio di Chrome dal punto di vista della privacy.

      • Adriano

        Esattamente di quale privacy stiamo parlando su un browser prodotto da google ?

        • Appunto: meglio Firefox da quel punto di vista. Ci sono comunque diverse estensioni o programmi di terze parti per tutelarsi comunque, ma è più semplice installare un browser alternativo.

  • giaco

    Uso Firefox da quando il pacchetto di installazione per Windows era di soli 5mb e da allora non l’ho mai abbandonato nonostante alcuni problemi di pesantezza del motore geko.
    Con la rivoluzione quantum quei problemi erano sparti ma con loro sia era persa anche la duttilità dell’interfaccia e delle estensioni.
    Mi ci è voluto quasi un anno per riprendermi dalla batosta. Passare da un Firefox personalizzato su misura per me in ogni minimo dettaglio a un Firefox così statico è stato difficile ma per fortuna col tempo gli sviluppatori di estensioni si sono dati da fare e sono riuscito a riavvicinare Firefox alle mie esigenze (anche se ancora non del tutto purtroppo).
    Ora lo uso anche sullo smartphone, e ho cancellato Chrome, da quando hanno aggiunto delle ottime estensioni e soprattutto l’autofill delle password con la convergenza firefox-keepass-android.
    Lunga vita a Firefox e all’open source!

    • bepper89

      Scusa, come fai a fare la convergenza firefox-keepass?

      • giaco

        Scarica keepass2android, in uno degli ultimi aggiornamenti hanno aggiunto proprio l’autofill delle password su Firefox senza la necessità di altre estensioni (sul desktop Windows serve un estensione ponte tra kepass e Firefox/Chrome). Funziona da Android 8 in poi.

    • Teresa1kiss

      Ho usato per tanto tempo anche io Keepass perchè Open Source, poi spe sfizio ho provato Bitwarden e devo dire che, sempre Open source, è decisamente più avanti. La sincronizzazione, l’interfaccia grafica, l’addon per FireFox, l’immediatezza d’utilizzo me l’hanno fatto preferire 🙂

  • bazzilla

    Una settimana secondo me è poco per una prova orientata ad un ipotetico cambio di scelta di browser.
    Io ho fatto lo stesso tentativo quest’anno, ma esteso a un mese: alla fine sono comunque tornato a Chrome.

    • Essendo un programma che uso moltissimo per lavoro, diciamo che una settimana mi basta. Sono molto combattuto, il problema è che facendo un lavoro che per molte cose è Google-centrico, Chrome avrà sempre un plus che gli altri non avranno, e non certo per demeriti loro

      • Prova Opera, io per uso lavorativo lo preferisco a chrome e firefox e come dicevo sopra , la barra verticale per le chat di whatsapp web e telegram sono utilissime in quanto non ti aprono una pagina ma solo una finestra che si chiude subito dopo averla usato.

  • Apocalypse

    Personalmente ritengo che il migliore era Opera fino a poche versioni fa. Lo scrolling non aveva mai un lag, anche su pagine web senza fine, sempre fluido e veloce, proprio come DuckDuckGo. Da qualche versione su Opera si percepisce invece uno scrolling meno fluido, a differenza di DuckDuckGo che é rimasto perfetto. Ma quest’ultimo offre un’esperienza molto castrata in confronto ad Opera e ad altri browser “storici”.
    Consiglio di provare inoltre Lightning browser, molto semplice ma veloce e senza fronzoli.

    • TheAlabek

      Opera era spettacolare quando usava presto

      • io lo trovo ancora sopra gli altri per l’uso che ne faccio e la comodità di alcune chicche, barra verticale con whatsapp ad esempio.

  • Edoardo M.

    Io ho abbandonato Chrome in favore di Firefox da ormai un anno, sul PC così come sugli smartphone (Android ed iOS). Principalmente, l’ho fatto perché sono stufo di come i miei movimenti vengano usati per lucrarci. Ho sempre apprezzato la politica di Mozilla ma, alla luce di quanto sappiamo sempre più su tracciamento e politiche di Google, ho voluto provare. Sul mobile, Firefox è un mezzo disastro: su Android (Samsung S10) si “dimentica” le schede chiuse e, all’avvio successivo, riapre cose a caso; su iOS, il tema passa da chiaro a scuro e viceversa così, completamente a caso.
    Nonostante ciò, mi piace. Mi piace perché mi fido dell’azienda (sempre con riserve ma, insomma, mi fido sempre più di loro che di Alphabet) e perché, in abbinata con DuckDuckGo, mi permette comunque di fare il 95% delle cose di cui ho bisogno. Nei casi in cui ho necessità di risultati di ricerca perfetti e molto specifici, allora torno a Google (rimane comunque il più efficace) ma, per il resto, l’esperienza è pressoché uguale. E sono contento di essere parte degli utenti Mozilla, perché mi piace la loro politica di sensibilizzazione degli utenti ai rischi della mancanza di privacy.
    Ovviamente, per chi necessita di estensioni particolari o altre cose ottenibili solo con Chrome, per carità, non c’è alternativa, ma, per l’uso che l’utente medio fa della rete Internet, le alternative esistono eccome! Basterebbe seguire solo un po’ meno la mandria…

  • Tiwi

    chrome è il più usato è vero, e forse è anche il migliore sotto tanti aspetti, ma rimangono i soliti problemi tipo consumo ram etc..io da smartphone mi trovo benissimo con il browser samsung..ora devo cercare di passare a firefox su fisso..con questo video mi hai dato lo spunto

  • Vash83

    Io sono utente Firefox ancora da quando si chiamava Firebird, quindi dalle prime versioni. Ad oggi con alcune estensioni è il mio browser predefinito, ma sono sincero, nel mio lavoro di ogni giorno uso un po’ tutti i browser. Sono consulente sistemista IT ed uso molto anche Office 365, quindi uso molto anche Edge, Chrome per i vari admin panel tipo VMware vCenter e poi uso spessissimo un altro browser che su Android è diventato il mio default, si chiama Brave.

  • gamor

    su desktop Firefox>>>>>>Chrome. non scherziamo.

    • Marco Missere

      E su Android ancora di più.

  • Steve

    firefox sta a chrome come telegram a whatsapp, rosikate degli utenti (di telegram prima e firefox ora)

  • Ingorante

    Io ho abbandonato Chrome per Opera… il browser, non il carcere!

  • io uso opera abbandonato chrome da un bel pò.. la barra verticale con whatsapp integrato a lavoro mi torna utilissima, e in ambito lavorativo mi funziona meglio su certi siti con certificati, poi lo sincronizzo tranquillamente tra i vari pc con il solito account, per le estensioni si possono usare anche quelle di chrome se non ci fosse quella sul proprio store, anche la gestione della barra dei preferiti la trovo migliore.

  • Marco Missere

    Fierissimo utilizzatore (quasi) esclusivamente di Firefox su Linux (qui ultimamente sto utilizzando di più GNOME Web a dire la verità), Windows e Android da anni <3

  • Danilo

    il browser web è quel pezzo di software dove passa quasi tutta la nostra vita privata e non, andrebbe scelto con molta cura, così come le tastiere virtuali degli smartphone, ecco perché bisogna puntare su progetti che tutelano la privacy. Già solo questo è sufficiente a giustificare il passaggio a Firefox. Ognuno poi è consapevole dei rischi, però io di default installo Firefox con DuckDuckGo poi se proprio me lo chiedono allora metto Chrome etc… Il dato positivo è che quando spiego alle persone il motivo di questa scelta, cioè di evitare di essere tracciati e usati in vari modi, quasi tutti appoggiano la mia scelta. Bisogna informare le persone, senza obbligarle, quelle più coscenziose ( e ce ne sono più di quanto si immagini) sapranno fare la scelta più giusta per loro. L’importante è far crescere nelle persone la consapevolezza delle scelte che prendono, tutta questa storia del web della privacy è ancora avvertita come un qualcosa di troppo astratto e lontano dalla gente comune.