Apple Card ufficiale: zero costi, anzi ti fa guadagnare spendendo! (purtroppo non in Italia) (foto)

Cosimo Alfredo Pina -

Tra le novità svelate nella conferenza Apple di oggi c’è anche Apple Card, un servizio nuovo di zecca di cui avevamo sentito parlare nei rumor delle scorse settimane. Ma in questo caso non si tratta esattamente di un servizio, ma di un vero e proprio servizio di credito con tanto di carta, sia fisica che virtuale.

Nata dalla collaborazione con MasterCard e Goldman Sachs, Apple Card è una carta di credito, ovviamente integrata con Apple Pay, che cambia le regole del gioco: zero spese, interessi tra i più bassi del mercato ed un programma di cashback che sorprende per cifre e flessibilità.

Pensate per tutti gli acquisti digitali e su circuito Apple Pay il rimborso immediato (e senza limite giornaliero) è del 2%; acquistando prodotti Apple la cifra sale a 3% ed anche acquistando fuori dal circuito Apple Pay si riceve un credito pari all’1% della spesa. I crediti così accumulati possono essere spesi sostanzialmente come si vuole: inviandoli ad amici, scalandoli dalle spese mensili oppure per acquisti come normale valuta.

TUTTO QUELLO DA SAPERE: Apple Arcade | Apple News+

Come accennato in apertura l’Apple Card può anche essere richiesta in formato fisico. I clienti potranno avere la propria carta, che sarà realizzata in titanio, senza nessuna indicazione se non le incisioni del logo Apple e quella del nome dell’intestatario. Tanto tutti i dati sono conservati su iPhone/iPad.

A tal proposito Apple ha puntato molto sui fattori sicurezza e privacy. Quando si richiede un Apple Card viene creato un numero unico sul proprio dispositivo, grazie al chip dedicato alla sicurezza. Gli acquisti sono poi sbloccabili via Touch ID o Face ID ed i dati di ogni transazione (su cosa, dove e quanto viene speso) restano così anonimi.

A tutto questo ci dovete aggiungere un’app dedicata, dove monitorare spese, rimborsi ed anche gestire eventuali rateizzazioni. Oggettivamente una delle novità più importanti da Apple degli ultimi anni, perché sulla carta (scusate il gioco di parole) ci sono davvero tutti i presupposti per creare un modo totalmente nuovo di approcciarci agli acquisti, almeno quelli digitali.

Vedremo nei prossimi mesi come evolverà la cosa, anche se purtroppo per ora non si parla di portare Apple Card fuori dagli Stati Uniti.

In Italia?

Come detto, per ora Apple Card sembra una cosa dedicata solo agli Stati Uniti. Il colosso di Cupertino ci fa sapere che “Apple Card sarà disponibile per clienti statunitensi idonei, durante questa estate”. Scommettiamo che in molti vorrebbero poter attivare da ora la propria Apple Card.

  • Umberto Tettamanti

    Ma a che conto bancario è collegata?

    • almi05

      Penso al tuo iban come l’american express

  • Mario

    Daily Cash (Cashback) si, ma anche interessi all’atto del rimborso. Una carta “Revolving”, da non confondere con le tradizionali carte. Compri i-Phone e paghi interessi sulla somma che hai speso. Tutto ad Apple.