Netflix è ancora il re degli streaming in Italia. I voti degli utenti premiano qualità dell’immagine, stabilità e catalogo

Giovanni Bortolan

Uno dei settori che probabilmente ha più risentito della pandemia di Covid-19 è stato (ed è tutt’ora) quello dell’intrattenimento. C’è però un’eccezione che all’interno di questo mondo che non solo ha tenuto botta, ma che ne ha addirittura tratto vantaggio. Stiamo ovviamente parlando degli streaming a pagamento. Tra tutti è uno solo a regnare sovrano, ed è Netflix.

Secondo un’indagine di Altroconsumo che ha coinvolto oltre 18mila persone infatti, Netflix ha ottenuto il riscontro più positivo nell’ambito dell’esperienza migliore, vincendo su altri 11 servizi concorrenti. Oltre che essere primo in classifica, Netflix è l’unico player a essere valutato così positivamente da riuscire a rientrare nella categoria di soddisfazione più alta (con un punteggio minimo di 75 su 100).

Oltre ad essere la più diffusa piattaforma (4,6 milioni di utenti in Italia, 193 nel mondo), Netflix è apprezzato soprattutto per la qualità delle immagini, la versatilità del servizio e la stabilità della connessione. Seguono a ruota Apple TV+ e Amazon Prime Video, a parimerito con 73 punti. Caso particolare quello del servizio della mela, che totalizza il punteggio più alto in assoluto in merito alla qualità dell’immagine, smorzato tuttavia dallo scarso catalogo.

La prima piattaforma nostrana a figurare in classifica è Chili TV, stabile al quarto posto. In questo caso viene premiata la stabilità del servizio e la qualità dell’immagine. Buono anche il piazzamento di Sky, sia nella versione tradizionale che in quella a pacchetto con Fastweb. Sufficienza tirata invece Now TV a fronte dei suoi 63 punti.

Chiudono la parte bassa della classifica le TV On Demand degli operatori, come TIM Vision, TIM Sky e Vodafone TV. Nel gruppo di coda appare anche Dazn, specializzata nello streaming video di eventi sportivi.

Fonte: Altroconsumo