Apple è diventata vittima indiretta di un attacco ransomware ai danni di un suo fornitore

Apple è diventata vittima indiretta di un attacco ransomware ai danni di un suo fornitore
Filippo Morgante
Filippo Morgante

Apple è stata indirettamente coinvolta in un attacco ransomware effettuato ai danni di Quanta. Quanta è una società taiwanese che produce MacBook e altri prodotti per Apple, ed è stata vittima di un attacco da parte di REvil, un gruppo di hacker russo noto anche con il nome di Sodinokibi. I malintenzionati sarebbero così riusciti ad entrare in possesso di una serie di schemi di progettazione e produzione di prodotti sia attuali che futuri di Apple.

La fuga di notizie, è stata riportata per la prima volta da The Record. Dopo il rifiuto da parte di Quanta di pagare il riscatto da 50 milioni di dollari, il gruppo ha iniziato a pubblicare le immagini rubate a partire dal 20 aprile. Ora gli hacker sperano di riuscire a convincere Apple stessa a pagare la cifra entro il 1° maggio, promettendo di continuare a pubblicare nuove immagini fino al giorno in cui riceveranno i soldi.

Le società non hanno ancora chiarito la portata della fuga di notizie, ma le immagini trapelate finora da REvil includono anche gli schemi per la riprogettazione dell'iMac appena rivelato da Apple, fattore che dà credito al fatto che i documenti siano originali. All'interno dei file rivelati ci sono anche i diagrammi di produzione per il primo MacBook Air con chip M1 e probabilmente del prossimo MacBook Pro.

Via: TheVerge

Commenta