L’app di Apple TV includerà anche Hulu e Prime Video e arriverà a maggio

Giuseppe Tripodi

All’evento intitolato It’s show time che si è appena tenuto allo Steve Jobs Theatre di Cupertino, Apple ha finalmente svelato come funzionerà la sua app per lo streaming: l’applicazione mantiene il nome Apple TV e funzionerà da contenitore per film acquistati su iTunes, servizi in streaming di terze parti e canali televisivi. Tra i servizi in streaming supportati ci sono anche Hulu e Amazon Prime Video (ma non Netflix), mentre per quel che riguarda i canali, Apple TV include Showtime, HBO, Starz e molti altri. Ovviamente, Apple TV includerà anche i contenuti di Apple TV+, il servizio in abbonamento con contenuti originali prodotti dalla società di Cupertino.

L’applicazione Apple TV è stata ridisegnata ed ottimizzata per iPhone e iPad, ma sarà disponibile anche per Mac, per la maggior parte delle smart TV (Samsung, LG, Sony, Vizio) e anche per Roku e Fire TV.

LEGGI ANCHE: Apple Arcade: oltre 100 giochi in esclusiva su iOS e macOS in abbonamento

Su Apple TV sarà possibile eseguire il login per i servizi in streaming a cui si è già iscritti, ma anche abbonarsi singolarmente ai canali via cavo che ci interessano.

Apple TV arriverà in primavere in oltre 100 paesi: non è ancora chiaro se l’Italia sia uno di questi e, soprattutto, quali saranno le limitazioni legate ai canali via cavo statunitensi.