Amazon straccia tutti sul fronte assistenti vocali, ma l’enorme divario potrebbe presto ridursi (aggiornato)

Giovanni Bortolan

Il dominio degli altoparlanti smart di Amazon è totale. I dispositivi con a bordo l’assistente vocale Alexa si aggiudicano, secondo le ultime stime, una fetta di mercato vicina al 73%. Malgrado le previsioni diano una leggera regressione in arrivo per la linea Echo, la concorrenza di Google e Apple al momento è ancora lontana anni luce. Per l’anno 2021 invece, eMarketer stima che circa il 31,7% degli utenti userà uno speaker Google nel corso dell’anno; non viene nemmeno considerata Apple, che viene inclusa nella categoria “altri”.

Tralasciando per un attimo il discorso relativo alla pubblicità ed al marketing, dal punto di vista meramente tecnico il sistema Alexa ha fatto numerosi passi avanti nel tempo, grazie ad Amazon ed alla sua costanza nell’aggiornare le funzioni e nel rendere più intuitiva ed integrata l’esperienza dell’utente. Il solo punto debole di Alexa, ad oggi, è la scarsa varietà di lingue all’infuori dell’inglese, ambito nel quale la concorrenza ha di più da offrire.

LEGGI ANCHE: Galaxy Buds+ ufficiali

La crescita dell’utenza generale prevista per i prossimi mesi invece non sarà dovuta al numero di dispositivi spediti, per il quale ci si aspetta un calo, quanto più per la costante adozione dei sistemi di assistenza vocale da parte di altre aziende, come i produttori di automobili e di elettrodomestici. Lo scenario sembra quindi più che delineato, riuscirà Amazon a mantenere saldo il primato o la concorrenza si farà più agguerrita?

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “11/02 – Galaxy S20, Amazon regna sugli smart speaker e Safer Internet Day” su Spreaker.

Aggiornamento14/02/2020

Anche Strategy Analytics conferma la vittoria di Amazon sul fronte altoparlanti smart ma ribadisce che la concorrenza si sta pian piano allineando. In crescita anche i produttori cinesi, come Xiaomi, Alibaba e Baidu.

Via: TheVerge