Spotify crede nei podcast: ecco perché l’acquisizione di Megaphone è strategica

Vincenzo Ronca

Spotify ha appena compiuto un importante passo nella direzione dei podcast, uno dei settori più in crescita nel campo dello streaming multimediale negli ultimi tempi. L’azienda ha appena acquisito Megaphone.

Megaphone, fondata nel 2015 da The Slate Group e inizialmente conosciuta come Panopoly, era una casa specializzata nella produzione di podcast particolarmente ricercati. Tra i suoi lavori troviamo prodotti creati per BuzzFeed, The Wall Street Journal e Vox. Successivamente è arrivata la specializzazione nel campo dei servizi di hosting e strumenti pubblicitari.

LEGGI ANCHE: rimanete aggiornati sul Black Friday 2020

Spotify ha acquisito Megaphone per 235 milioni di dollari: l’acquisizione è anche strategica in ottica degli strumenti pubblicitari da inserire nei podcast. La stessa Spotify ha confermato con l’acquisizione di Megaphone intende offrire ai creatori di podcast uno strumento per massimizzare i guadagni generati con i propri contenuti.

L’acquisizione di Megaphone è l’ultima di una lunga serie da parte di Spotify nel panorama dello streaming multimediale. Torneremo ad aggiornarvi una volta che saranno più chiari i risvolti pratici dell’acquisizione.

Via: TechcrunchFonte: Spotify
  • Alphabeto

    Continuo a preferire google podcast