Amazon inaugura l’ecologia ‘coatta’: confezioni riciclabili per i prodotti più grandi, o scatta la penale

Edoardo Carlo Ceretti La svolta negli Stati Uniti a partire da questo mese di agosto, ma sono in molti a storcere il naso.

Giunti nel 2019, il rispetto per l’ambiente è un imperativo non più negoziabile e, per quanto la presa di coscienza dei singoli cittadini sia importantissima, ancora più fondamentale è la collaborazione dei grandi colossi mondiali. Fra questi c’è Amazon, che muove ogni giorno nel mondo una quantità incredibile di merci, con un impatto sul pianeta tutt’altro che trascurabile. Per cercare di diminuire tale impatto, ecco una contromisura storica: da agosto imporrà negli Stati Uniti l’utilizzo di confezioni riciclabili su un numero molto maggiore di prodotti.

E per confezione non intendiamo il classico imballaggio protettivo che tutti conosciamo, bensì la scatola di vendita, che dovrà essere realizzata in cartone riciclabile, senza l’impiego di plastica e di dimensioni e peso più contenuti. Non si tratta di una novità assoluta, infatti queste confezione (definite Frustration Free) hanno già da tempo debuttato anche in Italia su alcuni prodotti (firmati ad esempio Hasbro e Mattel), ma da ora sarà un obbligo per tutti i prodotti di grandi dimensioni, che richiedono scatola di almeno 46 x 36 x 20 cm.

LEGGI ANCHE: Quale Kindle comprare? Un confronto tra Kindle, Paperwhite e Oasis

I partner virtuosi riceveranno 1$ per ciascuna scatola Frustration Free spedita, mentre chi non si adeguerà alle direttive di Amazon dovrà pagare una penale di ben 1,99$ per ciascuna scatola non a norma. Come era facile attendersi, sono molti i produttori a non aver accolto con giubilo la novità, perché temono che la rinuncia alle tradizionali scatole dall’aspetto accattivante possa incidere negativamente sul volume delle vendite. E anche alcuni acquirenti – immaginiamo soprattutto i collezionisti – non vedono di buon occhio le nuove confezioni anonime.

Si tratterà però soltanto di abitudine, d’altronde se vogliamo voltare pagina e difendere il nostro pianeta, è necessario che tutti scendiamo di buon grado a compromessi, specialmente se piccoli e innocui come in questo caso. E voi come la pensate a riguardo?

OFFERTE SU AMAZON

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: DdayFonte: The Wall Street Journal
  • Nessunoalex

    Assolutamente d’accordo con Amazon in questo caso. Anzi, io obbligherei anche chi consegna a farlo con mezzi ecologici cominciando dagli oggetti più piccoli e leggeri.