Apple giudica "ipocrita" Meta per la commissione del 50% sugli acquisti nel metaverso

Apple giudica "ipocrita" Meta per la commissione del 50% sugli acquisti nel metaverso
Antonio Lepore
Antonio Lepore

La decisione di Meta di introdurre una commissione di quasi il 50% per gli acquisti effettuati all'interno del suo metaverso non ha lasciato indifferente Apple. Il portavoce di Apple, Fred Sainz, ha dichiarato a MarketWatch che "Meta ha ripetutamente preso di mira Apple per aver addebitato agli sviluppatori una commissione del 30% per gli acquisti in-app nell'App Store. Ora, Meta cerca di far pagare quegli stessi creatori molto più di qualsiasi altra piattaforma. L'annuncio mette a nudo l'ipocrisia di Meta".

In passato, Facebook ed il CEO dell'azienda, Mark Zuckerberg, più volte hanno definito l'App Store di Apple e la commissione del 30% sugli acquisti in-app "anticoncorrenziale e monopolistica". Inoltre, nel giugno 2020, Zuckerberg affermò che Facebook avrebbe reso gratuiti gli eventi online, abbonamenti, badge e altri prodotti per i creatori fino al 2023, dopodiché Meta avrebbe annunciato una commissione "inferiore al 30%".

Infine, il portavoce di Apple ha concluso dicendo: "Questo dimostra che mentre cercano di utilizzare la piattaforma di Apple gratuitamente, prendono soldi dai creator e dalle piccole imprese che utilizzano la loro piattaforma".

Via: MacRumors
Mostra i commenti