Apple annuncia macOS Catalina: RIP iTunes, comandi vocali, supporto alle app iPad e iPad come 2° schermo

Lorenzo Delli -

Tra le novità svelate da Apple durante il WWDC c’è ovviamente anche spazio per macOS, il sistema operativo dedicato ai PC della società di Cupertino. La nuova versione di macOS si chiama macOS Catalina e porta ovviamente con sé una serie di gustose novità.

Per cominciare con la nuova versione di macOS dovremo definitivamente dire addio ad iTunes. Il celebre applicativo si divide infatti in 3 sotto-app: Music, Podcast e TV. Le 3 app serviranno ovviamente a gestire i contenuti suggeriti dallo stesso loro nome. E quando collegheremo un dispositivo iOS al Mac non ci sarà più il fastidioso pop-up relativo alla sincronizzazione. La sincronizzazione sarà infatti visibile sul Finder di macOS.

LEGGI ANCHE: Non avrete più bisogno di un iPhone per usare un Apple Watch!

Tra le altre novità da sottolineare in relazione alle 3 app appena citate c’è la funzionalità di ricerca dell’app Podcast realizzata grazie all’ausilio del machine learning che permette di cercare testo o parole che sono state pronunciate in eventuali podcast, l’interfaccia di TV ispirata all’omonima app per iOS e infine Music, il cui aspetto e funzionamento alla fine è molto simile a quello di iTunes e che servirà ovviamente per utilizzare Apple Music o per sincronizzare la nostra libreria di tracce acquistate o ricavate dalle copie fisiche.

La novità di Catalina che più ci ha colpito sono i nuovi comandi vocali, che funzioneranno sia su macOS che su iOS (e il “nuovo” iPadOS). Non si tratta di “semplici” comandi vocali: la demo mostrata durante la diretta era a dir poco fenomenale. Senza toccare lo schermo o qualsiasi altro dispositivo di input è possibile svolgere una valanga di operazioni: suddividere lo schermo in griglie per suggerire quale parte ci interessa, scrivere mail, passare da un’app all’altra e tanto altro. Ovviamente si tratta di una funzionalità pensata per l’accessibilità, un argomento da sempre molto a cuore in casa Apple. Secondo quanto riportato dalla stessa società, la nuova funzionalità Voice Control è già disponibile su iOS e iPadOS, mentre bisognerà aspettare questo autunno per vederlo su macOS grazie a Catalina.

Si è parlato anche della nuova funzionalità Sidecar, che potrebbe sancire la morte (esagerando un po’, ma forse neanche tanto) di tavolette grafiche dedicate. In sostanza è possibile utilizzare gli iPad come secondo schermo per i Mac. Tra le tante possibilità mostrate si vedeva un’artista utilizzare Photoshop sull’iPad per disegnare con una Apple Pencil. Si potrà usare anche in combinazione con Final Cut Pro X, con Adobe Illustrator o anche con un documento di iWork. Sidecar funzionerà senza bisogno di fili.

LEGGI ANCHE: Apple annuncia tvOS 13: supporto ai controller PS4 e Xbox One, screensaver e multi-utente

Vi ricordate poi del progetto Marzipan? Il progetto adesso si chiama Catalyst e permette agli sviluppatori di “trasportare” le app per iPad su Mac con una velocità e facilità impareggiabili. Gameloft stessa ha confermato di aver realizzato un “port” di Asphalt 9 per Mac in pochissimo tempo. Grazie a Catalyst arriva ad esempio il client ufficiale Twitter su macOS.

Concludiamo segnalando che macOS Catalina porterà con sé anche Screen Time, che permetterà di controllare i grafici delle attività e il tempo impiegato a “fissare lo schermo” e di sincronizzare il tutto fra i vari dispositivi Apple, e infine Find My, che combina Find My iPhone e Find my Friends. E per finire, con la nuova versione del sistema operativo è stata ufficialmente rimossa la Dashboard. Così come tvOS 13, anche macOS Catalina arriverà per tutti questo autunno come aggiornamento gratuito. Già da oggi invece ci sarà una developer preview, mentre la beta pubblica è prevista per la fine del mese di giugno.