Netflix distribuirà Sandman, la serie ispirata al capolavoro di Neil Gaiman

Giuseppe Tripodi -

Secondo quanto riferito da Hollywood Reporter, Sandman avrà finalmente una trasposizione televisiva: il capolavoro a fumetti di Neil Gaiman diventerà una serie TV co-prodotta da Warner Bros e distribuita da Netflix. Stando alle prime indiscrezioni, ci troveremo davanti ad una grandissima produzione, la serie più costosa mai vista da DC Entertainment.

D’altra parte, Sandman è un soggetto complesso e richiesto, che parecchi avevano provato a portare prima sullo schermo: il più recente tentativo risale a tre anni fa, quando la New Line aveva provato (senza successo) a realizzarne una trasposizione cinematografica. Così come allora, in questa nuova produzione sarà coinvolto Neil Gaiman, autore del fumetto, che sarà produttore esecutivo insieme a David Goyer. La sceneggiatura sarà invece affidata ad Allan Heinberg (Wonder Woman,  The Catch, Grey’s Anatomy).

La serie a fumetti, nata alla fine degli anni 80, racconta la storia di Sandman (o, se preferite, Sogno, Morfeo, Oneiros…), Eterno del sogno e delle storie. Ad intrecciarsi con le sue vicine ci sono gli altri Eterni, suoi fratelli e sorelle, che come lui rappresentano l’incarnazione di sentimenti, passioni e idee degli uomini: Destino, Morte, Distruzione, Desiderio, Disperazione e Delirio. Tutte queste figure, insieme a Lucifero e tanti altri personaggi iconici, costruiscono un vera e propria saga epica, universalmente ritenuto una delle migliori serie a fumetti di sempre.

Gli Eterni di Sandman

LEGGI ANCHE:Migliori novità Netflix di luglio: Stranger Things, La Casa di Carta, Orange is the New Black

Sandman andrà ad aggiungersi alle altre secenti serie tratte da soggetti di Neil Gaiman, come American Gods e Goog Omens, entrambe disponibili su Prime Video. Inoltre, considerando che anche la serie Lucifer di Netflix è originariamente ispirata dal Lucifero di Gaiman, chissà che non ci si possa aspettare qualche riferimento a questa produzione.

Purtroppo non ci sono ancora dettagli su tempistiche, numero di episodi o altro, poiché sia Warner che Netflix non hanno voluto commentare la notizia.