Sfondi Animati

Siete stufi del classico sfondo statico? Vi piacerebbe avere uno sfondo animato sui vostri dispositivi (PC, smartphone Android, iPhone) che aggiunga un po’ di vitalità e di movimento? Non è sempre così semplice su tutti i dispositivi ma cerchiamo di fare chiarezza insieme!

INDICE

Come Impostare uno Sfondo Animato

Come si imposta uno sfondo animato? Dipende ovviamente dal dispositivo su cui volete impostarlo. Alcune procedure poi possiamo indicarvele a grandi linee, perché non sempre è così semplice o perché varia da dispositivo a dispositivo (più che da sistema operativo a sistema operativo). Cerchiamo di riunire il tutto in grandi famiglie.

  • Android: è probabilmente la famiglia di dispositivi in cui è più semplice impostare uno sfondo animato. Su alcuni dispositivi sono già presenti alcuni wallpaper animati di default. In caso contrario il Play Store accoglie centinaia di app da scaricare che vanno ad aggiungere sfondi animati di vario genere alla vostra libreria. Premete qui per saperne di più.
  • iPhone (iOS): per cominciare dovete avere almeno un iPhone 6 o superiori. Superato questo “scoglio” potete decidere di cercare qualcosa che fa al caso vostro sull’App Store, divertirvi con le vostre GIF preferite o creare delle Live Photo. Premete qui per saperne di più.
  • PC Windows: non è così banale, servono degli applicativi appositi spesso a pagamento. C’è comunque un’alternativa che prevede l’utilizzo di un programma piuttosto celebre che quasi sicuramente avete già installato sul vostro PC. Premete qui per saperne di più.

PC Desktop

Come già accennato, avere sfondi animati su PC non è affatto facile. O meglio, è molto facile, se siete disposti a spendere qualcosina! Se avete a disposizione un PC, che sia desktop o portatile, dotato di Windows 10, abbiamo una soluzione semplicissima che richiede un investimento di soli 3,99€. Si tratta di un programma disponibile su Steam, la più grande piattaforma online di vendita di videogiochi dedicati appunto a PC dove è possibile reperire anche qualche software alternativo. Il programma in questione si chiama Wallpaper Engine e potete acquistarlo premendo il badge che trovate qui di seguito.

Il software è molto intuitivo e dovrebbe guidarvi senza troppi problemi alla realizzazione o al caricamento di vostri sfondi animati per PC. A tal proposito vogliamo segnalarvi anche un video dove sono raccolti 100 esempi di wallpaper animati da utilizzare proprio in combinazione con Wallpaper Engine. Se guardando il video ne trovate alcuni di vostro gusto nella descrizione su YouTube trovate i link per scaricarli.

C’è altrimenti una soluzione un po’ più “fai da te” che implica l’utilizzo del celebre riproduttore multimediale VLC. Se non avete ancora mai provato VLC potete scaricarlo gratuitamente dal sito ufficiale. Una volta scaricato e avviato dovete premere su Strumenti (sulla barra in alto) e poi su Preferenze. Noterete in basso a sinistra l’opzione Mostra le Impostazioni – Semplice o Tutto, premete su Tutto. A questo punto l’interfaccia delle impostazioni cambierà. Scorrete fino a Video.

Qui tra le varie voci da spuntare c’è Attiva Modalità Wallpaper, mettete la spunta sulla casellina e premete Salva. Adesso nel sotto menu Video potete vedere che c’è l’opzione Imposta come wallpaper. Adesso fate partire un video qualsiasi (ovviamente con VLC), premete su Imposta come wallpaper… et voilà! Il vostro desktop è scomparso e vedete solo il video! Niente paura, è normale che sia così, altrimenti non l’avremmo definita una soluzione fai da te. Premete sulla tastiera il tasto WIN e vi comparirà la barra di sistema. Adesso potrete utilizzare il PC normalmente con il video in background (magari eliminate l’audio dalla riproduzione prima di farla partire). Le icone del desktop non saranno raggiungibili ma in ogni caso avete accesso ad ogni singolo programma direttamente dalla barra. Potete trovare alcuni esempi di wallpaper da utilizzare anche in combinazione con VLC qui.

Windows 10, Windows 8 e Windows 7

Per Windows 10, che sia installato su un PC Desktop o su un portatile di qualsiasi tipo, e anche per Windows 8 e Windows 7 valgono gli stessi, identici consigli che abbiamo dato nel paragrafo precedente. Considerate che il programma Wallpaper Engine di cui vi abbiamo parlato è compatibile con le tre versioni di Windows che abbiamo appena citato.

iPhone

Per quanto riguarda gli iPhone bisogna specificare sin da subito una cosa: gli sfondi animati si animano esclusivamente nella schermata di sblocco del dispositivo. In quella schermata lì, quella dove solitamente potete immettere la sequenza di sblocco scelta (o utilizzare Apple Face ID), tenendo premuto su uno sfondo apposito lo vedrete animarsi. L’altro dettaglio è che dovete avere almeno un iPhone 6 o superiori per poter accedere a tale funzionalità. Detto questo, ci sono vari metodi con cui poter creare o scaricare sfondi animati per iPhone.

Il primo e più semplice è utilizzare le funzionalità integrate direttamente su iPhone, ovvero sfruttare le Live Photo. Aprite la fotocamera, assicuratevi che la modalità Live Photo sia attiva (il secondo pulsante in alto a partire da sinistra), trovate un soggetto in movimento che potrebbe prestarsi a diventare uno sfondo animato e scattate la vostra foto. A questo punto recatevi in Impostazioni -> Sfondo -> Scegli un nuovo sfondo -> Live Photo e scegliete quello che avete appena realizzato. Tenendo premuto sullo schermo vedrete quale sarà l’effetto di animazione dello sfondo scelto. A questo punto premete su Imposta. Vi conviene sceglierlo unicamente per Blocco schermo, visto che sulla Schermata home non funziona. E se invece di una classica Live Photo voleste qualcos’altro? Magari qualcosa sulla falsa riga della GIF che vedete qui sotto? Vediamo nel paragrafo successivo.

GIF

In vostro aiuto arriva Giphy, un’app estremamente famosa che raccoglie al suo interno milioni e milioni di GIF. Per cominciare scaricatela sul vostro iPhone cliccando sul badge sottostante.

Avviatela ed utilizzate la barra di ricerca per trovare qualcosa che faccia al caso vostro. Giphy vi restituirà un lunghissimo elenco di GIF, selezionatene una qualsiasi. Premete sui tre puntini verticali e premete su Convert to Live Photo. Vi conviene a questo punto scegliere l’opzione Fit to Screen in modo che la GIF si adatti al vostro schermo. A questo punto dovete ripetere i passaggi elencati precedentemente. Troverete la GIF così salvata nella cartella Live Photo di iOS e potrete selezionarla per animare la vostra lockscreen. Facile, no?

Android

Su Android la situazione è leggermente più semplice. Gli sfondi animati esistono da tanto tempo, e in molti smartphone Android sono già presenti a bordo sin dalla prima accensione. Per accertarvi della loro presenza è sufficiente una pressione prolungata sullo schermo, selezionare Sfondi e vedere se esiste una sezione dedicata appunto agli Sfondi Animati. E se così non fosse? Allora dobbiamo ricorrere al Play Store.

Digitando Live Wallpaper sul Play Store escono fuori letteralmente centinaia di applicazioni, e qui un consiglio è d’obbligo. Fate molta attenzione a ciò che scaricate e, soprattutto, una volta installate fate molta attenzione a cosa accettate o cosa no. Molte vi propongono abbonamenti di vario genere o sono talmente piene di pubblicità che è molto facile premerci ritrovandosi dirottati chissà dove. Vi consigliamo di dare un’occhiata alla raccolta dello sviluppatore storico maxelus (trovate tutti gli sfondi qui). Lo sfondo che vedete nella GIF qui di seguito è stato trovato sull’app ANIME Live Wallpapers. Quest’ultima è densa di annunci pubblicitari ma fa il suo dovere.


Pixel 2 e Pixel 3

Sui Pixel di casa Google la situazione è leggermente diversa. Tenendo premuto sulla Home e premendo su Sfondi sarete direzionati all’omonima app Sfondi Google. Qui troverete alcuni sfondi animati, ad esempio nella categoria Universo in evoluzione. Se avete installato delle applicazioni per la gestione degli sfondi animati troverete anche la sezione Sfondi Animati in fondo all’elenco che vi rimanda però alle varie app. Quindi le soluzioni sono due: o utilizzate quelli che Google pubblica periodicamente sulla sua app, o utilizzate applicativi di terzi scaricati dal Play Store.


Dragon Ball

Non giriamoci troppo intorno: gli sfondi animati sono stati inventati per avere Goku che si trasforma in Super Saiyan sugli schermi dei nostri dispositivi! A parte gli scherzi, tra i wallpaper animati più ricercati ci sono ovviamente quelli dedicati a Dragon Ball. Ecco alcuni consigli:

  • PC: l’acquisto di Wallpaper Engine si rende praticamente obbligatorio. Quello che vedete nella GIF qui sotto è stato scaricato proprio tramite il software a pagamento che è possibile acquistare su Steam.
  • iOS: la via migliore è attraverso Giphy. Tramite il database di GIF cercate quelle a tema Dragon Ball e seguite le procedure che vi abbiamo spiegato qui.
  • Android: occhio alle app che hanno Dragon Ball nel titolo, è molto probabile che si tratti di app malevole. Se scaricate ANIME Live Wallpapers (facendo attenzione alla pubblicità) ne trovate alcuni di carini, ma dovete scorrerli manualmente.