Bonus carte e bancomat in Italia: come ottenere fino a 3.300€ di rimborso l’anno

Vincenzo Ronca -

La moneta elettronica sta per ricevere una nuova e poderosa spinta in Italia, e in particolare dall’attuale Governo che sta per introdurre importanti novità per incentivare l’utilizzo dei pagamenti elettronici e di conseguenza per combattere l’evasione fiscale. Le iniziative consistono nel cashback “di Stato”, bonus carte e bancomat, lotteria degli scontrini e nei Super Premi.

Le iniziative rientrano nel Decreto Agosto emanato dall’attuale Governo e che è stato appena convertito in legge. Andiamo a vedere insieme di cosa di tratta.

Cashback di Stato

Quello messo appunto da governo è un vero e proprio meccanismo di cashback: si otterrà un rimborso del 10% sulle spese sostenute tramite pagamenti elettronici. Per accedere al cashback saranno necessari almeno 10 pagamenti nel mese di dicembre 2020, considerando che l’avvio dell’iniziativa è pianificato proprio per il 1 dicembre 2020. Sono ammessi nel conteggio dei pagamenti elettronici solo quelli sostenuti in rivenditori fisici e non online. Questo è valido per il 2020, mentre per il 2021 sarà previsto poi un funzionamento a regime per il quale saranno necessari 50 pagamenti effettuati nel primo semestre 2021 e altri 50 nel secondo semetre per accedere al cashback del 10%.

Per il cashback è previsto un riaccredito del denaro speso, presumiamo su conto corrente. Il massimale di importo rendicontabile annuo è fissato attualmente a 3.000€: questo significa un massimo di 300€ di cashback annuo per chi aderirà. Il cashback verrà accreditato in due tranche, a giugno e a dicembre dell’anno di riferimento. Il Governo ha in programma anche di ampliare il tetto massimo rendicontabile.

Concorreranno al conteggio dei pagamenti quelli effettuati con bancomat, carta di credito o app di pagamento (come Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay). Sono esclusi gli acquisti online perché lo scopo principale dell’iniziativa è favorire il pagamento elettronico rispetto a quello in contanti: sappiamo bene che lo shopping online non prevede il pagamento in contanti, eccetto alcuni casi eccezionali. Il fine ultimo è contrastare l’evasione fiscale, un tema che dovrebbe smuovere le coscienze di tutti.

Non ci saranno criteri di selezione dei pagamenti idonei al cashback in base alla categoria di merce acquistata, per dirla in breve: vale tutto.

Super cashback e classifica in tempo reale

Altra interessante iniziativa tra i piani del Governo è il Super cashback: questa prevede un premio extra di 3.000€, oltre al cashback di Stato ordinario, per i primi 100.000 cittadini che effettueranno più pagamenti elettronici. L’unico requisito per partecipare sarà il raggiungimento della soglia dei 3.000€ spesi annualmente e pagati elettronicamente.

Tutti i partecipanti potranno conoscere in tempo reale il loro posizionamento in classifica registrandosi all’app IO.

Lotteria degli scontrini

A un mese dal primo cashback, ovvero a partire da gennaio 2021, partirà anche la Lotteria degli scontrini: per partecipare sarà necessario effettuare almeno un pagamento di almeno 1€ presso un rivenditore fisico. Prima dell’acquisto l’utente dovrà generare il proprio codice per l’acquisto sul Portale Lotteria, già attivo, per poi mostrarlo al rivenditore al momento del pagamento.

L’importo speso secondo questa modalità darà diritto a ottenere un biglietto per ogni euro speso. Seguiranno delle estrazioni settimanali e mensili che prevedranno dei premi da 5.000€ a 100.000€. L’estrazione più ghiotta verrà effettuata una volta l’anno: il primo premio ammonta a 5 milioni di euro. Sono previste estrazioni specifiche per gli esercenti oltre che per i consumatori.

Come partecipare

Sarà possibile partecipare alle iniziative descritte registrandosi all’app IO, disponibile per Android e iOS, alla quale sarà necessario registrarsi tramite il proprio codice fiscale o accedendo tramite la propria SPID. All’app sarà poi necessario associare il proprio IBAN per l’accredito delle somme cashback ed eventuali Super cashback.

Per partecipare alla Lotteria degli scontrini sarà sufficiente generare il proprio codice tramite il Portale Lotteria.

Il Garante per la Privacy è favorevole

Anche il Garante per la Privacy italiano, la massima istituzione in tema di protezione dei dati personali nel nostro paese, si è detto favorevole all’iniziativa proposta dal Governo. Questo perché i dati personali sui pagamenti effettuati verranno trattati esclusivamente con la finalità di verifica di idoneità ai rimborsi, e non saranno in alcun modo accessibili a entità terze, come il Fisco, per finalità diverse.

Fonte: Corriere della Sera (1), (2), Garante Privacy
  • Mauro Rulli

    Da una parte è assurdo. Dall’altra è geniale, finalmente il governo si sta aprendo ai meccanismi e alle realtà moderne. Da utilizzatore assiduo di carta di credito non posso che esserne contento, peccato solo l’esclusione dell’on-line.

    • Nico Retico

      eppure mi sembra tutto così chiaro dall’articolo…

      • Mauro Rulli

        Già, e non fa una piega, non stavo contestando la decisione. Peccato per me che è il contesto in cui la utilizzo maggiormente.

        • Nico Retico

          Appunto è uno stimolo a utilizzarla anche al di fuori del commercio online.