Apple crede nella mixed reality: il nuovo visore nel 2025

Apple crede nella mixed reality: il nuovo visore nel 2025
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Torniamo a parlare del segmento della realtà aumentata, uno di quelli con molto potenziale e con diverse aziende interessate ma che ancora stenta a decollare definitivamente, come invece ha fatto quello degli smartphone e degli smartwatch ad esempio. Apple prepara però il terreno per interessanti novità.

Offerte Amazon

Nelle ultime ore il noto analista Apple Ming-Chi Kuo ha diffuso nuove e interessanti considerazioni sul futuro di Apple nel settore della realtà aumentata e della mixed reality. Si tratta di due concetti simili, in cui si accede ad un contesto digitale ricreato per somigliare alla realtà e arricchito di elementi digitali per migliorare l'esperienza utente.

Alla realtà aumentata o mixed reality si accede tramite un dispositivo ad hoc, un visore che permette la visualizzazione del contesto digitale creato artificialmente. Ed è proprio in questa direzione che sta lavorando Apple. Il nuovo visore della casa di Cupertino è in fase di sviluppo: Kuo afferma che il componente ottico principale è identificato con il nome in codice Pancake e che apporterà novità sia per l'esperienza visiva che per il design.

Il visore sarà compatibile con la realtà aumentata e la mixed reality. Apple ha grandi piani per questo dispositivo: il lancio dovrebbe essere previsto nel primo trimestre 2025, con l'azienda che punta a vendere almeno 10 milioni di dispositivi entro il primo biennio. Apple punta a incrementarne la diffusione e le applicazioni potenziando il suo ecosistema di applicazioni e servizi AR/MR.

I fornitori dei componenti ottici per il visore di Apple di prima generazione sono stati Genius e Young Optics. Per il dispositivo di seconda generazione Apple ha invece optato per Largan, il quale opera principalmente in Cina Questo inizierà a rifornire Apple a partire dalla seconda metà del 2024. Secondo Kuo il costo dei componenti ottici principali per il visore è aumentato rispetto a quelli usati nella prima generazione.

Canale Telegram Offerte

Questo significa che il prezzo sul mercato aumenterà? Difficile da dire al momento. Stando a quanto appena emerso, il nuovo visore Apple dovrebbe essere concepito per un uso consumer più ampio, e questo potrebbe anche riflettersi in un prezzo di lancio più accessibile. Anche perché Apple potrebbe puntare di generare una parte rilevante degli introiti attraverso le applicazioni e i servizi AR/MR dedicati al nuovo visore.

Avrete intuito che le tempistiche sono ancora larghe, e pertanto le carte in tavola potrebbero cambiare nei prossimi mesi o anni. Torneremo ad aggiornarvi appena ci saranno novità in merito.

Mostra i commenti