Windows 11

Windows 11 è la nuovissima versione del popolare sistema operativo di Microsoft, la quale succederà a Windows 10 dopo diversi anni dalla sua introduzione. Il debutto di Windows 11 è previsto nella seconda parte del 2021, con una presentazione ufficiale che si è tenuta il 24 giugno 2021. Le novità sono tante, sebbene non si tratti di una completa riscrittura del codice da parte di Microsoft.

INDICE

Windows 11 mette tutto “al centro”, a cominciare dal pulsante Start, perché “al centro” c’è prima di tutto l’utente, parafrasando le parole di Panos Panay, Chief Product Officer di Microsoft.

L’idea generale dietro a Windows 11 p quella di dare “un incredibile senso di calma”, e tutto ciò rendendolo anche più veloce di prima. L’avvio del PC, delle applicazioni e anche gli stessi Windows update saranno più veloci (fino al 40%), e gli elementi di “rotondità” la faranno da padrone in tutte le app.

La nuova pagina dei widget, in trasparenza sul resto del contenuto, è popolata tramite AI, in modo da fornire sempre argomenti pertinenti ed interessanti per l’utente.

L’intera interfaccia è stata ripensata per l’uso touch, con interazioni più semplici, affini a quelle che già facciamo con il mouse, con le “hit box” più larghe, e finestre pensate per essere spostate e ridimensionate facilmente, grazie anche a nuove gesture per ingrandirle/minimizzarle. Ma soprattutto avremo una tastiera a schermo completamente ridisegnata e personalizzabile, simile a quella di molti smartphone, e per questo più familiare.

Microsoft promette anche che la dettatura vocale sarà la migliore di sempre, in grado non solo di capire correttamente la voce dell’utente e tradurla in parole, ma anche di aggiungere automaticamente la punteggiatura, oltre a supportare adeguatamente i comandi vocali in generale.

A proposito del posizionamento delle app, Windows 11 ricorderà la posizione delle app sui vari monitor, in modo che collegando/scollegando il notebook da un display esterno possiate tornare subito a lavorare così come l’avevate lasciato.

Tutte le app di Microsoft saranno ovviamente riprogettate per adattarsi al nuovo stile, e ci sarà anche una novità: “Chat”, un’app basata su Microsoft Teams che di fatto rimpiazzerà Skype, che non sarà più pre-installata.

Inoltre, Windows 11 supporterà nativamente le app Android. Le app verranno installate localmente, il che significa che le vedrete assieme a tutte le altre. Non si tratta però di una partnership con Google, quanto con Amazon: le applicazioni Android saranno infatti quelle presenti nello store del colosso dell’e-commerce, e le potrete trovare direttamente sul Microsoft Store. I dettagli precisi sul funzionamento non sono ancora del tutto noti.

Microsoft pensa anche ai gamer, con miglioramenti quali il supporto direct storage (serve a migliorare i tempi di avvio dei giochi, con hardware dedicato), auto HDR – che andrà a rendere più belli i giochi in SDR su monitor HDR per aumentare comunque contrasto, luminosità e saturazione – e le DirectX 12 Ultimate, con supporto a funzioni quali Raytracing 1.1variable rate shading e altre, ed in generale consumando meno risorse.

Ora non vi resta che guardare la nostra prova completa di Windows 11 Pro, eccovi il player con a seguire una galleria di immagini.

Microsoft rilascerà pubblicamente Windows 11 Microsoft entro Natale, il che ci fa pensare che sarà effettivamente disponibile a novembre 2021. Le beta per gli insider sono arrivate a partire da luglio 2021.

In termini di possibilità di aggiornare dalla precedenti versioni di Windows sappiamo già che tutti coloro che hanno il proprio dispositivo aggiornato a Windows 10, Windows 8 e persino Windows 7 potranno aggiornare gratuitamente a Windows 11.

A valle della presentazione ufficiale di Windows 11, che si è tenuta il 24 giugno 2021, Microsoft ha rilasciato le prime build per Insider a partire dalla prima settimana di luglio 2021. Il rilascio delle prime versioni stabili è invece previsto entro Natale. Non appena verranno rilasciate le build Insider e stabili torneremo ad aggiornarvi, con annessa guida per il download e installazione.

Requisiti minimi

Indipendentemente dal fatto che possiate o meno ricevere Windows 11 gratuitamente, il vostro PC potrebbe non essere in grado di farlo girare a dovere. Se volete scoprire se il vostro PC potrà supportare Windows 11 c’è un metodo molto semplice: scaricare quest’app ed eseguirla. Tutto ciò che l’app farà sarà controllare il vostro hardware e fornivi a breve la risposta.

In ogni caso, questi sono i requisiti minimi del nuovo sistema operativo di casa Microsoft:

  • Processore dual-core a 64-bit da almeno 1 GHz
  • 4 GB di RAM
  • 64 GB di spazio di archiviazione liberi
  • Display da almeno 9”
  • Compatibilità UEFI, Secure Boot & TPM 2.0
  • Scheda grafica compatibile con DirectX 12 / WDDM 2.x

Giusto per chiarire un punto importante: le app a 32-bit continueranno a funzionare, ma non ci sarà una versione di Windows 11 a 32-bit, ma solo a 64. Notate anche le limitazioni sul display, il che di fatto “confina” questa versione di Windows ai tablet, senza alcuna pretesa di tornare nel mondo smartphone

L'aggiornamento a Windows 11 sarà gratuito per gli utenti Windows 7, 8.x e 10.

Notizie e Rumor Windows 11

A seguire trovate tutte le notizie relative a Windows 11 che abbiamo pubblicato su SmartWorld.it.

Gli ultimi articoli