Amici di Genova, esultate: il 10° Mi Store italiano sarà vostro! (aggiornato con concorso)

Matteo Bottin -

Come un fulmine a ciel sereno, la pagina Facebook di Mi Store Italia ha appena annunciato il luogo e la data di apertura del decimo Mi Store italiano. Dopo la doppia apertura nel meridione con Napoli e Catania è tempo di tornare al nord: la città scelta è Genova.

La data di apertura è fissata per il prossimo 13 luglio, mentre il negozio sarà situato all’interno del Centro Commerciale Fiumara. Purtroppo Xiaomi è stata avara di dettagli: nel post di Facebook è stato detto che ci saranno “premi imperdibili” (probabilmente gli stessi gadget per i primi clienti del negozio che abbiamo visto in altre aperture), ma non c’è dato sapere altro.

LEGGI ANCHE: Amazon lancia il nuovo Kindle Oasis con temperatura della luce regolabile

Insomma, l’espansione di Xiaomi sul nostro territorio continua. Quanti di voi cercheranno di accaparrarsi uno dei gadget in palio? A seguire anche una foto dal vivo che ci hanno linkato nei commenti all’articolo su Facebook.

Aggiornamento28/06/2019

Con un nuovo post su Facebook Xiaomi pubblica un concorso dedicato al lancio del nuovo negozio di Genova. Non solo troviamo la lista dei premi per i pazzi temerari che si metteranno in fila il giorno dell’apertura (uno Mi Electric Scooter Pro, un Mi 9 SE, un Note 7 e tanti altri premi), ma c’è anche un concorso online dedicato a tutti coloro che non saranno presenti all’apertura.

Per accedere al concorso è necessario solamente registrarsi a questo link per cercare di vincere un Mi 9 SE. Oltre a questi due concorsi, ce ne sono altri due relativi ad acquisti fatti in negozio durante la giornata di apertura. Il regolamento completo si trova a questo link.

Un mare di premi in arrivo!🏝Sabato 13 luglio apre Mi Store Genova!👉Iscriviti all'evento per partecipare al concorso.Link –> https://iscriviti.mistoreitalia.com/

Pubblicato da Mi Store Italia su Venerdì 28 giugno 2019

Pubblicato da Mi Store Italia su Mercoledì 19 giugno 2019

  • L0RE15

    Più che per un negozio di telefoni cinese, ci sarebbe da esultare se accelerassero i lavori per la ricostruzione del ponte di Genova!

    • Crissi

      Eh già… Io ci abito vicino e i disagi non sono pochi.

    • Peccato che le due cose non c’entrino nulla, visto che qui si parla di un’azienda privata e tu hai tirato in ballo un’opera pubblica.

      • L0RE15

        E allora?! Lo scopo è l’interesse della collettività e dei cittadini: in questo caso distinguere tra pubblico e privato non ha senso. Che poi, sia chiaro, sono importanti i servizi quanto le opere pubbliche all’interno di un agglomerato urbano. Non ci piove. Il titolo a me non piaciuto vista la situazione in essere nella città di Genova al giorno d’oggi dove, il primo motivo per esultare, a mio parere, sarebbe quello di veder risolto il problema numero uno della città (il ponte). Il negozio di telefoni, ribadisco, è comunque un fatto positivo, ma non così tanto da “esultare” in questo determinato contesto e in questo determinato periodo in quel determinato luogo. Tra l’altro nemmeno fosse il primo, bensì il decimo in Italia.

        • E allora questo è un sito di notizie di tecnologia, non il Comune di Genova. E allora Xiaomi spende come preferisce i propri soldi, non è legalmente o moralmente obbligata a fare nulla riguardo il ponte. E allora, se hai tanto a cuore la tua città, scrivi una lettera al Sindaco.

          Lamentarsi di un titolo di un sito di notizie e tirare in ballo gli interessi della collettività non ha assolutamente senso.

          Per questo motivo chiudo qui la discussione, siamo andati oltre la razionalità.

          • L0RE15

            E’ un sito di tecnologia ma ciò non toglie che il TATTO non sia né pubblico né privato. né tecnologico né analogico, né di carta né digitale. Che Xiaomi apra tutti i negozi che vuole: nessuno ha mai detto che Xiaomi deve contribuire al ponte: queste sono le cose che si mettono in bocca agli altri (mai dette) quando non si sa cosa dire. Ho solo fatto notare una MIA sensazione (che non pretendo che lei o chiunque altro faccia sua ma di cui pretendo rispetto visto che siamo tutti liberi di esprimere la nostra opinione). Quel titolo dove si dice di “esultare” per l’apertura di un negozio a GENOVA quando c’è gente che ha perso il lavoro, ha perso il negozio, ci sono problemi di mobilità enormi, ecc, ecc, ecc, in questo momento, FORSE, è un tantino ECCESSIVO! A Genova vogliono tutti gioire per ALTRO in questo momento.
            Certo, siamo “oltre la razionalità”. Come no: il tatto vedo che non le appartiene. Condiamola via e..avanti così.

    • Becero populista di sta ceppa

      • L0RE15

        Nervoso e offensivo senza ribattere in maniera costruttiva: tipico di chi ha la mente offuscata.

    • luca

      Hai ragione, scrivero’ a Xiaomi di pensare prima al ponte di genova, e che cavolo, produrre inutili smartphone con tale emergenza! Poi ci metto pure dentro qualcosa sulla fame nel mondo (che sta sempre bene) e la indirizzo ad Apple se si azzarda ad aprire un’Apple store!