Jason Momoa e Alfre Woodard sul palco durante la presentazione di Apple TV Plus

Apple TV+ si adegua alle direttive europee e limita la qualità dello streaming (foto)

Enrico Paccusse Non solo bitrate, anche una diminuzione della risoluzione

L’Europa ha bisogno di più banda internet libera per permettere ai tanti lavoratori costretti a casa di portare avanti le loro attività, e per questo motivo ha chiesto alle aziende coinvolte nei servizi di streaming di limitare il traffico.

Per questo motivo, Netflix, Amazon Prime Video e YouTube hanno tutti adottato misure più o meno severe per ridurre l’impatto sulle reti europee. Ora è il turno di Apple TV+.

LEGGI ANCHE: WhatsApp messo in ginocchio dalle videochiamate

Mentre nel caso di Netflix la variazione ha toccato solo il bitrate, nel caso di Apple si può notare come la densità di pixel sia effettivamente diminuita, tanto da rendere impossibile la visione di contenuti in 4K (in alcuni casi, anche in HD).

Secondo quanto riportato da 9to5mac, sembrerebbe che attualmente il servizio di streaming stia spingendo la risoluzione fino ad un minimo di 670 pixel in altezza, generando un’immagine piuttosto granulosa (vedere qui sotto per credere).

Via: 9to5mac