Google Home / Nest

In questa pagina vi diremo tutto quello che c'è da sapere su Google Home. Qui sotto trovi un menù rapido, ma sappi che scorrendo più in basso troverai tutte le ultime notizie su Google Home, aggiornate giorno per giorno.

Cos'è e come funziona

Google Home è l'assistente personale per la casa di Google. C'è sempre un po' di confusione in rete e spesso non è facile capire come funziona. Proveremo qui a spiegarvelo nel modo più semplice possibile. È un sistema indipendente che non necessita dello smartphone per funzionare, ma che comunque va configurato la prima volta con uno smartphone. Si posiziona in casa dove può essere utilizzato a piacimento con le voci di più persone diverse. È possibile utilizzarlo per impostare promemoria, chiedere informazioni sul meteo, far squillare il proprio telefono perso o interagire con servizi di terze parti e dispositivi di domotica.

In tal senso Google Home è compatibile con un grandissimo numero di dispositivi e di brand di aziende di terze parti per il controllo della temperatura (riscaldamento/condizionatori) della musica, della luce, di prese di corrente e di molti altri dispositivi di domotica. Per quanto riguarda i servizi di terze parti varie aziende stanno integrando all'interno di Home i loro servizi affinché siano richiamabili a voce. Google Home può anche riprodurre musica (tramite i servizi compatibili, come Play Musica o Spotify) e supporta account multipli in base ai vari componenti della famiglia. La base inferiore può essere sostituita con basi di altro colore.

Nel 2020 Google Home è stato sostituito da Nest Audio, un prodotto interamente realizzato in tessuto a con una qualità audio (come fa intuire il nome stesso) decisamente superiore.

Cosa può fare e cosa chiedere

Sono tantissimi i comandi che è possibile impartire a Google Home e questi crescono continuamente. Non servono aggiornamenti particolari o installazione si software o app. Ogni funzionalità viene aggiunta sui server Google e quindi sarà immediatamente disponibile anche per voi, senza bisogno che sia intrapresa nessuna azione da parte vostra. Ogni comando deve essere anticipato dalla frase di attivazione che ad oggi è Ok Google, oppure Ehy Google. Non è possibile ad oggi sostituire questi comandi con altre frasi di attivazione. Se siete curiosi di sapere cosa può fare Google Home e quali frasi chiedere, ecco a voi un po' di esempi da cui prendere ispirazione:

Ok Google...

  • quanti anni ha Gerry Scotti?
  • quanti abitanti ci sono a Firenze?
  • che ore sono a Pechino?
  • cosa c'è nel mio calendario?
  • quanto fa 15 per 50?
  • quanto è il 20% di 70?
  • quanto è alta la Torre Eiffel?
  • traduci binocolo in cinese
  • quali sono le ultime notizie?
  • cosa vuol dire australopiteco?
  • risultati di Fiorentina-Inter
  • quando è la prossima partita di campionato?
  • qual è la classifica di serie A?
  • qual è l'ultimo film con Tom Cruise?
  • che verso fa il gatto?
  • chi ha inventato il telefono?
  • che tempo farà domani?
  • mi servirà l'ombrello domani a Milano?
  • quali sono le previsioni per il fine settimana?
  • quanti sono 100 euro in dollari canadesi?
  • quante calorie ci sono in una mela?
  • com'è il traffico per arrivare all'aeroporto di Fiumicino?
  • quanto tempo ci vuole per arrivare a lavoro?
  • imposta una sveglia alle 7 e trenta
  • riproduci rumore bianco
  • imposta un timer di 2 minuti chiamato frittata
  • è aperto Conad?
  • ci sono farmacie in zona?
  • dimmi una curiosità
  • aggiungi fusilli alla lista della spesa
  • qual è la ricetta della pasta alla carbonara?
  • riproduci Muse su Spotify (serve account Spotify)
  • alza il volume
  • metti un po' di musica
  • cerca Scottecs su YouTube (solo su smart display)
  • fammi ascoltare radio m2o
  • mi piace questa canzone

Utilizzando prodotti di domotica compatibili (vedi sotto):

  • spegni tutte le luci
  • imposta la temperatura a 25° in camera da letto
  • imposta clima salotto a 26°
  • imposta clima salotto in modalità riscaldamento
  • spegni TV
  • mostra telecamera ufficio
  • avvia robot pulizia
  • spegni la luce in bagno

Google Home ci ascolta sempre?

Una credenza molto diffusa è che per funzionare Google Home debba perennemente ascoltare ogni frase che pronunciamo. In realtà questo non è corretto. All'interno di Google Home infatti c'è un componente che ha un solo compito: riconoscere la frase "ok google". Qualsiasi altra frase o parola pronunciata sarà a lui completamente indifferente. Una volta sentita questa frase di attivazione le luci di Google Home si attiveranno. Questo vuol dire che tutto quello che verrà pronunciato dopo sarà inviato ai server e quindi istantaneamente analizzato per attivare il comando da voi richiesto. Per questo c'è sempre almeno un secondo di ritardo e per questo quando non c'è internet "ok google" viene ancora riconosciuto, ma poi non potrà essere eseguito nessun comando.

Abbiamo recensito Nest Audio (ovvero il Google Home di seconda generazione) appena uscita sul mercato e l'abbiamo promosso a pieni voti. Nel link qua sopra potrete infatti vedere quella recensione dove vi spieghiamo anche cosa cambia rispetto al modello di prima generazione. Dopo questo testo troverete invece tutti gli ultimi articoli con le ultime novità su Google Home.

Nella nostra prova Nest Audio è stato promosso per precisione e bontà della qualità audio, concentrandoci su quelle che sono le novità di questo prodotto rispetto ai modelli precedenti.

Google ha lanciato, sempre nei paesi in cui Google Home era già disponibile, anche una versione Mini nel corso del 2017. Si tratta di una versione molto più compatta ma che replica al 100% tutte le funzioni di Google Home. Le uniche differenze riguardano le capacità musicali: Google Home Mini può sempre riprodurre musica ma ha una qualità ed un volume nettamente inferiore alla sua versione più grande. Ottima però la qualità dei microfoni, anche migliore della versione Home classica. Nel 2019 Google ha poi rinnovato il suo prodotto più economico con un modello che prende il nome dalla nuova lineup domotica di Google: Nest Mini. Il nuovo speaker ha una maggiore potenza audio e una maggiore qualità, oltre ad un componente interno che elabora le richieste più comuni offline e più rapidamente.

A differenza di quello che molti potrebbero pensare le differenze fra i vari dispositivi Google Home non sono tante, anzi. Anche le differenze fra Google Home e Google Home Mini in realtà non sono molte. Per riassumerle abbiamo realizzato un video che trovate qui sotto.

Dovendo però semplificare al massimo le differenze possiamo dire che le differenze sono estetiche e di qualità audio. Home Mini è ovviamente più compatto e occupa molto meno posto. La qualità audio però è nettamente inferiore. Se non intendete però ascoltare musica con il vostro Google Home, Home Mini andrà ampiamente più che bene, grazie proprio alla compatibilità totale con il 100% delle funzioni di Google Home. Ottima la qualità audio di Google Home per il prezzo a cui viene venduto, ma ricordatevi che questa è l'unica vera differenza fra i due prodotti, così come anche con molti altri prodotti Google Home.

Se abbiamo appena detto che non ci sono differenze fra i vari Google Home, questo non è vero quando tiriamo in ballo Nest Hub, il primo prodotto ad aver subito il re-branding fra Home e Nest, azienda Google famosa per i termostati e per le telecamere di sorveglianza.

Google Nest Hub offre infatti un bellissimo display. Benché le funzioni siano le stesse è ovvio che avere un output video renda il tutto ancora più interessante. Trovate qui la nostra videorecensione, che vi invitiamo a vedere in quanto riassume perfettamente tutte le novità del prodotto. Nel video mostriamo la versione in inglese, ma Nest Hub è ora pienamente compatibile anche con la lingua italiana.

Potrete anche interagire con il touch, modificando l'illuminazione di casa o i termostati, senza utilizzare la voce. Potrete anche usarlo come monitor per i vostri campanelli smart e anche riprodurre video YouTube o di servizi compatibili. Fra questi troviamo tutti quelli originariamente compatibili con Chromecast. Nel 2021 viene immessa sul mercato una versione rinnovata con una qualità audio superiore e il sensore di Project Soli per poter monitorare il vostro sonno.

Prezzo

Google Home e la sua variante Mini sono disponibili in Italia e a seguire troverete i loro prezzi, per fortuna non rincarati rispetto al resto d'Europa.

  • Google Nest Audio: 99€
  • Google Nest Hub (2a gen): 99€
  • Google Nest Hub Max: non disponibile in Italia
  • Google Home Mini: 59€
  • Google Nest Mini: 59€
  • Google Home Max: non disponibile in Italia
  • Smart Clock: non disponibile in Italia

Google Home è disponibile ufficialmente anche in Italia ed è possibile acquistarlo direttamente sullo store dell'azienda per i prezzi di cui abbiamo parlato sopra. Google Home non è comunque esclusiva dello Store Google e pertanto lo potrete tranquillamente acquistare anche nelle catene di elettronica e nei negozi fisici. Anche gli operatori hanno annunciato la disponibilità di Google Home. Dove non troverete Google Home è su Amazon, vista una storica "frizione" fra le due aziende.

App e Download

Google Home è anche un'app per smartphone, questa già liberamente scaricabile da tutti su Android o iOS. Questa app è fondamentale per la configurazione di un nuovo Google Home, per aggiungere nuovi servizi domotici o app di terze parti all'assistente vocale, ma non solo. È infatti già ora l'app di riferimento per Chromecast e se ne avete uno in casa probabilmente avrete già avuto modo di utilizzare questa app.

Come aggiornare

In molti si domandano come aggiornare il proprio Google Home. In realtà non c'è alcun bisogno di aggiornare il proprio Google Home (o Nest Hub), in quanto le nuove funzionalità sono integrate nei server Google dove le vostre richieste vengono elaborate. In sostanza ogni novità dovesse essere aggiunta a Google Home questa verrà implementata in automatico anche nel vostro dispositivo.

C'è comunque un software del prodotto che viene aggiornato in automatico (di solito di notte) tramite internet. Trovate il numero di versione dell'aggiornamento dentro l'app Google Home per smartphone, andando nel proprio account, dispositivo locale, selezionando il proprio Google Home e scorrendo fino alla fine. Potrete anche iscrivervi ai software beta per gli aggiornamenti, ma poiché potrebbero avere funzioni ancora non definitive noi ve lo sconsigliamo vivamente.

I servizi ed i prodotti compatibili con Google Home sono tantissimi e Google ha quindi pensato bene di racchiuderli tutti all'interno di una pagina che li contenga tutti. Riportiamo qui sotto i marchi più importanti:

News

A seguire trovate tutte le ultime news e gli ultimi aggiornamenti su Google Home e sulla famiglia Nest, i suoi servizi e tutti i vari dispositivi.

Gli ultimi articoli