Per la seconda stagione di For All Mankind Apple ha creato un'app in Realtà Aumentata deliziosamente vintage (video)

Un'esperienza che completa la visione, ma purtroppo non disponibile in Italia
Per la seconda stagione di For All Mankind Apple ha creato un'app in Realtà Aumentata deliziosamente vintage (video)
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Per l'arrivo della seconda stagione di For All Mankind su Apple TV+ - previsto la prossima settimana - è stata appena lanciata una sorta di companion app in Realtà Aumentata che arricchisce l'esperienza di visione permettendo agli spettatori di immergersi nel mondo alternativo rappresentato nella serie. Per chi non lo sapesse, lo show racconta una storia alternativa dei fatti del nostro passato recente rispondendo all'ipotetica domanda: come sarebbe andata se i russi fossero sbarcati sulla luna prima degli americani?

Rispetto ai fatti mostrati nella prima tornata di episodi, le nuove puntate sono ambientate dieci anni dopo, nei tardi anni '70. Per apprezzare al meglio tutto il lavoro svolto dalla produzione è stata quindi creata un'applicazione per dispositivi mobili in cui riversare tutta una serie di elementi che sono stati tagliati dalla serie solo per restrizioni di spazio.

La notizia non è interessante solo per chi sta seguendo lo spettacolo, ma anche per tutti gli appassionati di tecnologia, per via di alcuni dettagli non secondari.

L'app infatti è stata sviluppata da Apple in prima persona e rappresenta il primo grande approccio degli ingegneri di Cupertino con questa tecnologia - tralasciando quindi l'app per misurare le distanze e un easter egg.

Il fatto stesso quindi riaccende le attenzioni di chi sta ancora aspettando di saperne di più sul visore per la Realtà Mista su cui Apple sarebbe al lavoro da qualche tempo e che proprio quest'anno potrebbe conoscere la luce del sole. Peccato solo che questa piccola prima delizia - con tanto di Apple II finemente riprodotto - non sia disponibile per l'installazione in Italia (vi lasciamo comunque il badge, sia mai).

Via: Engadget
Fonte: Apple

Commenta