Alphabet X vuole risolvere i problemi di approvvigionamento globale in modo... "creativo"

Alphabet X vuole risolvere i problemi di approvvigionamento globale in modo... "creativo"
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Alphabet ha intenzione di risolvere i problemi di approvvigionamento globale grazie al progetto "Chorus". In pratica, la divisione X sta provando a "sviluppare nuovi sensori, software e strumenti di apprendimento automatico per migliorare radicalmente la nostra comprensione in tempo reale di dove si trovano i beni fisici, dove sono necessari, in quale stato si trovano e come vengono utilizzati". L'obiettivo, quindi, è quello di rendere le spedizioni intelligenti e connesse al fine di identificare cosa può essere riparato oppure reso più efficiente.

Alphabet, infatti, crede che questa nuova tecnologia possa risultare importante visto che permetterebbe, ad esempio, a medicinali o cibo di avvisare se sono troppo caldi o freddi, oppure se stanno quasi per scadere. Si potranno evitare sprechi, ritardi e abbinare domanda e offerta in modo dinamico.

Il team, infine, ora si sta concentrando su trasporti e logistica, assistenza sanitaria e cibo. Successivamente proverà ad espandere questa tecnologia all'edilizia, alla vendita al dettaglio e alla produzione.

Via: 9to5Google
Mostra i commenti