Mancano 4 giorni a Natale: cosa regalare

Giorgio Palmieri

Arrivati a questo punto immagino abbiate già un grosso bacino di ipotetiche opzioni da cui scegliere le vostre strenne natalizie. Tra luci smart, powerbank, Fire Stick e quant’altro, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Eppure a Natale mancano ancora quattro giorni, quindi ecco a voi il nostro consueto appuntamento giornaliero per infarcire ancora di più le possibilità di dono.

Nella giornata odierna vi proponiamo un regalo al quale si pensa raramente, malgrado sia molto simpatico e per certi versi anche utile. Sottovalutato per la sua apparente assurdità, il cappello con cuffie ricaricabili integrate è in realtà un gadget che sfoggia un ovvio duplice uso: riscaldare la vostra testa e sentire la musica via bluetooth, in un’unica e pratica soluzione. Immaginate di dover svolgere una commissione o un servizio al volo: anziché prendere i propri, sporgenti auricolari true wireless (sperando siano carichi) e il cappello, basterà infilarsi questo e il gioco sarà fatto. Sono ottimi, se non addirittura perfetti, per il jogging, o comunque per l’attività fisica all’aperto. Peraltro l’idea casca proprio a fagiolo, visto che domani, 22 dicembre, inizia ufficialmente la stagione invernale. È tempo di sfoderare la cioccolata calda!

LEGGI ANCHE: Tutti i nostri consigli di Natale

Nella lista qui in basso potete trovare una serie di cappelli con auricolari tra i più interessanti disponibili su Amazon. Probabile non arrivino entro Natale, dipende dalla zona in cui vivete (siete abbonati ad Amazon Prime?), ma potete utilizzare questo articolo anche solo come spunto e recarvi presso le catene di elettronica o nei centri commerciali per accaparrarvene uno. Per carità, nulla vi vieta di ordinalo da Amazon ora e preparare un biglietto divertente che possa far supporre il regalo al destinatario nell’attesa che arrivi: per dire, il biglietto-cruciverba non passa mai di moda.

A proposito di cruciverba… sapevate che il 21 dicembre 1913, il giornalista inglese Arthur Wynne pubblicò sul New York World un gioco dal nome “Word-Cross Puzzle”? Ebbene sì: esattamente 106 anni fa nacquero i cruciverba!

Che fare, quindi? Ordinare ora e preparare un biglietto nel caso non arrivi in tempo, o andare in giro per negozi per trovarne uno? Oggi tra l’altro è il Panic Saturday, il cosiddetto sabato per i ritardatari, l’ultimo prima di Natale, ma vi preghiamo di non farvi prendere dal panico. Pensateci e valutate, ma fatelo in tranquillità, senza stressarvi, perché davvero, in barba alle frasi fatte, è il pensiero che conta.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.