10 film da vedere su Disney+

Lorenzo Delli -

Il catalogo di Disney+ è prevalentemente formato da film, non è certo un segreto. Il servizio di streaming on demand di casa Disney può contare su qualche serie TV di qualità, ma è ancora troppo giovane per combattere ad armi pari con Netflix, Prime Video ed altri colossi del settore.

In ogni caso la libreria è ben fornita, anche se, come abbiamo discusso in sede di recensione, si tratta senza dubbio di un catalogo adatto a tutta la famiglia, privo di contenuti particolarmente drammatici, gialli o horror (più per un pubblico adulto quindi) che trovereste altrove.

Detto questo, ci sono svariati film che meriterebbero la vostra attenzione. Ne abbiamo raccolti 10 (che offrono a loro volta vari altri spunti) che potrebbero anche offrirvi una scusa per sfruttare i sette giorni gratuiti di prova offerti da Disney+. Alcune scelte potrebbero suonare scontate, ma abbiamo comunque cercato di fornirvi degli spunti di riflessione che potrebbero convincervi alla visione.

PROVA GRATIS DISNEY+

Avengers

Citando gli Avengers il discorso si fa subito complicato. Il film è in cima alla lista solo per rispettare l’ordine alfabetico dei titoli, non è un ordine di importanza. Tornando a noi, il Marvel Cinematic Universe è una delle cose più importanti successe al cinema moderno, a prescindere da quello che possa dire o meno la critica. Una serie di film tutti interconnessi, con pochi errori di fondo o buchi di trama, con personaggi che nascono, crescono e invecchiano, che ci mostrano la loro forza e le loro debolezze, un esperimento quasi folle si potrebbe dire, che ha pochi eguali nella storia del cinema. Sì, forse, in tal senso, viene da citare Star Wars (che guarda caso è sempre su Disney+), ma per certi versi l’universo cinematografico di Marvel è anche più ambizioso. E si è capito quanto volevano fare sul serio con il primissimo Avengers, un film che oramai ha 8 anni sulle spalle. E in questi 8 anni i film della saga sono aumentati, sono arrivati nuovi personaggi, il gioco è diventato sempre più complesso, fino a sfociare in Infinity War e infine in Endgame. Forse ci siamo dilungati un po’ troppo, ma Disney+ offre un’ottima scusa per approcciarsi per la prima volta al Marvel Cinematic Universe; o magari per riguardarli tutti in fila e mettere insieme i pezzi di un puzzle davvero enorme.

Chi ha incastrato Roger Rabbit

Un classico intramontabile, anno 1998. Il mondo dei cartoni animati si scontra con la Hollywood del 1947. Potrebbe sembrare un film per bambini, ma non lo è, a partire dalla conturbante Jessica, moglie di Roger Rabbit e cartone animato fin troppo sexy per essere appunto indirizzata ad un pubblico giovane; continuando con il villain del film, il giudice Morton, interpretato niente meno che da Christopher Lloyd. E d’altronde alla regia ritroviamo proprio Robert Zemeckis di Ritorno al Futuro! Bellissimo l’avviso di Disney nella scheda del film: “Contiene riferimenti al tabacco”. In ogni caso all’epoca lo guardavamo anche da bambini, e considerato quanto sono smaliziati oggi i membri più giovani delle famiglie, non dovreste avere troppi problemi a guardarlo in loro compagnia!

Coco

Scegliere fra i tanti film Pixar disponibili in catalogo non è banale. Abbiamo scelto Coco per varie ragioni. Per cominciare è tra le più recenti produzioni Disney Pixar e potreste non averlo ancora visto. Per l’appunto anche noi abbiamo approfittato di Disney Plus per vederlo per la prima volta, rimanendo colpiti come al solito dalla qualità dell’animazione, dall’esplosione di colori, giustificata anche dal particolare teatro degli eventi della storia, e da quel tocco musicale così speciale che muove le redini di tutto il film. È forse uno dei più musicali tra i film Pixar, una caratteristica che ritroviamo più di frequente nelle produzioni classiche Disney. Ha vinto anche un Oscar per la Miglior Canzone, Remember Me. A proposito della musica di Coco, c’è anche un concerto live dedicato proprio alle canzoni e agli artisti coinvolti che trovate sempre sul catalogo di Disney+. E c’è, sempre come da tradizione Pixar, anche il lato commovente che potrebbe, alla fine del film, farvi scendere una lacrimuccia.

Echo Il Delfino / La Famiglia di Elefanti

Qui si vira un po’ più sul documentario ma Disney (sono entrambi prodotti da Disney Nature) ha deciso di dare a questi due lungometraggi un taglio più cinematografico, tanto da chiamare due celebrità, Natalie PortmanMeghan Markle, a narrare la versione in lingua inglese. Anche la loro durata è abbastanza elevata, da classificarli appunto quasi più come film che documentari (1 ora e 29). In ogni caso i due docu-film seguono la storia rispettivamente di una famiglia di delfini e di una di elefanti. Si tratta di contenuti esclusivi che trovate solo su Disney+, realizzati con le più moderne tecnologie di ripresa, altamente spettacolari quindi e sufficientemente educativi.

Il Re Leone

Ultimamente Disney è entrata nell’ottica di pensiero di voler realizzare un live action di tutti i suoi più grandi classici. Dumbo, Cenerentola, Aladdin, Lilli e il Vagabondo sono alcuni tra gli esponenti, e la speranza è che Disney non abbia in piano qualcosa di dedicato a Bambi (già Dumbo è bello pesante da un punto di vista psicologico). Il Re Leone è forse uno dei più spettacolari tra questi reboot live action (paroloni inglesi per dire rifacimento “dal vivo” invece che cartoon). Fa anche strano in realtà definirlo live action, visto che è tutto fatto al computer, ma c’è anche da dire che la troupe ha passato 2 settimane in Africa fotografando e filmando animali e luoghi che hanno ispirato il film. In ogni caso può essere il giusto punto di partenza per capire se queste nuove produzioni Disney fanno per voi o meno. La morte di Mufasa comunque è una ferita ancora aperta dopo 26 anni, e vederla in CGI non la guarirà di certo. Se date una sbirciata agli extra trovate anche la versione karaoke del film.

Rogue One: A Star Wars Story

Impossibile stilare un elenco di film Disney+ senza citare almeno una volta Star Wars. Abbiamo scelto Rogue One per due semplici motivi: è uno dei preferiti (se non il preferito) degli ultimi anni dai fan sfegatati dell’universo narrativo di George Lucas; ed è, a suo modo, auto-conclusivo. La storia in realtà si colloca perfettamente tra il terzo e il quarto film della saga (da un punto di vista episodico, non si uscita al cinema) e anzi, per certi versi risulta quasi essenziale per apprezzare ancora di più Episodio IV – Una nuova speranza. Risulta autoconclusivo o comunque “a sé stante” perché è l’unico film della saga che mette in campo personaggi nuovi di zecca che non riappariranno mai più nella saga cinematografica. Uno dei suoi protagonisti però, Cassian Andor, sarà anche protagonista di una serie TV originale che debutterà su Disney Plus probabilmente nel 2021. Una scusa in più per godersi Rogue One! In ogni caso è un bellissimo film di azione, con personaggi affatto banali e con una conclusione epica anche se amara. Tra l’altro insieme al film trovate anche tutta una serie di extra, piccoli approfondimenti di meno di 10 minuti ciascuno relativi a personaggi, fase di creazione del film e altro.

Saving Mr. Banks

Tra i tanti film disponibili su Disney Plus ne abbiamo scelto uno molto particolare. La protagonista di questa storia è P.L. Travers, storica autrice di Mary Poppins e di tutti i vari libri ad essa dedicati. Ma il film non è incentrato tanto sulla scrittura del primo romanzo, quanto più sulla storica “battaglia” che ci fu tra la stessa Travers e Walt Disney per la cessione dei diritti e la conseguente realizzazione del film. Una storia struggente, che esplora il passato della scrittrice, il carattere di Walt Disney e anche quello di alcuni dei più celebri “creatori di sogni” della scuderia Disney dell’epoca. Un film che ha una certa importanza anche a livello storico: se andate nella scheda del film Mary Poppins e vi guardate gli extra troverete vari punti in comune. Gli attori protagonisti poi sono a dir poco eccellenti: Emma Thompson, Tom Hanks, Jason Schwartzman, Paul Giamatti e Colin Farel, giusto per citarne alcuni.

Taron e la Pentola Magica

Tra i tanti grandi classici Disney proprio Taron e la pentola magica? Ebbene sì, e la scelta non è affatto casuale. Si tratta per la precisione del 25° classico Disney secondo il canone ufficiale, ed è basato sui primi due libri della serie Le cronache di Prydain di Lloyd Alexander. Alla regia troviamo lo stesso duo che si occupo di Red e Toby – Nemiciamici. Lo abbiamo scelto per via di diverse particolarità che lo caratterizzano. È stato il classico Disney ad aver avuto minor successo di critica e di pubblico. La sua deriva fantasy e per certi versi anche fin troppo horror, lo rendeva un film d’animazione più per adulti che per bambini, tanto da risultare persino fonte di ispirazione per registi quali Tim Burton. Per via dei suoi contenuti non ricevette una edizione Home Video fino al 1998, e il film è del 1985! Il suo stile di animazione è simile a quello di Don Bluth, che guarda caso lavorava proprio alla Disney (realizzò anche alcune scene non accreditate di Red e Toby) e che successivamente lancio film d’animazione ben diversi da quelli Disney (e più in linea appunto con Taron). Le particolarità non finiscono qui: è praticamente il primo film Disney non musical che non contiene nessuna canzone; è stato il primo lungometraggio della società a utilizzare la CGI; e la prima scena del film è parte del film Fantasia. Vi abbiamo incuriosito abbastanza? Dategli una chance!

Togo

“Oh no, un’altra storia di cani eroici!”: sì, beh… Togo è proprio questo. È la storia di Leonhard Seppala e il cane leader della sua slitta, Togo. Insieme affronteranno un’avventura che metterà a dura prova forza, coraggio e determinazione. Che poi la trama potreste averla già sentita: “Quando un’epidemia mortale esplode nel piccolo paese di Nome in Alaska, e l’unica cura, un siero, si trova a quasi mille chilometri di distanza, i cittadini si rivolgono al premiato addestratore di cani da slitta Leonhard Seppala (Willem Dafoe). Seppala sceglie come leader il suo siberian husky, Togo”. Se il vostro pensiero è volato al film d’animazione Balto non siete affatto andati lontano. Entrambi sono ispirati ad una storia vera, ma nella realtà dei fatti Balto fu il cane leader del 20° viaggio per la spedizione di medicinali nel paese Nome. Togo invece faceva parte del 18° team, e fu il cane leader della slitta che percorse la distanza più lunga e pericolosa. Risolto il “dilemma” storico, Togo è un film che si lascia vedere con piacere, merito anche dell’attore protagonista (il già citato Dafoe) e delle più moderne tecnologie utilizzate per la realizzazione del film. Pensate che su Rotten Tomatoes ha uno score del 91% per quanto riguarda il Tomatometer e del 96% per quanto riguarda l’audience score. Anche su IMDB ha un ottimo voto: 8.1 stelle su 10 con quasi 25.000 review. E poi lo trovate esclusivamente su Disney+.

John Carter

Avremmo potuto concludere con Un Maggiolino Tutto Matto, o ancora con la saga di Pirati dei Caraibi, con Edward Mani di Forbice, o con qualche altro capolavoro Pixar come Up e Wall-E, #EINVECE… tiriamo fuori dal cappello John Carter! Forse è per via della nostra propensione a dare un po’ di lustro a progetti sfigati (tipo il già citato Taron). Il film è ispirato al primo romanzo di fantascienza del ciclo di Marte (o di Barsoom) intitolato Sotto le lune di Marte che risale, pensate, al 1911. È dagli anni ’30 che i diritti per la trasposizione cinematografica rimbalzano da uno studio all’altro. Nel corso degli anni nessuno se la sentiva di riprodurre le scene di fantasia immaginate dall’autore Edgar Rice Burroughs. Intorno al 2000 persino Paramount fu interessata. Stava per essere coinvolto niente meno che Jon Favreau (The Mandalorian l’avete visto, sì?), ma la casa di produzione decise di non rinnovare i diritti cinematografici preferendo concentrarsi su Star Trek, mentre Favreau iniziò a lavorare a Iron Man. Nel 2007 Disney riacquisì (sì, li aveva già avuti) i diritti e nel 2012 finalmente il film uscì… per rivelarsi un disastro totale. Per la realizzazione e il marketing furono spesi circa 350 milioni di dollari. Al cinema ne incasso meno di 290.000. Pare sia una delle maggiori perdite economiche della storia del cinema. Ciò nonostante, John Carter non è un film così malvagio. Spinge il fantasy e la fantascienza al limite, ma ci proietta in un mondo incredibile (ambientato sul suolo di Marte), con una trama e intrecci davvero niente male.

Altri consigli

Non è il primo articolo che dedichiamo ai consigli su cosa guardare su Disney+. Vi consigliamo ad esempio di dare un’occhiata a questo:

E se volete potete dare un’occhiata anche a quello che arriverà in futuro nel catalogo di Disney+:

Altri Servizi

Se invece preferireste qualche altro consiglio relativo a Netflix o Prime Video, abbiamo ciò che fa per voi!

NETFLIX

PRIME VIDEO