Nuovo colpo alla pirateria per Euro 2020: sanzioni per gestori e clienti

Vincenzo Ronca

Arriva un nuovo colpo alla pirateria in materia di streaming illegale di contenuti audiovisivi. Stavolta l’operazione ha come protagoniste le partite di calcio dell’Europeo che si sta svolgendo in questi giorni.

La procura di Napoli ha infatti completato una complessa operazione di contrasto alla pirateria audiovisiva su tutto il territorio nazionale. Sono stati oscurati circa 600 siti di streaming illegale, i quali fornivano l’accesso a tutte le partite del campionato europeo di calcio, comprese quelle disponibili esclusivamente su Pay TV. Nell’ambito dell’operazione sono stati identificati anche i gestori di tali servizi, i quali ora rischiano la reclusione da sei mesi a tre anni e la multa fino a 15.493€.

LEGGI ANCHE: il countdown al Prime Day 2021

Sono previste sanzioni anche per i fruitori di tali servizi: alcuni utenti infatti avrebbero visualizzato un messaggio apparso sul contenuto illegale che stavano visualizzando, con l’avvertimento che i loro dati connessione erano stati registrati. Questi rischierebbero fino a 1.032€.

La Guardia di Finanza, che ha svolto sul campo le operazioni di monitoraggio, ha anche sottolineato come tali pratiche non solo danneggiano i proprietari dei diritti d’autore, la UEFA nel caso di Euro 2020, ma anche tutti gli addetti ai lavori che gravitano nel settore.

Fonte: La Repubblica