Apple Music tenta gli artisti con ricavi per stream doppi rispetto Spotify

Vito Laminafra

La “guerra” tra Apple Music e Spotify si combatte senza sosta: per tentare gli artisti a passare al suo servizio di streaming musicale, Apple ha pubblicato una lettera aperta in cui ha dichiarato quanto vengono pagati gli artisti della sua piattaforma.

LEGGI ANCHE: Amazon Prime raggiunge un nuovo record di abbonati

Apple Music ha dichiarato che i ricavi degli artisti per ogni singolo stream di un brano è di un centesimo di dollaro: questo è circa il doppio di quanto avviene con Spotify, che già in passato ha avuto diversi problemi riguardo i ricavi dei musicisti. Andrebbe però tenuto in considerazione il fatto che, anche sei i ricavi per singola riproduzione sono minori, Spotify ha un numero molto maggiore di utenti e di conseguenza il numero di volte che un brano viene riprodotto è tendenzialmente maggiore rispetto a quanto avviene su Apple Music.

Per entrambi i servizi bisogna inoltre ricordare che i ricavi per singola riproduzione non vanno direttamente nelle tasche degli artisti, ma vengono divisi tra le diverse figure che compongono la produzione musicale, come l’etichetta discografica o il publisher: il musicista infatti riceve solo una piccola parte del “centesimo” promesso.

Via: 9to5Mac