DAZN sarebbe pronto a dire stop alla doppia utenza per gli abbonamenti (aggiornato)

Sui social è già polemica
DAZN sarebbe pronto a dire stop alla doppia utenza per gli abbonamenti (aggiornato)
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

DAZN sta per mettere fine alla possibilità di concedere due utenze collegate allo stesso abbonamento. Lo riporta in questi minuti il Sole 24 Ore. Non è ancora arrivata l'ufficialità da parte del servizio di streaming, ma da quanto riportato dalla testata non dovrebbe mancare molto.

La testata ha anche contattato DAZN per chiedere conferma o smentita della notizia, ma il portavoce del servizio di streaming ha replicato con un secco "no comment" che lascia intendere che un fondo di verità ci sarebbe eccome.

La funzionalità messa in questione si chiama Concurrency, ed è definita chiaramente nel punto 8.3 delle condizioni generali di utilizzi di DAZN. Lo riportiamo qui di seguito (trovate tutto qui):

L'abbonamento dà diritto all'utilizzo del Servizio DAZN su un massimo di due (2) dispositivi contemporaneamente. Ai sensi del precedente Articolo 8.1.2, l'utente accetta che i dati di login siano unici per lo stesso e non possano essere condivisi con altri. Tali dati potranno essere modificati in qualsiasi momento visitando il nostro sito web e cliccando sulla pagina "Il mio Account".

Si parla comunque di dispositivi, e non di utenti. In teoria, un po' come dovrebbe valere per Netflix, Disney+ e simili, i dati di accesso non andrebbero condivisi con elementi al di fuori del nucleo familiare. 

Secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, entro breve partiranno le prime comunicazioni (probabilmente via email) agli abbonati proprio per avvertirli del cambiamento nei termini di servizio. Si potrà ovviamente esercitare il recesso entro 30 giorni dalla ricezione dell'avviso. La novità dovrebbe essere a regime già a partire da metà dicembre. Entro una settimana quindi dovrebbero essere recapitati i vari avvisi.

L'obiettivo di DAZN sarebbe ovviamente quello di aumentare il numero di abbonamenti e, allo stesso tempo, di fare gli interessi della serie A e dei club. La condivisione dell'account, a detta della fonte, ridurrebbe il valore dei diritti, visto che appunto due utenti possono usufruire dello stesso abbonamento.

Nel frattempo, dopo la diffusione della notizia, gli abbonati si stanno scatenando nei commenti sui social network, anche sui profili ufficiali di DAZN Italia. Su Twitter Italia l'hashtag #DAZN è in tendenza, con molti utenti che citano i termini di servizio e il vecchio annuncio relativo allo sdoppiamento dell'abbonamento che presto non avrà più alcun valore.

C'è chi la butta sul ridere pubblicando un meme che però potrebbe dipingere una situazione futura fin troppo reale.

Su Instagram i commenti sono di gran lunga peggiori, con polemiche di varia natura che riguardano non solo la rimozione della condivisione dell'account, ma anche i disservizi che si verificano in occasione di quasi tutti gli eventi sportivi in diretta.

Aggiornamento 12/11/2021

Nella serata dell'11 novembre, DAZN, tramite una nota stampa, ha confermato che "nessun cambio verrà introdotto" alla gestione dell'abbonamento, non in questa stagione almeno. Vi rimandiamo al relativo approfondimento.

Commenta