Cresce l'intrattenimento digitale in Italia: YouTube comanda, Spotify, Netflix e Co. inseguono

Cresce l'intrattenimento digitale in Italia: YouTube comanda, Spotify, Netflix e Co. inseguono
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Comscore, azienda di analisi dei media sulle varie piattaforme, ha appena diffuso il suo nuovo report sullo stato dell'intrattenimento online in Italia, proprio nel giorno in cui arriva un nuovo contendente di spicco: FIFA+.

Tra i dati evidenziati, la società nota come nel nostro paese ben 39 milioni di persone (il 96,2% della popolazione digitale italiana) hanno avuto accesso a siti o applicazioni della categoria Intrattenimento digitale, posizionando l'Italia al quarto posto tra i mercati con i più alti livelli di penetrazione.

La cosa interessante è la crescita del settore, con un aumento dal 2019 di ben il 44% del tempo medio speso su siti e mobile app di intrattenimento digitale, tanto che un minuto su cinque trascorso online dagli italiani viene destinato a contenuti legati all'intrattenimento (20,4% sul totale).

Ma quali sono le modalità più utilizzate? Secondo i dati di Comscore la fruzione di video è in testa grazie a Youtube, mentre segue lo streaming musicale con Spotify. Le altre piattaforme video come Netflix, Mediaset Infinity, RaiPlay e Amazon Prime Video occupano gli altri gradini della classifica.

Una parola infine sull'età degli utenti. Secondo il rapporto, i maggiori consumatori di intrattenimento digitale sono utenti della fascia di età 18-24, che con oltre un'ora e venti al giorno trascorsi su siti e mobile app di intrattenimento registrano oltre il triplo rispetto alla fascia di età 45+.

Mostra i commenti