Il bitrate di Netflix sta tornando alla normalità? (aggiornato)

Lorenzo Delli -

Che Netflix abbia qualche problema con il bitrate dei contenuti in riproduzione su praticamente tutte le piattaforme supportate non è certo un segreto. La società, dietro invito della Unione Europea, aveva ridotto la qualità dello streaming (non la risoluzione) per non saturare la rete internet durante il periodo di lockdown.

A emergenza (in parte) rientrata si era intravisto un barlume di speranza in Germania, con il ritorno di un bitrate più o meno soddisfacente per la riproduzione di contenuti 4K (circa 15 Mbps). In Italia però la situazione non si è mai sbloccata. Vari portali di tecnologia, quali DDay e AF Digitale hanno riportato il problema, in certi casi cercando anche di contattare l’assistenza di Netflix o semplicemente riportando le testimonianze degli utenti che se ne lamentavano.

LEGGI ANCHE: Su Amazon Prime Video arrivano finalmente i Profili

Anche oggi, in uno dei tanti post ufficiali di Netflix su Facebook, vari utenti si lamentano dello stesso identico problema: contenuti riprodotti a bitrate bassissimi anche sotto reti più che capaci di riprodurli alla qualità di un tempo. Noi stessi abbiamo effettuato un po’ di prove su una rete a 50 Mbps (praticamente più del doppio della velocità richiesta per la riproduzione di contenuti 4K) con Microsoft Edge e un monitor 4K. I risultati sono alquanto deludenti. Per qualche motivo i contenuti non vengono proprio riprodotti in 4K, nonostante si tratti di produzioni originali Netflix che sappiamo per certo essere disponibili anche a tale risoluzione. Il bitrate poi si attesta su valori che oscillano tra 1,5 Mbps e 2 Mbps, ben lontani da quelli di un tempo. Ecco un po’ di prove effettuate con Edge, monitor 4K e rete a 47 Mbps. L’unico che si spinge verso i 4 Mbps è Ultimate Beastmaster.

La risposta alla domanda che ci siamo posti nel titolo purtroppo non c’è. Come già accennato, vari utenti hanno cercato invano di ricevere risposta dall’assistenza italiana di Netflix, e al momento non ci sono dichiarazioni ufficiali in merito.

PROVA TROVA STREAMING

Volendo fare l’avvocato del diavolo, c’è anche da dire che durante la fase di sottoscrizione dell’abbonamento si parla di risoluzione (Ultra HD) e non di bitrate. Non è quindi detto che il pagamento di 15,99€ al mese, quello richiesto per il piano 4K con 4 riproduzioni contemporanee, obblighi Netflix da un punto di vista contrattuale a riprodurre i contenuti con un determinato bitrate piuttosto che un altro. Nel caso trovaste prove del contrario segnalatele pure nei commenti!

In ogni caso la situazione di emergenza che aveva spinto Netflix e in primis l’Unione Europa a richiedere un calo della qualità ce la siamo, per il momento, lasciata alle spalle (almeno in Europa appunto). E se un cliente si ritrova con una qualità del servizio peggiore senza alcuna giustificazione ha tutti i diritti del mondo di lamentarsi.

Aggiornamento27/07/2020

Forse anche per via dell’ondata di polemiche in Italia, o magari per via di una roadmap europea ben precisa, il bitrate di Netflix sta tornando lentamente alla normalità. Con serie originali quali Stranger Things o Dark il bitrate su Microsoft Edge con un monitor 4K collegato si stabilizza sui 12 Mbps. Avete fatto qualche prova ultimamente? Avete notato miglioramenti? Fatecelo sapere nei commenti.

  • Zeronegativo

    “Volendo fare l’avvocato del diavolo, c’è anche da dire che durante la fase di sottoscrizione dell’abbonamento si parla di risoluzione (Ultra HD) e non di bitrate.”
    Si beh, è anche vero che tra gli algoritmi di compressione oggi usati non c’è uno che in 1Mbps ti offra risoluzione 4K, per dire.

    • Infatti almeno su Edge proprio non riesce ad andare in 4K 🙁

  • IRNBNN

    Chissa perche Netflix non ha sbloccato il bitrate…bisognerebbe fare un confronto con gli altri servizi che hanno dato ascolto alla richiesta dell’unione europea e vedere se sono rimasti tutti al periodo del lockdown o se solo netflix non ha ancora sbloccato la situazione.

    • Roberto Lodolo

      Amazon Prime sì vede con un bitrate migliore al momento.

  • sebamix

    Ho una connessione adsl talmente performante, che il calo di bitrate non mi ha toccato per nulla… 😐

  • Andrea__93

    Col cavolo che pagherei l’abbonamento! Torrent a vita

    • Rudi Rudi

      Bravissimo, saresti da denuncia complimenti,

      • Andrea__93

        denunciami pure. Te continua a pagare un abbonamento per streaming 4K con bitrate a 2 megabit 😉
        P.S. Gli abbonamenti ai servizi che ti danno realmente quello che promettono, li pago (Spotify ad esempio).
        Trovo inoltre squallido ridurre il bitrate a meno di 2 mega (con la scusa dell’emergenza) ma mantenendo nella descrizione del piano “streaming Ultra HD” allo stesso prezzo, omettendo il bitrate, solo perchè la maggior parte degli utenti sanno cos’è la risoluzione ma non il bitrate. Loro la banda la pagano, e ridurre il bitrate a 1/7 significa risparmiare tanti soldi… ma gli utenti finali cosa hanno risparmiato in questi mesi?

  • Aldo

    Se tutti gli abbonati in Italia togliessero l’iscrizione tempo 2 minuti e torna tutto come prima. Ci si dimentichiamo che sono gli utenti ad avere il coltello dalla parte del manico. Oppure come ha detto qualcuno, la maggior parte non si è nemmeno accorta che sta guardando roba che manco i 3gp di una volta.

    • Luigi

      Io l’abbonamento l’ho sospeso, ma servono i grandi numeri per smuoverli.

    • Alberto Rossi

      esatto! 👍

  • giulioct

    Hanno ripristinato il corretto bitrate, almeno su StrangerT. Forse stanno testando.

  • .Dave.85.

    Mai Netflix da parte mia…tutta la vita Amazon Prime Video!

  • gino struz

    Io non capisco perche’ debba tornare lentamente…..Semplicemente danno l’illusione di qualche contenuto piu’ nuovo a 15,25mb e poi distribuiscono il ribasso con altri titoli. La solita strategia x ingannare le pecore. Non sono piu’ interessato, facciano un po’ come vogliono. Amazon e’ la stessa storia, non c’e’ uniformita’ di bit rate fra le piattaforme. Hanno semplicemente anche loro preso la palla al balzo del nostro amato covid. Sinceramente mi hanno nauseato un po’ tutti.E un bel chissene frega ce lo metto. Godiamoci l’estate, oramai tendono solo a farci abituare ed assopire allo stesso tempo.Alla alla storia della diminuzione per l’infrastruttura non ci avevo creduto fin da subito. Ed infatti si dimostra solo essere puro marketing