Apple TV Plus

Apple TV+ è il nuovo servizio di streaming di Apple che offre film e programmi originali. È la stessa società di Cupertino a descriverlo utilizzando queste parole. Si tratta quindi di un servizio alla stregua di Netflix o del neonato Disney+. Ma cosa ha da offrire Apple TV Plus e perché un utente, anche non Apple, dovrebbe abbonarsi? Cerchiamo di scoprirlo insieme!

INDICE

Come funziona

Il funzionamento di Apple TV+ è per certi versi simile a quello di altri servizi di streaming. L'obiettivo di Apple però non è tanto quello di fare da concorrente diretto a Netflix e simili, anche perché si tratta di un servizio da utilizzare prevalentemente con il box Apple TV che fa da contenitore a tanti altri servizi slegati appunto dall'ecosistema Apple. Per accedere ad Apple TV+ dovrete utilizzare l'applicazione Apple TV che si trova sui vostri iPad, iPhone o dispositivi macOS (MacBook, iMac) o appunto un box Apple TV. Dall'app Apple TV o dall'interfaccia del box TV continuerete ad acquistare come al solito varie tipologie di contenuti selezionati, ma pagando appunto un abbonamento mensile avrete a disposizione un catalogo di contenuti prodotti da Apple stessa. L'interfaccia di utilizzo sarà, come tutto ciò che gravita intorno all'universo della mela, piuttosto intuitiva.

Prezzo

Il costo di Apple TV+ è incredibilmente basso rispetto agli altri servizi: 4,99$ al mese, praticamente il costo di un singolo noleggio di un film!

Catalogo

Per una prima sbirciata al catalogo date un'occhiata al paragrafo dedicato alle serie TV.

Trailer


Serie TV

  • Foundation: Serie di fantascienza, adattamento del Ciclo della Fondazioni di Isaac Asimov: una delle produzioni più importanti della serie, su cui Apple ha investito di più. Curata da  David S. Goyer e Josh Friedman, tra i produttori esecutivi c’è anche Robyn Asimov, figlia di Isaac. La serie sarà divisa in 10 episodi.
  • Amazing Stories (Storie incredibili): Si tratta di un reboot dell’omonima serie degli anni ’80, ideata e curata da Steven Spielberg e conosciuta in Italia con il nome di Storie incredibili. Dopo alcuni problemi iniziali (pare che la proposta iniziale fosse troppo cupa per tutte le persone coinvolte, incluso Spielberg), il progetto è stato affidato a Edward Kitsis e Adam Horowitz, ossia il duo di sceneggiatori e produttori famosi soprattutto per Lost e Once upon a time. La serie sarà composta da 10 episodi.
  • Are you sleeping?: Una serie drama tratta dall’omonimo libro di Kathleen Barber. La storia racconta di Josie Buhrman, che ha avuto un’infanzia travagliata: il padre è stato assassinato e la madre è scappata per unirsi ad un culto. Tradita anche dalla sorella, Josie si trasferisce a New York e inizia una nuova vita con Caleb, a cui non racconta la verità sulla sua vita. Ma le indagini di un giornalista investigativo sull’omicidio del padre portano a galla il suo passato. La protagonista sarà Octavia Spencer (foto in alto), Premio Oscar per The Help.
  • Little Voices: Una musical dramedy à la Glee, prodotto da J.J. Abrams e Sara Bareilles (che comporrà anche le musiche originali). Sappiamo che la serie sarà ambientata a New York e racconterà le diverse anime musicali che convivono nella Grande Mela, raccontate tramite il percorso formativo di un’artista che prova a cercare la propria strada.
  • For all mankind: Una serie di fantascienza ideata da Ronald D. Moore, già produttore di Outlander e Battlestar Galactica. La serie immagina un futuro alternativo in cui la rivalità tra Stati Uniti e URSS per la corsa allo spazio continua. Tra gli attori protagonisti ci sarà Jodi Balfour.

  • The Morning Show: Una commedia che racconta i dietro le quinte di uno show mattutino, che avrà come protagonisti Reese WitherspoonJennifer Aniston e Steve Carell, presenti sul palco durante la presentazione di Apple TV +. Si tratta di uno dei prodotti di punta di Apple e sono già state confermate due stagioni da 10 episodi l’una.
  • See: Immaginate un futuro in cui tutta l’umanità ha perso la vista e ha imparato a vivere senza questo senso, ma improvvisamente nascono due gemelli in grado di vedere. Questo è l’incipit di questa serie fantasy con Jason Momoa (Aquaman) e Alfre Woodard, scritto da Steven Knight (ideatore di Peaky Blinders) e diretto da Francis Lawrence (Io sono leggenda).
  • Little America: Una commedia antologica che racconta le vite di immigrati che iniziano la loro vita negli Stati Uniti (ispirati da storie vere). Prodotta da Lee Eisenberg (The Office) e scritta da Kumail Nanjiani e Emily V. Gordon (lui è Dinesh di Silicon Valley, e insieme hanno già scritto The Big Sick).
  • Central Park: Un musical animato ideato dalla 20th Century Fox e da Loren Bouchard, già creatore di Bob’s Burgers. Scritta da Josh Gad e Nora Smith, racconta della famiglia di custodi che vive a Central Park, che finirà per salvare il parco (e sostanzialmente anche il resto del mondo). Sono previste due stagioni da 13 episodi l’una.
  • Home: Un reality show realizzato da  Matt Tyrnauer e Corey Reeser: mostrerà case straordinarie, le persone che le abitano e quelle che le hanno realizzate. Sono previsti 10 episodi da circa un’ora luna.
  • Dickinson: Una commedia ispirata alla vita della poetessa Emily Dickinson, che sarà interpretata da Hailee Steinfeld (Mattie Ross ne Il Grinta). Scritta da Alena Smith e diretta da David Gordon Green, ironizzerà sulle limitazioni della società diciannovesimo secolo, viste dalla prospettiva della poetessa.
  • Pachinko: Un drama tratto dall’omonimo best seller del coreano Min Jin Lee: racconta la storia di una famiglia di immigrati coreani, che si dipana su quattro generazioni. Lo stesso Lee sarà uno dei produttori, insieme a Soo Hugh (The Terror, The Whispers) che ne cura la sceneggiatura.

Un primo confronto testuale potete leggerlo seguendo questo link. Principalmente parliamo di prezzi, visto che del catalogo si sa qualcosa ma comunque molto poco. Il 1 novembre arriveranno i primi show originali prodotti da Apple, ma il confronto diretto con Netflix è ancora impietoso. D'altronde stiamo paragonando Netflix, un servizio che esiste da anni che può contare su un catalogo di migliaia di contenuti, e Apple TV+, un servizio neonato.

Gli ultimi articoli