Resident Evil diventerà una serie TV di Netflix e sarà girata con attori in carne e ossa

Vezio Ceniccola - O almeno finché il T-virus non prenderà il sopravvento, lasciando solo le ossa

Nel giorno di pubblicazione ufficiale del nuovo remake di Resident Evil 2, arriva una notizia che farà sobbalzare i fan del gioco: a quanto pare Netflix sarebbe già al lavoro per realizzare una serie TV in live-action ambientata nell’universo di Resident Evil.

L’indiscrezione è stata rilasciata dal sito americano Deadline, che si è spinto a fornire alcuni dettagli sulla possibile trama. Da quanto si è capito, la serie Netflix dovrebbe essere girata con attori in carne e ossa – dunque niente CGI – ed andrebbe ad espandere la trama principale dell’universo di Resident Evil. Molto probabilmente, le vicende narrate saranno incentrate sulle operazioni dell’Umbrella Corporation e sulla diffusione del T-virus, ma per ora non è possibile dire di più.

La saga videoludica è già stata riproposta in un buon numero di film, sia in live-action che in CGI, dimostrandosi molto duttile anche come ambientazione cinematografica. Per questo, le notizie su una possibile serie ispirata alla storia di Resident Evil vengono riproposte con costanza a distanza di qualche anno.

LEGGI ANCHE: Recensione Resident Evil 2 Remake

Questa volta, però, dovrebbe essere proprio quella giusta, visto che Netflix ha già iniziato i lavori sul progetto. Non è ancora chiaro quale sarà l’evoluzione della storia, così come non si conosce una possibile data di rilascio della serie, ma siamo sicuri che ne sentiremo ancora parlare nei prossimi mesi, dunque rimanete sintonizzati.

Via: IGNFonte: Deadline