LOL 2: Chi Ride è Fuori, le pagelle dei concorrenti di quest'anno

LOL 2: Chi Ride è Fuori, le pagelle dei concorrenti di quest'anno
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

I primi episodi di LOL 2: Chi Ride è Fuori, la serie prodotta da Endemol Shine Italy per Amazon Studios, sono usciti da poco più di 24 ore sul catalogo italiano di Prime Video, il servizio di streaming di casa Amazon incluso nella sottoscrizione a Prime. È ancora presto per dare un voto finale alla stagione o per stabilire quale sia la meglio tra le due edizioni. I 2 episodi finali andranno infatti in onda il 3 marzo prossimo, e ci aspettiamo un gran finale degno di questo nome.

Ci siamo però divertiti a creare delle piccole pagelle per ciascuno dei protagonisti di questa seconda stagione. Il cast quest'anno conta un pari numero di uomini e donne, creando di fatto una sfida più bilanciata. Ci è parso tra l'altro che la comicità di quest'anno sia un pelo meno volgare della precedente stagione (soprattutto per quanto riguarda le partecipanti coinvolte), forse anche per via dell'incredibile diffusione che ha avuto la serie nel 2021.

Occhio agli SPOILER: per dare un giudizio sui comici e attori coinvolti dovevamo per forza di cose citare alcuni momenti clou dei primi quattro episodi. Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate di questa prima parte di LOL 2: Chi Ride è Fuori.

Tess Masazza

L'inutile - Mai incisiva, mette in scena un unico sketch che dura una manciata di secondi. Non interviene, non collabora... sta lì, ferma, passiva. Boh. Il massimo della sua comicità è mettere due denti finti al posto degli incisivi.

Alice Mangione e Gianmarco Pozzoli

La coppia che non scoppia - Alti e (tanti?) bassi per la coppia moglie e marito. Si impegnano, ma non sono all'altezza di alcuni dei mostri sacri presenti nel teatro di LOL. Meglio Alice tra i due, purtroppo è anche la prima ad uscire.

Maria Di Biase

La medium - Dà il via ad uno degli sketch più belli di questi primi quattro episodi, disperandosi (e rischiando pesantamente) per la performance di Guzzanti. Non si registrano però particolari guizzi creativi, ma se non altro non scade troppo nel volgare come alcune colleghe della prima stagione.

Diana Del Bufalo

L'incompresa - Il suo modo di fare comicità non viene compreso del tutto, forse anche dal pubblico a casa. Si lascia probabilmente intimorire da alcuni dei mostri sacri presenti nel teatro di LOL. Potrebbe avere in serbo qualche sketch niente male.

Mago Forrest

Il giullare - È l'Elio di questa edizione. Sempre presente, con battute nonsense, sketch improvvisi e foto compromettenti. Non ha ancora brillato, e può anche darsi che non brilli mai, ma è il concorrente perfetto da avere per indebolire i ranghi. Lui e Max Angioni formano la coppia Elio/Matano di quest'anno.

Max Angioni

Wild Card - Pensavo peggio! Nessuno lo temeva, ma si gioca delle carte niente male. Costantemente proattivo, sfrutta i numeri degli altri e realizza i suoi. È il Frank Matano di questa edizione.

Virginia Raffaele

Una garanzia - Un'artista poliedrica che con le sue imitazioni ruba ancora la scena a tutti. Durante la seduta spiritica e con l'imitazione di Marina Abramović dà il meglio di sé. Ha un solo problema: beve spesso per non cercare di ridere, e il fatto di avere Guzzanti e, talvolta, Lillo d'intorno non la aiuta. Speriamo non esca troppo presto.

Maccio Capatonda

L'incrollabile - Non ride ma fa ridere. Mette in scena Padre Maronno con i resti dell'unico sketch (inutile) messo in piedi da Tess Masazza. È sempre presente, imprevedibile e si diverte non poco. Le sue armi sono quelle di sempre, e sono infallibili anche in questo contesto. Il numero improvvisato con Angioni è perfetto.

Corrado Guzzanti

Il Maestro - Terribile, in senso buono. Mette in scena i suoi personaggi più celebri e fa strage. Avrebbe tanta voglia di ridere (e in effetti una risata gli scappa), ma finché resiste tra i concorrenti è una minaccia concreta per tutti. A distanza di anni mette in riga anche le nuove leve. Non possiamo che essere felici di vederlo nuovamente all'opera.

Fedez & Frank Matano

Matano ride. Tanto. Troppo. Ma la colpa non è neanche sua, è più il montaggio degli episodi che inserisce le sue risate in ogni dove, quasi a voler rendere forzatamente divertente alcune scene (che lo sarebbero naturalmente) o a simulare le risate gregarie delle sitcom. Fedez fa il suo, come nella stagione precedente. Comunque la coppia funziona meglio di quella dell'anno scorso.

Lillo - Minaccia Livello Avenger

Quando entra vestito da Posaman i concorrenti vacillano. Persino Maccio non è immune al personaggio più famoso della precedente edizione di LOL. E non contento Lillo, si inventa un altro personaggio nonsense. Potrebbe tornare anche nei prossimi episodi, se la situazione non si sbloccasse velocemente.

Mostra i commenti