Come Note 7, anche gli skateboard: Boosted richiama i propri dispositivi per un problema alla batteria

Leonardo Banchi

Già nello scorso Novembre avevamo accostato gli skateboard elettrici di Boosted a Note 7, ovviamente per la faccenda che più ha fatto notizia riguardo al phablet di casa Samsung: il pericolo legato alle batterie esplosive.

Alcuni esemplari degli skateboard elettrici, infatti, avevano smesso di funzionare e presentato fuoriuscita di fumo dal vano batterie, segnale che aveva spinto la compagnia a segnalare il pericolo agli utenti, ipotizzando un problema di ventilazione che causasse un eccessivo surriscaldamento della fonte di alimentazione.

LEGGI ANCHE: Richiamo di massa per GoPro Karma: alcuni droni cadono improvvisamente

Fortunatamente per Boosted, però, il problema è ben più limitato di quello in cui si è imbattuta Samsung: le indagini del produttore hanno infatti individuato la causa in un corto circuito causato dall’ingresso di acqua all’interno del vano batterie, che non avrebbero di per sé nessun problema di progettazione.

Il produttore, quindi, ha riportato il pericolo alla US Consumer Product Safety Commission e rimosso la dicitura “Waterproof” dai nuovi esemplari che saranno commercializzati: lo skateboard aveva infatti ottenuto la certificazione IPX5, evidentemente non sufficiente per resistere all’esposizione a getti d’acqua particolarmente potenti.

Boosted ha poi organizzato un piano di rientro degli skateboard, che permetterà agli utenti non soddisfatti delle novità di ottenere un rimborso completo, oppure un buono da ben 200 $ per l’acquisto di un nuovo esemplare qualora si decida di tenere il dispositivo. Una situazione, insomma, che appare decisamente più semplice da affrontare di quella che ha colpito Samsung, e che fa ben sperare per la commercializzazione dei nuovi esemplari, in arrivo già a Febbraio.

Via: Engadget