Accessori anti 5G, perché sono stati vietati dalle autorità

Le autorità olandesi hanno vietato la vendita di una serie di accessori anti 5G perché emettono radiazioni: ecco l'elenco di quelli inseriti in black list
Accessori anti 5G, perché sono stati vietati dalle autorità
SmartWorld team
SmartWorld team

La tecnologia 5G, la nuova tecnologia di rete mobile che va ad aggiungersi alle attuali 2G, 3G e 4G, è ormai una realtà, ma il suo avvento - come capitato già per molte altre innovazioni tecnologiche - suscita timori e perplessità in alcune persone in particolare per quanto riguarda eventuali impatti sulla salute, legati soprattutto alle onde elettromagnetiche.

Conseguenza di questi timori, in rete hanno iniziato ad apparire annunci di vendita di prodotti anti 5G, accessori che, leggendo le descrizioni, sarebbero in grado di proteggere da fantomatiche radiazioni, tra cui oggetti di bigiotteria come bracciali, anelli e collante. Peccato che si rivelino pericolosi, molto più delle sedicenti onde elettromagnetiche "killer".

Accessori anti 5G, l'avviso delle autorità olandesi

Le autorità olandesi hanno infatti diffuso un messaggio di alert sottolineando che i prodotti che affermano di fornire protezione dalle reti 5G, compresi collane e accessori per bambini, sarebbero radioattivi. L'organizzazione per la sicurezza nucleare e la radioprotezione nei Paesi Bassi (ANVS) ha emesso un avviso su 10 prodotti che, stando agli accertamenti condotti, emettono radiazioni ionizzanti dannose. La quantità di radiazioni misurata è bassa, sottolineano le autorità olandesi, e il danno per la salute è minimo, ma "non è possibile escludere completamente danni alla salute a lungo termine se i prodotti vengono utilizzati in modo continuativo e per lungo tempo".

La nota, diffusa sul sito dell'organizzazione per la sicurezza nucleare e la radioprotezione, invita a "non indossare più" questi prodotti e a "riporli al sicuro, in attesa di istruzioni per il resi. I 10 prodotti di consumo esaminati contengono sostanze radioattive - si legge sul sito autoriteitnvs.nl - Di conseguenza, emettono continuamente radiazioni ionizzanti. Chi li indossa vi è esposto e può avere effetti negativi sulla salute. Questi prodotti sono quindi vietati dalla legge". Per le autorità, indossare questi prodotto per 24 ore al giorno per un anno intero può comportare il superamento del valore limite imposto nei Paesi Bassi per l'esposizione della pelle alle radiazioni.

"Il valore limite è impostato per evitare il rischio di qualsiasi tipo di danno alla salute - spiegano ancora - Non si possono escludere completamente danni alla salute con questi prodotti, come per esempio un arrossamento della pelle. Data la bassa radiazione, la possibilità che ciò accada è molto bassa, ma per evitare ogni rischio, l'ANVS invita i possessori di questi prodotti a non indossarli più".

Il consiglio è anche quello di riporre i prodotti in questione nella confezione in cui sono arrivati o in un sacchetto chiuso, tenendoli lontani dai bambini. Trattandosi di materiali radioattivi - pur in percentuali molto basse - non vanno gettati via, ma smaltiti nel modo corretto, e per farlo è possibile chiedere informazioni direttamente alle autorità tramite apposito modulo. L'ANVS ha intanto informato i venditori che devono interrompere immediatamente la vendita sul territorio olandese, perché si tratta di un reato, e hanno ricevuto un primo avvertimento.

Nel caso in cui i prodotti continuassero a essere venduti, le aziende rischiano un'azione penale e una sanzione amministrativa. I fornitori olandesi dei prodotti individuati che non hanno ancora ricevuto una lettera in proposito devono contattare postbus.DDA.Raling@anvs.nl, indicando "prodotti di consumo con sostanze radioattive".

Prodotti anti 5G, la lista di quello vietati

L'ANVS è a conoscenza di dieci prodotti che, attraverso test e prove, hanno dimostrato di emettere radiazioni ionizzanti. Non è comunque escluso che sul mercato ve ne siano altri: il consiglio è di non utilizzare prodotti che riportano la dicitura "effetto ioni negativi".

I prodotti già individuati dalle autorità olandesi includono una maschera per dormire, un braccialetto e una collana del marchio "Energy Armor", braccialetti (di cui uno per bambini) di "Magnetix Wellness", il ciondolo Quantum e il braccialetto Basic Nero. L'elenco completo dei prodotti, comprese le immagini, è disponibile sul sito Web delle autorità olandesi.

Gli effetti sulla salute del 5G

La credenza nelle teorie anti 5G è aumentata soprattutto negli ultimi mesi, complice la pandemia di Covid e la propaganda negaziosta, del controllo e del complotto. Nessuno studio scientifico ha però dimostrato a oggi pericoli concreti per la salute legati al 5G, e l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha rassicurato sul fatto che sia sicuro e che non differisca molto dalle reti 3G e 4G già in uso.

"A oggi, e dopo molte ricerche eseguite, nessun effetto negativo sulla salute è stato collegato in modo causale all'esposizione alle tecnologie wireless", spiega l'OMS sul suo sito web. Il 5G viaggerà effettivamente su frequenze più elevate rispetto a 2G, 3G e 4G, ma la rete di antenne utilizzerà in realtà segnali dotati di potenza inferiore, come confermato anche da Altroconsumo.

Anche se a frequenze maggiori, la capacità di penetrazione di queste onde nei tessuti umani rimane sempre molto bassa e limitata agli strati superficiali della pelle, mancando anche l'energia necessaria per causare un danno al Dna. Con una rete di questo genere, per la capillarità delle antenne del 5G, l'intensità dei segnali necessari e le frequenze utilizzate, viene da pensare a un'esposizione limitata e dagli effetti negativi paragonabili o addirittura inferiori a quelli derivanti dall'uso di tecnologie precedenti. Ci sono comunque molte regole e una disciplina molto rigida in Italia riguardante i campi elettromagnetici proprio a tutela della salute.

Mostra i commenti