Apple si butterà nel mondo AR, ma più tardi del previsto

Matteo Bottin

Da qualche tempo continuano a comparire voci contrastanti riguardo alcuni nuovi dispositivi di realtà aumentata realizzati da Apple. Una delle ultime informazioni vedrebbe l’uscita di questi prodotti nel 2020, ma sarà proprio così?

Secondo un report di The Information, il primo dispositivo per la realtà aumentata di Apple uscirà solo nel 2022, con un prodotto più piccolo (un paio di occhiali AR) programmato per un lancio nel 2023. Le fonti di The Information sarebbero alcune “presentazioni interne”.

Il report però ci fornisce qualcos’altro oltre alla data di lancio: alcuni dettagli sul dispositivo. Il suo nome in codice sarebbe N301 e assomiglierebbe molto ad una versione più piccola di Oculus Quest. Esattamente come il visore di Oculus, N301 userebbe telecamere esterne per mappare il mondo attorno all’utente per inserire elementi virtuali al suo interno. I primi sviluppatori dovrebbero venir contattati solamente nel 2021.

Se N301 è pensato per essere utilizzato per piccole sessioni, gli occhiali che verranno lanciati nel 2023 sono di tutt’altra pasta: secondo The Information “gli attuali prototipi sembrano occhiali da sole molto costosi con grosse montature che contengono batteria e chip“. Questi occhiali sarebbero equipaggiati con lente che si oscurano quando gli occhiali sono in funzione, per segnalare al mondo esterno che l’utente è “occupato”.

LEGGI ANCHE: Need for Speed Heat è davvero un ritorno alle origini? (recensione)

Insomma, sembra che Apple stia facendo qualcosa di grande. Ma il punto è: vedremo questi prodotti nel 2020 o nel 2022? Apple lancerà dei primi modelli “per tastare il mercato” il prossimo anno?

Via: The Verge