Apple ha esteso il programma di riparazione per le tastiere a tutti i MacBook

Giuseppe Tripodi Non importa di quale anno sia o che generazione di switch ci sia sul vostro MacBook: se ha una tastiera Butterfly, rientra nel programma di riparazione gratuito.

La tastiera del MacBook non funziona come dovrebbe? Apple ve la ripara gratuitamente per 4 anni, a partire dalla data di acquisto. La società di Cupertino ha infatti allargato il programma di estensione di garanzia per le tastiere, che adesso include letteralmente tutti i MacBook con tastiere che utilizzano switch a farfalla (o butterfly, che dir si voglia)

Come si può leggere dall’apposita pagina del sito ufficiale, infatti, modelli coinvolti sono:

  • MacBook (Retina, 12 pollici, inizio 2015)
  • MacBook (Retina, 12 pollici, inizio 2016)
  • MacBook (Retina, 12 pollici, 2017)
  • MacBook Air (Retina, 13 pollici, 2018)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2016, due porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2017, due porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2016, quattro porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2017, quattro porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (15 pollici, 2016)
  • MacBook Pro (15 pollici, 2017)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2018, quattro porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (15 pollici, 2018)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2019, quattro porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (15 pollici, 2019)

Piuttosto curioso che la lista includa anche i nuovissimi MacBook Pro, presentati in data 22 maggio 2019, le cui tastiere utilizzano dei materiali che dovrebbero migliorare ulteriormente la resistenza delle tastiere.

Ma la questione viene da molto lontano e sembra ormai una condanna per i portatili della mela: a giugno dello scorso anno, Apple aveva ammesso per la prima volta che alcuni modelli di MacBook, realizzati tra il 2015 e il 2017, potessero avere problemi con la tastiera. La società di Cupertino, quindi, aveva circostanziato i malfunzionamenti alla prima e seconda generazione di tastiere con meccanismo a farfalla.

LEGGI ANCHE: Recensione MacBook Air 2018

D’altra parte, il problema sembrava risolto con la terza generazione di tastiere  (presente nei MacBook a partire dal 2018), che introduce una membrana in plastica che dovrebbe evitare che lo sporco di depositi sotto i tasti. Nonostante l’entusiasmo iniziale, però, alla fine Apple ha dovuto riconoscere che anche le tastiere degli ultimi MacBook presentano occasionalmente dei malfunzionamenti.

Con le ultime versioni di MacBook, appena presentate, l’azienda della mela ha dichiarato di aver utilizzato un nuovo tipo di materiali, che dovrebbe limitare ulteriormente i problemi alle tastiere: nonostante tutto, però, anche i nuovi modelli del 2019 sono inclusi sin da subito nel programma di estensione di garanzia.

Evidentemente Apple non è sicura di aver risolto definitivamente il problema e offre a tutti i suoi clienti assistenza gratuita: da un lato questo è consolante per chi vuole comprare un nuovo MacBook (con tutte le garanzie delle ultime versioni e la riparazione gratuita per 4 anni), ma d’altra parte ci fa pensare che Apple non sia ancora riuscita a venire a capo dei problemi con gli switch a farfalla.