Da oggi su Netflix c'è Strappare Lungo i Bordi, la serie di Zerocalcare

Da oggi su Netflix c'è Strappare Lungo i Bordi, la serie di Zerocalcare
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Oggi il catalogo di Netflix si arricchisce di un nuovo contenuto italiano di cui avrete sicuramente sentito parlare. È disponibile da oggi Strappare Lungo i Bordi, la serie animata di Zerocalcare!

Strappare Lungo i Bordi è una serie animata composta da 6 episodi ciascuno di una durata inferiore ai 20 minuti. Si fa insomma veloce a vedersela tutta. Ma da cosa nasce questa serie? Ce lo racconta un altro autore, Giacomo Bevilacqua di A Panda piace, sulla sua pagina Facebook ufficiale.

Anni fa, una notte, io e Zero eravamo nei corridoi di un albergo. Mi disse che avrebbe voluto fare animazione. Per "fare animazione" intendeva dire che avrebbe voluto studiarsi il mezzo, i programmi che si usano per realizzarlo, e tutte le possibilità in più che un media simile gli avrebbe potuto offrire rispetto al fumetto. E in questi anni ha fatto esattamente quello che aveva detto. L'ha fatto tra libri usciti, presentazioni, incontri e viaggi. Strappare lungo i bordi, la sua serie su Netflix, che arriva domani, non è solo lo step naturale e fisiologico nella carriera di un autore di successo. È il frutto, voluto, cercato, trovato, di anni di studio e ricerca.
Senza dubbio lo studio sull'animazione di Zerocalcare è andato molto avanti proprio durante la Pandemia. Le clip brevi realizzate e pubblicate su Facebook durante il periodo della quarantena hanno milioni di visualizzazioni (senza contare i repost e le visual su YouTube), facendo se possibile diventare Zerocalcare ancora più famoso e apprezzato.

E Strappare Lungo i Bordi è molto probabilmente il culmine di questo studio. Già dal primo episodio si notano alcune somiglianze con i già citati "corti" pubblicati negli scorsi mesi, soprattutto per quanto riguarda il ritmo e l'atmosfera.

Comunque vi basterà aprire Netflix per essere accolti dalla gigantografia della serie animata. Fateci sapere se la guarderete e cosa ne pensate!

Commenta