Brutte notizie per i consumatori: il prezzo dei semiconduttori sta salendo

Filippo Morgante

La bassa capacità produttiva equiparata alla crescente domanda, farà inevitabilmente lievitare il prezzo dei semiconduttori contenuti nei vari dispositivi elettronici, e come al solito queste dinamiche andranno a ricadere sulle tasche dei consumatori. Molte aziende fornitrici hanno già informato i propri clienti dell’aumento dei prezzi.

TSMC, il più grande produttore di chip al mondo, a causa delle crescenti richieste ha recentemente invertito la politica di riduzione dei prezzi per i suoi principali clienti. Questo meccanismo si riflette anche nelle azioni di altre aziende del settore come GlobalFounderies, che secondo quanto riferito è arrivata alla saturazione della capacità produttiva di tutti i suoi stabilimenti. Anche il gigante sudcoreano Samsung Electronics si troverebbe al momento in una posizione simile. A dirlo è un rapporto di TheElec.

LEGGI ANCHE: MacBook Air, MacBook Pro 13 e Mac Mini con chip M1 tornano su Amazon: spedizione immediata!

Altri produttori di chip localizzati tra Taiwan e Corea del Sud, tra cui UMC, VIS e DB HiTek hanno aumentato i loro prezzi fino a quasi il 20%. Analogamente, anche i prezzi delle DRAM dovrebbero aumentare di circa il 5% nel primo trimestre del 2021. Questo aumento dei prezzi delle memorie e dei sistemi a semiconduttori è testimoniato anche da aziende cinesi come Goodix e da produttori di componenti per LCD come Novatek.

Via: GizmochinaFonte: TheElec
  • Psyco98

    Bene, ufficialmente dal prossimo telefono toccherà tenerli non più 3 ma 4 anni

    • R173

      Se si vuole un nuovo telefono quest’anno meglio affrettarsi

      • Psyco98

        Speravo di riuscire ad avere a fine anno un Pixel 4A 5G sui 400€…

      • irondevil

        questo è il discorso che piace alle aziende, i consumatori dovrebbero svegliarsi. Se si vuole un nuovo telefono meglio aspettare…

  • irondevil

    Continuano a produrre smartphone fuffa in quantità abnormi che richiedono ram e rom e ovviamente le linee si saturano…Fin quando la situazione non cambierà e il cambiamento deve partire dal consumatore, andrà sempre peggio.