Apple verso il ciclo chiuso: quasi il 20% dei suoi componenti sono riciclati

Apple verso il ciclo chiuso: quasi il 20% dei suoi componenti sono riciclati
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Apple ha appena diffuso il suo "Rapporto sui progressi ambientali 2022", mostrando i suoi progressi verso il ciclo chiuso, che prevede il riciclo dei componenti per costruire nuovi dispositivi, smartphone o computer che siano.

Secondo i dati della casa di Cupertino, infatti, quasi il 20% di tutto il materiale utilizzato nei prodotti Apple nel 2021 è stato riciclato. Nello specifico:

  • il 59% di tutto l'alluminio usato da Apple nei suoi prodotti proveniva da fonti riciclate, con molti prodotti che contenevano il 100% di alluminio riciclato nella custodia.
  • per quanto riguarda la plastica, ce n'era solo il 4% negli imballaggi, con l'obiettivo dell'azienda di eliminarla del tutto entro il 2025.

Ma l'impegno dell'azienda verso la sostenibilità non si è fermato qui, con l'introduzione di oro riciclato certificato e il raddoppio dell'uso di tungsteno riciclato, elementi di terre rare e cobalto. Infatti i prodotti Apple del 2021 contenevano:

  • 45% di terre rare riciclate certificate
  • 30% di stagno riciclato certificato, con tutti i nuovi dispositivi iPhone, iPad, AirPods e Mac con il 100% di stagno riciclato nella saldatura delle loro schede logiche principali.
  • 13% di cobalto riciclato certificato, utilizzato nelle batterie dell'iPhone che possono essere smontate dal robot di riciclaggio di Apple Daisy e restituite al mercato.
  • Oro riciclato certificato, presente, per la prima volta in qualsiasi prodotto Apple, nella placcatura della scheda logica principale e dei cavi nella fotocamera anteriore e nelle fotocamere posteriori di iPhone 13 e iPhone 13 Pro.

Gli sforzi di Apple per il riciclo dei materiali avvengono grazie a una serie di macchinari. Il soprannominato Daisy, Taz, che separa i magneti dai moduli audio e recupera le terre rare, e Dave, che smonta i motori per la vibrazione per recuperare terre rare, tungsteno e acciaio. 

Infine una parola sulle emissioni, che Apple dichiara di non aver aumentato per il 2021. Inoltre l'azienda dal 2018 utilizza energia rinnovabile al 100% per alimentare i suoi uffici, negozi e data center e spinge i suoi partner a fare altrettanto. Tutto questo ha portato, nel 2021, a risparmiare 13,9 milioni di tonnellate di emissioni di carbonio, l'equivalente della rimozione di 3 milioni di auto circolanti per un anno.

Fonte: Apple
Mostra i commenti