Netflix rincara, per ora solo negli USA: ecco di quanto potrebbe salire anche in Italia

Nicola Ligas

Rincari in vista per Netflix, probabilmente anche dalle nostre parti, sebbene per adesso l’aumento di prezzo sia relativo solo al mercato USA. Si tratta per altro del balzo più significativo mai fatto finora dal servizio di streaming, e dubitiamo che sarà solo a carico degli Stati Uniti.

Il piano base è passato da 7,99 ad 8,99 dollari, mentre lo standard ed il premium sono rincarati ciascuno di due dollari, arrivando a 12,99 e 15,99$ rispettivamente. Considerando quindi che, prima di questo rialzo, i prezzi in dollari erano identici (numericamente parlando) a quelli in euro, qualora le nuove tariffe dovessero entrare in vigore anche da noi saranno probabilmente di 8,99 euro per il piano base, 12,99 euro per lo standard e 15,99 euro per il premium (ma ribadiamo che al momento è solo una supposizione).

Le motivazioni sono molteplici e tutte riconducibili ai costi sostenuti: da quelli per realizzare un sempre maggior numero di contenuti originali, a quelli necessari ad accaparrarsi serie cult come Friends, costata 100 milioni di dollari, per non parlare della concorrenza attuale e prossima ventura. Le nuove tariffe andranno a coinvolgere sia i nuovi utenti che i già abbonati, che ovviamente possono sempre disdire in qualsiasi momento. Dopo gli USA, il rincaro è già previsto in America Latina nel corso dei prossimi tre mesi. Ancora nessuna conferma circa l’Europa, ma non ci stupiremmo se le cifre che abbiamo indicato poco più sopra diventassero lo standard anche in Italia in un qualche momento del 2019.

Via: The Verge