Amazon lancia una marea di accessori con Alexa: nuovi Echo, smart display, amplificatori e microonde (foto)

Vezio Ceniccola

Durante un evento dedicato, svoltosi ieri sera, Amazon ha presentato ufficialmente tutti i suoi nuovi dispositivi hardware basati sull’ecosistema Alexa e Fire TV. E stiamo parlando di una presentazione in grande stile, visto il gran numero di prodotti e gadget tirati fuori dal cilindro, i quali sapranno accontentare tutti coloro che cercano soluzioni intelligenti per la casa, l’auto, il mondo mobile ed altro ancora. Trovate di seguito il lungo elenco delle novità a marchio Amazon, ma specifichiamo sin da subito che, al momento, non è possibile acquistare nessuno di questi prodotti in Italia.

Nuovo Amazon Echo Dot

La versione rivista è corretta di Echo Dot è più piccola ma anche più potente del modello precedente. Si tratta di un piccolo smart speaker con Alexa, molto simile a Google Home Mini, in grado di riprodurre musica via Bluetooth o ingresso audio. La disponibilità è già iniziata negli Stati Uniti, il prezzo è di 49,99$ su Amazon USA.

Nuovo Amazon Echo Plus

Variante più evoluta e più massiccia del Dot, anche in questo caso ci troviamo di fronte ad uno smart speaker con Alexa, il quale integra le stesse funzionalità più un sensore di temperatura, utile per controllare altri dispositivi IoT. La forma è cilindrica ma le dimensioni sono comunque contenute. Il prezzo è di 149$, le spedizioni inieranno ad ottobre.

Nuovo Amazon Echo Show

Può sembrare un tablet, ma non lo è. Il nuovo smart display con Alexa di Amazon riprende le forme della serie precedente ma aumenta le dimensioni – disponibile da 7″ o 10″ – e le capacità audio, grazie anche al supporto del processamento Dolby in tempo reale. In questo caso, il costo è leggermente più alto rispetto al resto dei prodotti, visto che parliamo di 229$.

Amazon Echo Input

Questo è un prodotto totalmente nuovo. Fondamentalmente sembra un Echo Dot, ma senza speaker, ed è questo il suo vantaggio: Echo Input può essere collegato a qualsiasi speaker audio non smart per aggiungere le funzionalità di Alexa e controllarlo tramite l’assistente vocale di Amazon, grazie ai quattro microfoni integrati. Supporta il collegamento tramite Bluetooth e ingresso audio da 3,5 mm, le dimensioni sono molto contenute (solo 12,5 mm di altezza) così come il prezzo: 34,99$ con spedizioni entro la fine dell’anno.

Amazon Echo Sub

Di lui abbiamo già parlato ieri, dopo i primi avvistamenti sul web. Se avete già una serie di smart speaker Echo o Echo Plus, questo è il compagno perfetto per aggiungere un tocco di bassi e ottenere sonorità molto più profonde. Echo Sub è un piccolo subwoofer con Alexa fatto per essere inserito in combinazioni 2.1 o anche 1.1, adatto anche alle configurazioni multi-room. Il costo è di 129$ ed è già in preordine.

Amazon Echo Link e Link Amp

Continuando a parlare di audio, ci spostiamo verso un livello più da audiofili con questi due prodotti, collegabili a sistemi Hi-Fi già esistenti per aggiungere le funzionalità smart di Alexa. Echo Link e Link Amp riescono a fornire una potenza di 60 W su due canali e supportano vari tipi di input e output: la differenza è che sulla versione Amp il numero degli ingressi e delle uscite è più ampio. I prezzi sono molto interessanti: 199$ per Echo Link e 299$ per Echo Link Amp, in arrivo entro fine anno.

Amazon Smart Plug

Anche di questa piccola presa da muro smart abbiamo parlato ieri, ed in realtà c’è poco da aggiungere: si tratta di una presa al quale collegare altri accessori. Grazie all’integrazione di Alexa, è possibile controllare l’attivazione da remoto e creare programmi di accensione e spegnimento. Costa 24,99$.

Amazon Fire TV Recast

Questo è uno dei prodotti più interessanti per chi ama sedersi davanti alla TV e guardare un mucchio di serie e film dai suoi servizi di streaming preferiti. Fire TV Recast è, infatti, un box per lo streaming al quale è possibile collegare anche un’antenna TV. Si può controllare tramite Alexa ed è capace di avviare la riproduzione sia sulla TV che su Echo Show, oltre che sulle app mobile Fire TV per Android e iOS. Inoltre, integra anche un DVR in grado di registrare contenuti sull’hard-disk interno. Il prezzo varia proprio in base alla quantità di memoria desiderata: 229$ per il modello da 500 GB, 279$ per quello da 1 TB.

Amazon Basics Microwave

Lo avevamo ampiamente anticipato ed eccolo qui: il primo forno a microonde con Alexa integrato. Fa esattamente quello che vi aspettereste: cuoce il cibo con le microonde. La differenza da un prodotto senza Alexa è che, se non volete utilizzarlo con i pulsanti presenti sulla sua parte frontale, potete farlo con i comandi vocali dell’assistente Amazon. Sarà disponibile da ottobre ad un prezzo di 59,99$.

Amazon Echo Wall Clock

Forse non sarà il gadget più utile per l’integrazione di un assistente vocale, ma se proprio non volete rinunciare ad Alexa nemmeno sull’orario, questo orologio da parete fa al caso vostro. Rispetto ad un prodotto tradizionale, ha luci LED per l’illuminazione e la visualizzazione di timer, ma soprattutto può auto-regolarsi per il cambiamento tra ora solare e ora legale. Tutto questo al prezzo di 29,99$.

Nuovo Ring Stick Up Cam

Per gli amanti delle videocamere di sicurezza, la versione rinnovata di Ring Stick Up Cam rappresenta una bella sopresa. Il funzionamento è molto simile ad altri prodotti di questo genere, anche se in questo caso c’è l’integrazione Alexa. Sarà disponibile a breve in USA, Francia, Germania, Australia ed altre zone del mondo al prezzo di 179,99$.

Amazon Echo Auto

Infine, un piccolo accessorio dedicato ai guidatori. Echo Auto può essere abbinato al sistema audio della propria vettura tramite Bluetooth o ingresso aux e si collega al proprio smartphone per fornire tutte le funzionalità di Alexa. Grazie al supporto della connettività Internet e della geolocalizzazione derivanti dallo smartphone, è possibile sfruttare la navigazione stradale e si possono impostare routine complesse per la collaborazione con altri dispositivi Alexa, come ad esempio l’apertura del garage quando si arriva nei pressi della propria abitazione. Il prezzo è di 49$, ma è disponibile in sconto a 25$ per il periodo di sperimentazione ad inviti.

Nuove funzionalità per Alexa

Oltre ai tantissimi prodotti hardware, Amazon ha deciso di aggiungere anche qualche novità software per Alexa. L’assistente è ora in grado di regolare il volume delle proprie risposte in base al volume della voce dell’utente, supporta le risposte a domande multiple e presenta una nuova procedura più semplice per il collegamento di altri prodotti.

Grazie a nuove API per gli sviluppatori, che saranno supportate a breve dalla nuova linea Echo, è stato ulteriormente esteso l’escosistema di prodotti smart compatibili ed è stata ottimizzata la compatibilità col sistema Alexa Guard. Inoltre, da ora Alexa supporta l’integrazione con Skype ed è possibile effettuare le chiamate e le videochiamate su Echo e Echo Show sfruttando questo servizio.

LEGGI ANCHE: Amazon Prime Now arriva a Roma

Come già detto all’inizio, tutti i prodotti descritti sono dedicati solo agli Stati Uniti, salvo dove diversamente indicato. Amazon Alexa non è ancora disponibile ufficialmente in Italia, ma è molto probabile che arrivi nei prossimi mesi. Il gigante dell’e-commerce sta facendo di tutto per diffondere i suoi accessori in tutto il mondo, dunque sarebbe un peccato lasciarci fuori da questo giro.

Via: Android Central
  • carlo

    amazon si fa i suoi elettrodomenstici, google se metterà su una OHA per l’IoT, sempre non lo abbia già fatto, sarà ancora più pericolosa di microsoft negli anni ’90… quando la EU smetterà di perdere tempo su irrealizzabili sistemi di controllo centralizzati per impedire la publlicazione di frammenti di contenuti multimediali coperti da copyright sui social network forse si accorgerà che la IoT potrebbe diventare il nuovo caricatori usb gate e magari potrebbe rifarsi per tempo invece di arrivare sempre in ritardo come succede sempre tra legislazione e tecnologia.

  • cristiano

    ancora nessuna novità sul rilascio in italia 🙁

  • Rolando

    .. guarda.. sono un dei beta tester di Alexa in Italia.. nelle ultime 2 settimane Amazon ha dato un’accelerata notevole allo sviluppo del software e soprattutto all’implementazione di moltissime skill (abilità e funzioni..). Secondo me ai primi di ottobre verrà rilasciata anche in Italia. Vi è ancora da lavorarci sopra molto.. soprattutto per il riconoscimento dell’italiano, la nostra lingua è molto più complessa delle altre.. ed Alexa è ancora poco flessibile.. Per utilizzarla, all’inizio, dovrà essere l’utente ad abituarsi a lei.. poi col tempo chissà.. sarà lei ad abituarsi a noi. Non vedo l’ora che implementino il supporto alle domande multiple anche da noi.. una vera svolta.. Cmq già adesso è utile e divertente..

    • MaDaPi

      Direi più divertente che utile (ndr anch’io sono un beta tester)

      • Emilio Groppetti

        beta tester anch’io ma ammetto di no accenderlo da un po’. Secondo me in casa è inutile, interessante invece l’integrazione in auto

        • Rolando

          Mah.. dipende.. io ho tutta l’illuminazione Hue.. e comando tutte le luci con la voce.. (accensione, potenza, colore ecc..), prossimamente cambierò caldaia e prenderò un termostato smart compatibile e potrò impostare l’accensione/spegnimento e la temperatura a voce.. Per me è utile anche! 😉

          • Emilio Groppetti

            certo parlo per le mie esigenze. Il grosso problema di tutti questi apparati secondo me è il fatto di presupporre una rete wifi sempre attiva senza nessuna opzione di connettività cablata.

          • Rolando

            .. ma dovresti costruirti una casa ex-novo appositamente.. come fai a cablare una casa (o appartamento) per collegare decine e decine di periferiche smart diverse, che nel prossimo futuro lo sarà tutto quel che è elettronico in casa.. e non solo.. anche il vestiario, auto, bici, tapparelle, tende e Lui solo sa chissà cos’altro..

          • Emilio Groppetti

            infatti scrivo considerando le mie esigenze che si limitano al controllo della riproduzione musicale e del video in quanto ritengo assolutamente inutili, per esempio, i controlli vocali dell’illuminazione o del riscaldamento che vanno a sostituire sistemi altrettanto se non più intuitivi ed economici, per non parlare dei frigoriferi o lavatrici “smart” su cui stendo un velo pietoso. Ovviamente se altri sentono il bisogno di simili innovazioni tecnologiche sono liberissimi di adottarle tenendo presente che sono necessità indotte dal marketing.

          • Rolando

            .. rispetto il tuo pensiero..
            Ma più intuitivi? Dire ad una IA fai questo e quello senza dover raggiungere un luogo, un interruttore, un terminale, un cellulare, un PC, la TV..?? Mah..
            Cmq non è solo marketing, ma evoluzione dello stile di vita.. altrimenti puoi rinunciare anche alla lavatrice, e lavare tutto a mano, al frigo, alla caldaia, al cellulare ecc. Il mondo IoT è agli albori e non è economico al momento.. ma quando tutto quello che venderanno sarà Smart (e più economico).. che si fa (?).. finta di niente?

          • Emilio Groppetti

            per esempio riguardo alle luci è più comodo usare un interruttore o al massimo un telecomando rf oppure dire “alexa accendi la luce del soggiorno”? Questo ovviamente considerando scenari generali e non particolari esigenze

          • Rolando

            .. credimi.. più comodo dirlo ad Alexa.. che andare fino all’interruttore, o cercare un telecomando che non si trova (chissà perché mai non lo si lascia dove deve stare 🙂 Prova a stare sul divano la sera a leggere, poi vuoi vedere la TV.. dire “accendi TV” e Alexa ti spegne le luci principali e ti accende i punti luce con colori tenui e riposanti (che tu avevi già programmato).. ma vuoi mettere??!! :-))))) Oppure entrare a casa e dire “Alexa accendi casa” e tutte le luci che tu vuoi si accendono assieme.. oppure uscire di casa.. e dire “Alexa spegni casa” e tutto si spegne.. anche quello che tu hai dimenticato.. Prova e non ne farai più a meno..