Netflix fa pace col fisco italiano: versati quasi 60 milioni di euro

Netflix  fa pace col fisco italiano: versati quasi 60 milioni di euro
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Netflix è un colosso dello streaming multimediale a livello mondiale e nel nostro paese si è trovato ad affrontare una curiosa situazione nei confronti del fisco italiano.

Trova streaming

Nelle ultime ore Netflix avrebbe versato allo Stato italiano 55 milioni di euro, più oneri legali e interessi, per ripianare le tasse che il fisco le ha contestato. Tali tasse si riferiscono al periodo precedente al 2020, ovvero al periodo in cui Netflix si è servita di infrastrutture sul nostro territorio pur senza aver aperto una sede e aver assunto personale in Italia.

Per la Guardia di Finanza e il procutore che si sono occupati della vicenda, l'utilizzo di data center e infrastrutture di rete localizzate nel nostro paese hanno reso Netflix idonea a produrre reddito d'impresa in territorio italiano. Pertanto le sono state richieste le imposte su quanto incassato.

Dopo gennaio 2020 le cose sono cambiate e diventate più semplici: Netflix ha aperto sedi in Italia e ha stipulato contratti di lavoro con personale italiano. Pertanto l'azienda si ritrova a fatturare regolarmente come ogni altra azienda italiana.

Mostra i commenti