Bisto diventa realtà: le prime cuffie con Google Assistant saranno a marchio Bose (foto e video)

Vezio Ceniccola -

Dopo mesi di rumor, finalmente arriva oggi quella che sembra più di una conferma sul progetto Bisto di Google. Infatti, secondo le ultime indiscrezioni, il noto marchio Bose sarebbe pronto a lanciare sul mercato le prime cuffie con Google Assistant integrato, l’ormai noto assistente vocale già visto su smartphone e altri accessori.

Il nuovo modello dovrebbe essere una riedizione delle Bose QuietComfort 35, cuffie a padiglione di fascia premium con connettività wireless, dotate anche di microfono e di un sofisticato sistema di cancellazione del rumore.

Al di là delle caratteristiche tecniche, la qualità più importante di questo nuovo dispositivo è il supporto ad Assistant, che dovrebbe consentire di utilizzare i comandi vocali per controllare la musica, inviare e ricevere messaggi, fare ricerche online e molto altro ancora.

Inoltre, sembra che sul retro del padiglione sinistro sia presente un tasto dedicato per avviare l’assistente, che potete notare chiaramente nell’immagine presente in galleria.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 2 e Pixel XL 2 in realistici render

Si tratterà certamente di cuffie di elevata qualità, dunque anche il prezzo sarà ovviamente elevato. Le prime fonti parlano di circa 500$, ma per ora è difficile fare previsioni. Più semplice, invece, indovinare la data di presentazione ufficiale, che dovrebbe essere il 4 ottobre, giorno di lancio anche dei nuovi Google Pixel 2.

Aggiornamento15/09/2017 ore 8:50

Abbiamo aggiunto un video ed altre immagini alla galleria qui sotto. Il primo è un piccolo spot, in francese, che conferma la presenza di Assistant, ma non svela alcunché sul suo funzionamento. Le immagini ritraggono invece la confezione di vendita delle cuffie. Quello che ieri poteva insomma sembrare un rumor, oggi è una certezza: Bose realizzerà delle cuffie con Google Assistant. Bisto non sembra quindi tanto un singolo dispositivo, quanto piuttosto una categoria, quella delle cuffie smart. E se un produttore famoso come Bose è salito a bordo, possiamo aspettarci che anche altri suoi colleghi/rivali ne seguiranno le orme.

Via: 9to5Google