Apple prepara l’acquisizione di NextVR: il futuro sarà aumentato o virtuale?

Giovanni Bortolan

Il forte interesse di Apple nei confronti della sfera relativa alla realtà aumentata è cosa nota. ARKit, la piattaforma dedicata rivolta agli sviluppatori rappresenta la base di un ecosistema che nel prossimo futuro potrebbe arricchirsi di un visore fisico. L’ultima novità a tal proposito riguarda la possibile acquisizione di NextVR da parte di Apple stessa.

L’azienda, attiva nel campo della realtà aumentata da più di dieci anni, è specializzata nel campo dello sport e dell’intrattenimento. Negli anni ha fornito il proprio know-how a Microsoft, HTC, Oculus e Sony. In aggiunta a tutto ciò, NextVR detiene dei brevetti relativi ad una tecnologia che migliora la qualità degli streaming video (in particolar modo quelli destinati ai visori VR). Nonostante le ottime premesse, l’anno 2019 è stato particolarmente difficile per NextVR, che per varie ragioni si è trovata costretta a ridurre del 40% l’organico dipendenti.

LEGGI ANCHE: L’iPhone 12 riorganizza le sue fotocamere per accogliere il nuovo scanner LiDAR

La possibili acquisizione, ipotizzata attorno alla cifra di 100 milioni di dollari, porterebbe alla scuderia Apple una nuova schiera di dipendenti specializzati nel settore, oltre che più di 40 brevetti inerenti all’ambito di riferimento. Sebbene la trattativa non sia ancora conclusa, le due compagnie hanno già comunicato ai dipendenti la necessità di traslocare da San Diego (attuale sede) a Cupertino.

Fonte: 9to5mac